Spiegazione: cosa c'è nella lettera della principessa Latifa alle autorità del Regno Unito? - Agosto 2022

La scorsa settimana, nei video pubblicati dalla BBC, la principessa Latifa ha affermato di essere stata rapita. Ora sta esortando la polizia del Regno Unito a riaprire e indagare sul rapimento di sua sorella maggiore, la principessa Shamsa.

Un'indagine condotta dalla BBC ha rivelato che i video sono stati apparentemente registrati in un bagno e sono stati ripresi nel corso di diversi mesi su un telefono che Latifa ha ricevuto circa un anno dopo il suo ritorno a Dubai nel 2018.

Questa settimana, la principessa Latifa, figlia del sovrano miliardario di Dubai, lo sceicco Mohammed bin Rashid al-Maktoum, ha esortato la polizia del Regno Unito a riaprire e indagare sul rapimento di sua sorella maggiore, la principessa Shamsa, in una lettera che ha condiviso con la BBC .



Newsletter | Fai clic per ricevere le spiegazioni migliori della giornata nella tua casella di posta


patrimonio netto di john legend

Allora cosa sta succedendo?

La scorsa settimana, nei video pubblicati dalla BBC, la principessa Latifa ha affermato di essere stata rapita. Ha affermato di essere tenuta in ostaggio da suo padre in una villa trasformata in una prigione e ha aggiunto di non avere accesso all'assistenza medica. Ha anche affermato di essere in isolamento senza alcun processo o accusa contro di lei.





Un'indagine condotta dalla BBC ha rivelato che i video sono stati apparentemente registrati in un bagno e sono stati ripresi nel corso di diversi mesi su un telefono che Latifa ha ricevuto circa un anno dopo il suo ritorno a Dubai nel 2018. Nei video, Latifa parla di come lei ha cercato di reagire contro i commando quando è stata catturata e che è stata tranquillizzata. Dice che dal suo ritorno a Dubai, è stata trattenuta da sola senza alcun aiuto medico o legale.

Il resoconto di Latifa della sua cattura e successiva detenzione è stato rivelato dalla sua amica Tiina Jauhianen, da suo cugino Marcus Essabri e dall'attivista David Haigh. Fanno tutti parte di una campagna chiamata 'Free Latifa'.



Anche in Spiegato| Chi è la principessa Latifa, che afferma di essere stata incarcerata a Dubai da suo padre, il sovrano degli Emirati Arabi Uniti?

Chi è la principessa Latifa?

La principessa Latifa, o Latifa bint Mohammed al-Makhtoum, è la figlia del sovrano miliardario di Dubai, lo sceicco Mohammed bin Rashid al-Maktoum, a cui è attribuito il merito di aver trasformato Dubai in una delle principali destinazioni per affari e turismo. Lo sceicco Mohammed, anche presidente e vicepresidente degli Emirati Arabi Uniti, è stato in parte educato in Inghilterra, mantiene una conoscenza con la regina Elisabetta e ha fondato la scuderia Godolphin.



La madre di Latifa, Sua Altezza Reale la Principessa Haya bint Al Hussein, ha sposato al-Maktoum nel 2004 ed è la sua seconda moglie ufficiale. Secondo quanto riferito, il sovrano ha un certo numero di mogli non ufficiali con le quali ha avuto almeno 25 figli.

Latifa è nata nel 1984. Secondo la campagna 'Free Latifa', la principessa ha cercato di fuggire dalla residenza di famiglia a Dubai nel 2002. All'epoca aveva 16 anni. Tuttavia, è stata facilmente rintracciata e riportata al palazzo dove sarebbe stata detenuta da suo padre per oltre tre anni, afferma la campagna.

Latifa ha fatto un secondo tentativo di fuga nel febbraio 2018, quando ha incontrato la sua amica Jauhianen in un bar a Dubai. Lei e Jauhianen andarono fuori città e riuscirono ad attraversare il confine con l'Oman. Da lì, è salita su una barca e ha navigato in acque internazionali. Tuttavia, è stata trattenuta appena al largo della costa di Goa in India da una significativa forza militare indiana e degli Emirati Arabi Uniti e riportata di nuovo a Dubai.



Chi è la principessa Shamsa e cosa le è successo?

