Spiegazione: Sikkim, dal governo Chogyal allo stato indiano - Febbraio 2023

L'attuale instabilità segue un evento unico: l'eliminazione di un governo al potere per la prima volta nella storia del Sikkim. Da quando è entrato in India nel 1975, il Sikkim ha visto cambiare il suo governo solo due volte: in entrambi i casi, il governo era caduto prima che il nuovo fosse votato.

espresso spiegato, espresso spiegato, governo sikkim, spiegatore su sikkim, sikkim spiegato, politica del sikkim, politica del sikkim, sikkim spiegato, storia del sikkim, sikkim, sikkim spiegatoIl Sikkim è entrato a far parte dell'unione indiana nel 1975 come 22° stato (Fonte: sikkimarchives.gov.in)

La scorsa settimana in Sikkim, 10 MLA dell'opposizione SDF hanno disertato al BJP, aggiungendosi al incertezza politica che incombe sullo stato himalayano da quando le elezioni dell'Assemblea nell'aprile di quest'anno hanno consegnato un mandato fratturato.



L'attuale instabilità segue un evento unico: l'eliminazione di un governo al potere per la prima volta nella storia del Sikkim. Da quando è entrato in India nel 1975, il Sikkim ha visto il suo governo cambiato solo due volte: in entrambi i casi, il governo era caduto prima che il nuovo fosse votato. Prima del 1975, il Sikkim era governato dai governanti Chogyal e i diritti democratici erano limitati.

Gli analisti hanno descritto gli eventi attuali come un allontanamento da quella che è stata definita una psicologia monarchica e la traiettoria complessiva è stata vista come orientata verso il rafforzamento della democrazia. In che modo il Sikkim è passato dalla monarchia alla piena statualità indiana?





Sikkim sotto i sovrani Chogyal

Per 333 anni prima del 1975, il Sikkim fu governato dai Chogyal (o re) della dinastia Namgyal di origine tibetana. Secondo un resoconto, il primo sovrano, Penchu ​​Namgyal, fu insediato come re dai lama tibetani nel 1642.

Al suo apice, il regno del Sikkim includeva la valle di Chumbi e Darjeeling. Il primo fa parte della Cina ora. Dopo il 1706, ci furono una serie di conflitti tra le potenze della regione, che includevano Sikkim, Nepal, Bhutan e Tibet, con conseguente restringimento dei confini territoriali del Sikkim.




quanti anni ha rashel diaz

Contatto con l'India britannica

Nel 1814, il Sikkim si alleò con la Compagnia delle Indie Orientali nella campagna di quest'ultima contro il Nepal. Dopo che la Compagnia vinse, restituì al Sikkim alcuni dei territori che il Nepal le aveva strappato nel 1780. Nel 1841, la Compagnia acquistò Darjeeling dai governanti di Namgyal.

Un trattato del 1861 fece del Sikkim un protettorato de facto dell'India britannica. Successivamente, la Convenzione di Calcutta del 1890 ha delimitato il confine tra Sikkim e Tibet, ed è stata firmata dal viceré Lord Lansdowne e dal residente associato imperiale cinese di Qing in Tibet. La Convenzione di Lhasa del 1904 ha affermato la Convenzione di Calcutta.



Indipendenza, continua lotta nel Sikkim

Dopo che l'India divenne indipendente nel 1947, il rapporto tra Nuova Delhi e Gangtok dovette essere ridefinito. Nel 1950 fu firmato un trattato tra il Maharaja Tashi Namgyal e l'allora funzionario politico indiano nel Sikkim Harishwar Dayal. Il rapporto tra l'India e il Sikkim era incapsulato nella clausola: il Sikkim continuerà ad essere un protettorato dell'India e, fatte salve le disposizioni del presente Trattato, godrà di autonomia per quanto riguarda i suoi affari interni.

Nei decenni successivi, l'ampia disparità di reddito e il controllo feudale sulle risorse chiave portarono al malcontento popolare contro i governanti Chogyal. Nel dicembre 1947, diversi gruppi politici si unirono per formare il Sikkim State Congress. Nel 1949, il Chogyal accettò di nominare un Consiglio dei ministri di cinque membri, con tre candidati al Congresso e due suoi.




casa di josh donaldson

Nel 1953, il Chogyal introdusse una nuova Costituzione e si tennero quattro elezioni generali basate su elettorati separati nel 1957, 1960, 1967 e 1970. Afflitta dalla sfiducia tra il Chogyal e il Congresso, nessuna di queste elezioni aiutò a promuovere la democrazia.

Le cose raggiunsero il culmine nel 1973, quando il palazzo reale fu assediato da migliaia di manifestanti. Al Chogyal non rimase altra scelta che chiedere all'India di inviare truppe in suo aiuto. Infine, nello stesso anno fu firmato un accordo tripartito tra il Chogyal, il governo indiano, e tre grandi partiti politici, in modo da poter introdurre importanti riforme politiche.




valore netto del giudice kavanaugh

Dal protettorato allo stato pieno

Nel 1974 si tennero le elezioni, nelle quali il Congresso guidato da Kazi Lhendup Dorji uscì vittorioso sui partiti indipendentisti. Nello stesso anno fu adottata una nuova costituzione, che restrinse il ruolo del Chogyal a un posto titolare. Il Chogyal si risentì e si rifiutò di consegnare il consueto discorso all'Assemblea eletta.

Nello stesso anno, l'India ha aggiornato lo status del Sikkim da protettorato a stato associato, assegnandogli un seggio ciascuno nel Lok Sabha e nel Rajya Sabha. Il Chogyal non era soddisfatto di questa mossa e cercava di internazionalizzare la questione. Ciò non andò bene con i leader eletti del Sikkim e nel 1975 si tenne un referendum.



Un totale di 59.637 ha votato a favore dell'abolizione della monarchia e dell'adesione all'India, con solo 1.496 voti contrari. Successivamente, il parlamento indiano ha approvato un emendamento per rendere il Sikkim uno stato a pieno titolo.

Da non perdere da Explained | XDR TB: cosa lo rende mortale, quanti lo hanno contratto

Condividi Con I Tuoi Amici: