Spiegato: cosa è cambiato nella seconda ondata di Covid-19 in India? - Dicembre 2022

Sono più giovani i contagiati rispetto all'anno scorso? Cosa spiega la crisi dell'ossigeno? Perché le persone vaccinate si ammalano? Decodificare le tendenze che spiccano durante l'ondata di Covid-19 in corso.

Covid-19 India Seconda ondata, pandemia COVID-19, salute spiegata, spiegata, casi di coronavirus in india, seconda ondata, casi di covid-19 in india, notizie india, indiano expressUn paziente Covid-19 a Nuova Delhi (Foto Express: Tashi Tobgyal)

Come l'influenza spagnola del 1918-20, la seconda ondata di pandemia di Covid-19 in tutta l'India è stata più devastante della prima. Sembra anche essere diverso dall'aumento dell'anno scorso in diversi modi, aumentando le preoccupazioni e l'ansia. Ecco cosa devi sapere su cinque tendenze apparenti durante la seconda ondata.



Newsletter | Fai clic per ricevere le spiegazioni migliori della giornata nella tua casella di posta

Sono estremamente attento da più di un anno ormai. Perché ho ancora il Covid-19?





Perché una persona asintomatica, portatrice del virus, avrebbe diffuso il contagio. In India, dicono gli esperti, l'80-85% della popolazione è asintomatica. Continuano ad essere il più grande portatore del virus e in un ambiente chiuso al chiuso, la persona asintomatica trasmetterà il virus anche quando parla. Inoltre, le persone asintomatiche non si isolano in un ambiente domestico.

Una combinazione di una grande popolazione asintomatica e la presenza di varianti più infettive del virus durante la seconda ondata, che è molto più ripida della prima ondata che ha raggiunto il picco a settembre, continua a trasmettere il virus anche a coloro che restano in casa. Ad esempio, il ceppo del Regno Unito rilevato in una proporzione significativa durante la sorveglianza del genoma a Delhi e nel Punjab, ha mostrato una trasmissione del 50% superiore, secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). Anche la mutazione L452R trovata nella variante B1.671, rilevata per la prima volta in India, è stata associata ad una maggiore infettività.



In secondo luogo, nell'ondata attuale, la marcatura della zona di contenimento è stata meno rigorosa. Nelle città il governo ha chiesto alle autorità civili di adottare il microcontenimento: magari con solo un piano o una casa definita zona di contenimento. Se non esiste un monitoraggio efficace nelle zone di microcontenimento, contenere il virus diventa una sfida. In precedenza, un intero appartamento o area sarebbe stata trasformata in una zona di contenimento, riducendo le possibilità di trasmissione del virus. Ora, i team centrali hanno segnalato in rosso il fatto che i contatti ad alto rischio in ambito lavorativo, sociale e familiare non sono stati indagati ed elencati nel Maharashtra, provocando un'impennata. Questo sta accadendo in tutto il paese.


amber leigh cooksey



A differenza dell'anno scorso, vedo intere famiglie abbattute dal Covid. È cambiato qualcosa nella natura dell'infezione?

Eventi di grande diffusione in ambienti interni - feste in casa, incontri sociali - possono innescare epidemie locali se non vengono seguiti comportamenti appropriati per il Covid. Poiché alcune varianti del virus sono più infettive e poiché le zone di microcontenimento non vengono monitorate con la stessa efficacia delle zone di contenimento l'anno scorso, stiamo assistendo a intere famiglie che si ammalano di virus. Le linee guida per la tracciabilità dei contatti non vengono seguite rigorosamente come l'ultima volta. Tutti i contatti diretti e ad alto rischio asintomatici di casi confermati devono essere testati una volta tra il giorno 5 e il giorno 10 di contatto, ma possono continuare a diffondere l'infezione se restituiscono un risultato falso negativo.



Inoltre, durante questa ondata, c'è stato un lungo periodo di attesa per i test. Fino a quando i risultati non saranno disponibili, molte persone asintomatiche violano le linee guida sull'isolamento e diffondono l'infezione.

ISCRIVITI ADESSO :Il canale Telegram spiegato Express

A differenza dell'anno scorso, questa volta molti giovani stanno prendendo il Covid. I giovani non avevano un'immunità più robusta?



L'infezione si sta diffondendo a un ritmo più rapido in ogni fascia di età. Al momento, ci sono pochissimi dati che mostrano quanto dura l'immunità nella popolazione più giovane. Tuttavia, coloro che hanno comorbilità in giovane età sono ad alto rischio.

I dati diffusi dal Centro mostrano che in sette fasce di età fino a 70 anni, la prevalenza dei decessi in questa ondata è paragonabile alla prevalenza nell'ultima ondata. Tuttavia, nelle fasce d'età 70-80 e sopra gli 80 anni, i tassi di mortalità sono più alti, nella seconda ondata sono più alti (vedi riquadro). È ancora la popolazione anziana a essere maggiormente a rischio e deve essere protetta. Tuttavia, il numero di decessi è alto in tutte le fasce d'età perché ci sono più casi. E con il virus che diventa più contagioso e alcune mutazioni che sfuggono alla risposta immunitaria, la popolazione più giovane deve seguire rigorosamente i comportamenti appropriati per il Covid.



In che modo la situazione dell'ossigeno medico ha trasformato questo catastrofico?

Nella seconda ondata, sono emersi dati critici dagli ospedali monitorati dal governo: il 54,5% dei ricoveri durante la seconda ondata ha richiesto ossigeno supplementare durante il trattamento. Questo ha segnato un aumento di 13,4 punti percentuali rispetto al picco di settembre e novembre dello scorso anno, secondo i dati di 40 centri in tutto il paese.

Inoltre, la mancanza di respiro è la caratteristica clinica più comune tra i pazienti sintomatici della seconda ondata.

Per i casi moderati, il protocollo di gestione clinica dell'India raccomanda l'ossigenoterapia come forma primaria di trattamento: l'obiettivo è raggiungere il 92-96% di SpO2, o l'88-92% nei pazienti con BPCO. È questa categoria che richiede letti di ossigeno. Mentre la proporzione di coloro che necessitano di letti di ossigeno si aggira ancora intorno al 10%, questo numero è ai massimi storici con il carico di lavoro attivo dell'India che supera i 26 lakh.


quanto vale mariah lynn

A partire dal 24 aprile, i registri ufficiali hanno mostrato che Delhi, UP, Gujarat e Haryana affrontano gravi carenze a causa di un aumento dei casi. La domanda di ossigeno medico è aumentata del 18% negli ultimi sei giorni in 12 stati, che rappresentano l'83% dei casi attivi dell'India.

Ho fatto il mio primo vaccino non appena sono diventato idoneo. Perché ho ancora il Covid?

I due vaccini approvati per l'uso di emergenza in India non fermano la trasmissione del virus e al momento possono solo ridurre malattie gravi o ospedalizzazioni. I dati diffusi dal governo mostrano che dopo la vaccinazione, circa 2-4 persone su 10.000 sono risultate positive.

Dei 10,03 crore che hanno ricevuto solo la prima dose di Covishield, lo 0,02% (17.145) è risultato positivo; e degli 1,57 crore che hanno ricevuto entrambi i colpi, lo 0,03% (5.014) è risultato positivo. Per Covaxin, lo 0,04% (4.208) dei 93,56 lakh che hanno ricevuto solo la prima dose è risultato positivo, così come lo 0,04% (695) dei 17,37 lakh che hanno ricevuto entrambe le dosi. Ciò significa che le persone che sono state vaccinate dovrebbero continuare a seguire comportamenti adeguati al Covid.