Il contenuto della lettera condivisa di recente con la BBC riguarda la principessa Shamsa, che secondo Latifa è stata catturata per ordine del padre nel 2000 quando aveva 18 anni. Shamsa, cresciuta in parte nel Regno Unito, suggeriscono i rapporti, non è stata vista in pubblico dal suo presunto rapimento. Shamsa è nata nel 1981 da una delle mogli non ufficiali del sovrano, Huriah Ahmed Al M'aash. Latifa è una delle sorelle piene di Shamsa, l'altra è Sheikha Maitha. Hanno anche un fratello minore, lo sceicco Majid.


sarah wroblewski bio

Nel 2019, un tribunale del Regno Unito ha stabilito che al-Maktoum, che è anche presidente e vicepresidente degli Emirati Arabi Uniti, ha avuto un ruolo nell'orchestrare il rapimento illegale di sua figlia Shamsa nel 2000 dal Regno Unito a Dubai e che lui, su due occasioni nel giugno 2002 e nel febbraio 2018, hanno ordinato e orchestrato il ritorno forzato di sua figlia Latifa alla casa di famiglia a Dubai.




colin cowherd salary fox

I documenti del tribunale menzionano anche che Shamsa ha incontrato un avvocato specializzato in immigrazione nel suo ufficio, probabilmente per poter rimanere nel Regno Unito, nel 2000 e gli ha detto che era cittadina degli Emirati Arabi Uniti, che si era allontanata da suo padre e si trovava in una residenza temporanea. ostello nel sud di Londra. Dopo questo episodio Shamsa lo incontrò altre due volte, dopo di che fu presumibilmente rapita.

Il 5 febbraio 2001, è stata inviata un'e-mail a questo avvocato dalla sorella di Shamsa che consisteva in un account presumibilmente proveniente da Shamsa. Questo account diceva quanto segue: non ho il tempo di scrivere in dettaglio, vengo sempre osservato, quindi vado dritto al punto. Sono stato catturato da mio padre, è riuscito a rintracciarmi tramite qualcuno con cui sono rimasta in contatto. Sono stato catturato il 19 agosto a Cambridge. Ha mandato quattro uomini arabi a prendermi, portavano armi e mi minacciavano, mi hanno portato a casa di mio padre a Newmarket, lì mi hanno fatto due iniezioni e una manciata di compresse, la mattina dopo è arrivato un elicottero e mi ha portato a l'aereo, che mi riportò a Dubai. Sono stato rinchiuso fino ad oggi, ' ', non ho visto nessuno, nemmeno l'uomo che chiami mio padre. Te l'avevo detto che sarebbe successo, ' ', conosco queste persone, hanno tutti i soldi, hanno tutto il potere, pensano di poter fare qualsiasi cosa. Hai detto che se mi avesse rapito, avresti contattato il Ministero degli Interni e li avresti coinvolti. Ora, non ti sto solo chiedendo di segnalarlo immediatamente, ti sto chiedendo il tuo aiuto e di coinvolgere le autorità (coinvolgere tutti).



La polizia del Cambridgeshire ha avviato un'indagine dopo la scomparsa di Shamsa, ma presto ha raggiunto un punto morto, dal momento che agli agenti inquirenti è stato impedito di andare a Dubai, afferma la BBC nel suo rapporto. Inoltre, secondo la BBC, la lettera scritta a mano scritta da Latifa nel 2019 è stata trasmessa alle forze dell'ordine del Cambridgeshire dai suoi amici mercoledì.

ISCRIVITI ADESSO :Il canale Telegram spiegato Express

Ma da dove viene la sentenza dell'Alta Corte britannica?

La sentenza dell'Alta Corte è arrivata dopo che al-Maktoum ha avviato un procedimento in Inghilterra e Galles sotto la giurisdizione dell'Alta Corte di Londra chiedendo ordini che i suoi due figli - Sheikha Al Jalila bint Mohammed bin Rashid Al Maktoum, nato nel 2007, e Sheikh Zayed bin Mohammed bin Rashid Al Maktoum, nato nel 2012, torna a Dubai.

Il procedimento è stato avviato dal sovrano dopo che sua moglie, la principessa Haya, è fuggita nel Regno Unito con i due bambini.