Compensazione Per Il Segno Zodiacale
Personale C Celebrità

Scopri La Compatibilità Con Il Segno Zodiacale

Spiegato: Leggere la guida della Federal Reserve

Per stimolare l'economia statunitense, la Federal Reserve ha indicato che i tassi di interesse di riferimento rimarranno vicini allo zero almeno fino al 2023. Qual è lo sfondo della sua guida e le implicazioni per l'India?

Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell attende una domanda da un giornalista in una conferenza stampa a Washington. (Foto AP: Alex Brandon, file)

La Federal Reserve statunitense ha riaffermato i piani per lascia i suoi tassi di interesse di riferimento bloccati vicino allo zero almeno fino al 2023 e di essere accomodante nei periodi di maggiore inflazione, in quella che è vista come una guida dalla banca centrale mentre si sposta dal compito di stabilizzare i mercati finanziari a stimolare la crescita economica.






valore netto di ybn

Nella dichiarazione politica di settembre e nelle proiezioni economiche rilasciate mercoledì, il presidente della Fed Jerome Powell ei suoi colleghi hanno segnalato la loro intenzione di essere straordinariamente pazienti mentre cercano di riaccendere l'economia statunitense nei mesi a venire.

Il Federal Open Market Committee (FOMC) che fissa i tassi di policy della Fed ha dichiarato in una dichiarazione che il panel si aspetta che sarà opportuno mantenere questo intervallo target fino a quando le condizioni del mercato del lavoro non avranno raggiunto livelli coerenti con le valutazioni del comitato sulla massima occupazione e l'inflazione non sarà salita a 2% ed è sulla buona strada per superare moderatamente il 2% per qualche tempo.



Qual è il punto cruciale della nuova guida?

La nuova guida si basa su un cambiamento di politica monetaria che è stato segnalato per la prima volta dalla Fed a giugno, che mira a neutralizzare anni di debole inflazione e consentire all'economia americana di contrastare la stagnazione del mercato del lavoro indotta dalla pandemia.



La Fed ha anche utilizzato la dichiarazione politica per segnalare un passaggio dalla stabilizzazione dei mercati finanziari alla stimolazione dell'economia, affermando che manterrebbe l'attuale acquisto di titoli di stato almeno al ritmo attuale di 120 miliardi di dollari al mese, in parte per garantire condizioni finanziarie accomodanti in il futuro.

Il virus sta causando enormi difficoltà umane ed economiche e la Fed si impegna a utilizzare la sua gamma completa di strumenti per supportare l'economia statunitense in questo momento difficile, ha affermato il FOMC. Le nuove proiezioni economiche rilasciate con la dichiarazione politica hanno mostrato tassi di interesse fermi almeno fino al 2023, con l'inflazione che non dovrebbe mai superare il 2% durante questo periodo.



In effetti, quello che stiamo dicendo è che i tassi rimarranno molto accomodanti fino a quando l'economia non sarà molto avanti nella sua ripresa, ha affermato il presidente della Fed Jerome Powell, citato da Reuters. Questa dovrebbe essere una dichiarazione molto potente nel sostenere l'attività economica e riportare l'inflazione all'obiettivo del 2% della Fed più velocemente, ha detto Powell, aggiungendo che pensa che la guida futura sarebbe duratura. Si prevede che il ritmo della ripresa rallenti, richiedendo il sostegno continuo della Fed e ulteriore spesa pubblica, ha affermato.

Dopo l'annuncio della politica, il dollaro è salito rispetto a un paniere delle principali valute dei partner commerciali.



Anche in Spiegato | Dubai sospende i voli Air India Express: perché, per quanto tempo e ora?

Questo cambia la posizione politica?



La posizione della Fed e l'azione del FOMC si basano sulla guida politica e sulle proiezioni fatte tre mesi fa. Nella riunione di giugno, tutti i 17 rappresentanti della politica monetaria della Fed hanno previsto un tasso sui fondi federali vicino allo zero - il tasso chiave che la Fed si rivolge durante l'attuazione della sua politica monetaria - per quest'anno e il prossimo.

Non stiamo pensando di aumentare i tassi, non stiamo nemmeno pensando di pensare di aumentare i tassi, ha detto Powell ai giornalisti dopo la riunione di giugno, una massima che da allora ha usato ripetutamente.



La Fed è sia fiduciosa che impegnata e determinata a superare modestamente l'inflazione del 2%, anche se ci vorrebbe tempo, ha affermato Powell. Nuove proiezioni dicono che l'economia statunitense potrebbe contrarsi del 3,7 per cento quest'anno, molto meno della contrazione del 6,5 per cento prevista a giugno; la disoccupazione, che ad agosto era all'8,4 per cento, è ora migliorata al 7,6 per cento entro la fine dell'anno. Tutti i 17 politici della Fed hanno visto i tassi di interesse rimanere dove sono fino al 2022, con quattro che prevedono la necessità di un aumento dei tassi nel 2023.

Cosa significa tutto questo?

Nel decidere di mantenere i tassi bassi fino, o anche dopo, l'inflazione oltre l'obiettivo del 2%, la Fed si è impegnata a un aumento del PIL e della crescita dell'occupazione, annunciato alla fine del mese scorso dopo una revisione di quasi due anni. La Fed ha mantenuto i tassi vicino allo zero per sette anni durante e dopo la crisi finanziaria del 2008, prima di alzarli nel dicembre 2015. Negli ultimi 10 anni, ci sono voluti più di tre anni perché il PIL aggiustato per l'inflazione tornasse al livello che prevaleva prima la crisi finanziaria globale.

In che modo la Federal Reserve influenza l'inflazione e l'occupazione?

Come altre banche centrali come la Reserve Bank of India, poiché la Fed statunitense conduce la politica monetaria, influenza l'occupazione e l'inflazione principalmente utilizzando strumenti politici per controllare la disponibilità e il costo del credito nell'economia. Lo strumento principale della politica monetaria della Fed è il tasso sui fondi federali, le cui variazioni influenzano altri tassi di interesse, che a loro volta influenzano i costi di finanziamento per famiglie e imprese, nonché le condizioni finanziarie più ampie.

Ad esempio, quando i tassi di interesse scendono, è più conveniente prendere in prestito, quindi le famiglie sono più disposte ad acquistare beni e servizi e le imprese possono espandersi acquistando proprietà e attrezzature. Possono anche assumere più lavoratori, influenzando l'occupazione complessiva. La maggiore domanda di beni e servizi potrebbe far aumentare i salari e altri costi, con un impatto sull'inflazione.

Durante le recessioni, la Fed può ridurre il tasso dei fondi federali al suo limite inferiore vicino allo zero. Se è garantito un supporto aggiuntivo, può utilizzare altri strumenti per influenzare le condizioni finanziarie. Anche se i legami della politica monetaria con l'inflazione e l'occupazione non sono diretti o immediati, la politica monetaria è un fattore chiave.

Espresso spiegatoè ora accesoTelegramma. Clic qui per unirti al nostro canale (@ieexplained) e rimani aggiornato con le ultime

Quale sarà l'impatto sulle economie di mercato emergenti, compresa l'India?

In teoria, un segnale per mantenere tassi più bassi negli Stati Uniti dovrebbe essere positivo per le economie di mercato emergenti (EME), soprattutto dal punto di vista del mercato del debito. Le economie emergenti come l'India tendono ad avere un'inflazione più elevata e tassi di interesse più elevati rispetto ai paesi sviluppati. Di conseguenza, le FII vorrebbero prendere in prestito negli Stati Uniti a bassi tassi di interesse in termini di dollari e investire quel denaro in obbligazioni di paesi come l'India in termini di rupie per guadagnare un tasso di interesse più elevato.

Quando la Fed mantiene bassi i tassi di interesse, la differenza tra i tassi di interesse dei due paesi aumenta, rendendo così paesi come l'India più attraenti per il carry trade.

Un segnale di tasso più basso da parte della Fed significherebbe anche un maggiore impulso alla crescita negli Stati Uniti, che potrebbe essere una notizia positiva per la crescita globale. Ma allo stesso modo, ciò potrebbe tradursi in maggiori investimenti azionari negli Stati Uniti e moderare l'entusiasmo degli investitori per le economie di mercato emergenti.

Qual è stata la posizione della RBI su crescita e inflazione?

Mentre il Comitato di politica monetaria della RBI ha deciso di mantenere invariati i tassi ufficiali nella riunione tenutasi all'inizio di questo mese, il governatore Shaktikata Das ha affermato che è importante mantenere la polvere asciutta e usarla con giudizio. Ha anche affermato che, date le prospettive incerte sull'inflazione, è importante vedere lo slancio dell'inflazione, che dipende anche da misure efficaci dal lato dell'offerta.

Il problema per la RBI è l'efficacia del suo segnale di politica monetaria. Ha tagliato il tasso pronti contro termine di 250 punti base dal 6,5 al 4% nel periodo di 17 mesi da febbraio 2019 a giugno 2020, ma i mutuatari esistenti hanno guadagnato molto poco. I dati mostrano che la media ponderata dei tassi attivi sui prestiti in essere in rupia è diminuita di soli 53 bps, quasi un quinto del taglio del tasso di policy repo.

Il risultato è che, anche se il segnale politico è stato a favore di una forte riduzione dei tassi di interesse, praticamente tutti i mutuatari esistenti continuano a pagare un tasso più elevato sui loro prestiti, limitando così il rialzo delle linee guida della RBI.

Da non perdere da Explained | Nuova ricerca per le vittime dell'alluvione di Kedarnath: perché, come

Nel frattempo, l'inflazione al dettaglio, pur calando leggermente ad agosto con il raffreddamento dell'inflazione alimentare, continua a rimanere al di sopra del limite superiore dell'obiettivo a medio termine della RBI per il quinto mese consecutivo. La preoccupazione è che ciò si tradurrà in un aumento graduale delle aspettative inflazionistiche, che potrebbe esercitare un'ulteriore pressione al rialzo sulla traiettoria dell'inflazione effettiva. Con un'inflazione elevata nel breve termine, lo spazio per un allentamento delle politiche è ridotto, almeno fino alla revisione bimestrale della politica della RBI di dicembre.

Condividi Con I Tuoi Amici:


vuole il wiki di willis