Spiegato: perché il monsone è finito con così tanta pioggia? A caccia di indizi nell'Oceano Indiano - Ottobre 2022

Le precipitazioni record di questa stagione dei monsoni, in particolare nei mesi di agosto e settembre, hanno lasciato perplessi gli scienziati del tempo. Perché c'era così tanta pioggia?

Spiegato: perché il monsone è finito con così tanta pioggia? A caccia di indizi nellAncora nella prima settimana di settembre, il Dipartimento meteorologico indiano sosteneva che le precipitazioni stagionali sarebbero state normali (nell'intervallo 96-104%). (Foto PTI)

Le precipitazioni record di questa stagione dei monsoni, in particolare nei mesi di agosto e settembre, hanno lasciato perplessi gli scienziati del tempo. Dopo un calo di oltre il 30% a giugno, la stagione si è conclusa con un eccesso di precipitazioni del 10%, per la prima volta dal 1931. Le precipitazioni di settembre (152% della media di lungo periodo, o LPA) sono state le più alte dal 1917, le precipitazioni di agosto (115% della LPA) sono state le più alte dal 1996 e le precipitazioni stagionali complessive (110% della LPA) sono state le più alte dal 1994.



Cerca risposte

Ancora nella prima settimana di settembre, il Dipartimento meteorologico indiano sosteneva che le precipitazioni stagionali sarebbero state normali (nell'intervallo 96-104%). Con un influencer come El Niño Southern Oscillation (ENSO) nel Pacifico che quest'anno è rimasto in gran parte neutrale, gli scienziati stanno cercando di stabilire il motivo esatto per le piogge insolite.






patrimonio netto di katie featherston

Nella ricerca di risposte, un fenomeno che attira una certa attenzione è l'Indian Ocean Dipole o IOD, un'interazione oceano-atmosfera simile a El Niño, ma nell'Oceano Indiano. IOD è una misura della differenza tra le temperature della superficie del mare dell'Oceano Indiano occidentale (Mar Arabico) e dell'Oceano Indiano orientale, a sud della costa indonesiana. Quando le acque occidentali sono più calde di quelle orientali, si dice che lo IOD è positivo; nello stato opposto, IOD è negativo.

Come l'ENSO nell'Oceano Pacifico equatoriale, anche l'IOD influenza gli eventi meteorologici e climatici, sebbene il suo impatto sia più debole perché l'Oceano Indiano è considerevolmente più piccolo e meno profondo del Pacifico. Lo IOD ha un impatto sul monsone indiano: si ritiene che uno IOD positivo aiuti le precipitazioni monsoniche mentre è noto che uno IOD negativo lo sopprime.



Il più forte di sempre

L'IOD di quest'anno, che ha iniziato a svilupparsi intorno a giugno ed è cresciuto forte dopo agosto, è stato uno dei più forti mai registrati. I record IOD non sono molto vecchi. Secondo l'Australian Bureau of Meteorology (ACB), misurazioni accurate sono disponibili solo dal 1960. L'attuale evento positivo del Dipolo nell'Oceano Indiano si è notevolmente rafforzato nell'ultimo mese. L'ultimo valore settimanale di +2,15 °C è il valore settimanale positivo più forte almeno dal 2001 (quando è iniziato il set di dati settimanale del Bureau) e forse dal 1997, quando sono stati registrati forti valori mensili, ha affermato l'ACB nel suo ultimo bollettino del 15 ottobre. .



Ciò ha portato gli scienziati a esaminare l'IOD per possibili indizi sulle precipitazioni eccezionali di quest'anno, soprattutto perché anche eventi di IOD così forti negli anni precedenti erano associati a piogge monsoniche elevate.

Negli anni precedenti, abbiamo avuto eventi IOD molto forti nel 1997 e nel 2006. In entrambi gli anni, le precipitazioni monsoniche del sud-ovest sull'India erano circa il 100% del normale. Anche il 1997 è stato un anno forte di El Niño (El Niño sopprime le precipitazioni monsoniche), ma grazie allo IOD positivo, le precipitazioni monsoniche erano normali quell'anno, ha affermato Sridhar Balasubramanian, professore associato di ingegneria meccanica e membro aggiunto della facoltà presso IDP Climate Studi all'IIT Bombay. Quest'anno lo IOD positivo ha iniziato a rafforzarsi da luglio ea settembre si è evoluto nel più forte IOD positivo mai registrato nella storia del monsone estivo indiano.



Collegamento tenue

Al di là della correlazione, gli scienziati stanno attenti a non incolpare direttamente lo IOD per le piogge di quest'anno. Questo perché il legame di IOD con il monsone estivo indiano è nella migliore delle ipotesi tenue. È solo uno dei numerosi fattori che influiscono sul monsone, e non il più dominante.



In effetti, l'influenza dello IOD sul monsone non è completamente compresa. Tuttavia, è noto per avere un'influenza molto più debole dell'ENSO. Anche la relazione di IOD con il monsone estivo indiano è molto meno studiata rispetto a quella di ENSO, ha affermato J Srinivasan, illustre scienziato del Divecha Center for Climate Change presso IISc, Bengaluru.

Inoltre, non è chiaro se lo IOD influenzi il monsone o se sia il contrario. Lo IOD generalmente prende forma verso la seconda metà del monsone estivo, ad agosto e settembre, e gli scienziati non escludono la possibilità che il monsone possa avere un ruolo nella sua comparsa.



È fondamentale ricordare che l'IOD di solito raggiunge il picco a settembre-ottobre-novembre e i suoi impatti sui monsoni non sono molto robusti. Non è chiaro se il monsone stesso svolga un ruolo fondamentale nel forzare lo IOD, ha affermato Raghu Murtugudde dell'Università del Maryland, negli Stati Uniti. Il problema con l'utilizzo di IOD come spiegazione è che la sua definizione non è molto solida. È definito come un gradiente di variazioni SST (temperatura superficiale del mare) est-ovest, ma l'azione è tutta a est, ha detto Murtugudde.

Quest'anno, gli anni precedenti

Questa assenza di 'azione' nell'Oceano Indiano occidentale è stata evidente anche quest'anno, ha sottolineato Srinivasan. Quest'anno c'è stato un forte raffreddamento a sud di Sumatra (nell'Oceano Indiano orientale), ma l'Oceano Indiano occidentale non ha mostrato un grande riscaldamento, ha detto Srinivasan.

I dati dell'Australian Bureau of Meteorology mostrano che dal 1960 ci sono stati solo 10 eventi IOD fortemente positivi prima di quest'anno. Le precipitazioni monsoniche estive sono state insufficienti in quattro di quelle occasioni, più del 100% in altre quattro e normali nelle restanti due.

Il fatto che l'IOD possa aver avuto un ruolo nel portare piogge in eccesso in agosto e settembre non può essere escluso, ma l'entità della sua influenza è qualcosa che deve ancora essere studiato.

Le abbondanti precipitazioni di agosto e settembre di quest'anno sono state un record e, per ora, non sarebbe sbagliato dire che non ne capiamo le ragioni, ha affermato Srinivasan.

Da non perdere da Explained: cosa fanno i pesci in mezzo al cambiamento climatico