Spiegazione: perché la Svizzera ha rifiutato un trattato UE generale - Gennaio 2022

I colloqui sono falliti dopo che le due parti non sono riuscite a trovare un accordo su questioni come il pieno accesso dei cittadini dell'UE al mercato del lavoro svizzero.

La bandiera nazionale della Svizzera e la bandiera dell'Unione europea sono visibili nell'edificio della Commissione europea a Bruxelles, Belgio, 23 aprile 2021. (Foto Reuters)

La Svizzera mercoledì ha detto addio ad anni di negoziati con l'Unione europea su una proposta di accordo generale che avrebbe migliorato le sue relazioni con il blocco – che sono attualmente governate da un mosaico di oltre 120 accordi bilaterali.


patrimonio netto g eazy

I colloqui sono falliti dopo che le due parti non sono riuscite a trovare un accordo su questioni come il pieno accesso dei cittadini dell'UE al mercato del lavoro svizzero e si prevede che il crollo ostacolerà i legami futuri poiché i molteplici accordi esistenti diventano obsoleti o scadono.



Newsletter| Fai clic per ricevere le spiegazioni migliori della giornata nella tua casella di posta



La rottura dei negoziati con il Paese alpino potrebbe anche avere un impatto sulla capacità dell'UE di approfondire le sue future relazioni con il Regno Unito, che si è finalmente separato dal blocco dopo un aspro processo Brexit.

Legami tra la Svizzera e l'UE

La Svizzera è il quarto partner commerciale dell'UE ed è circondata da paesi dell'UE. Circa 14 lakh di cittadini dell'UE vivono in Svizzera, che ha una popolazione totale di circa 85 lakh. Circa 3,4 lakh attraversano il confine per lavorare nelle industrie svizzere. L'UE è la più grande destinazione commerciale della Svizzera, con il paese che esporta beni e servizi per un valore di 160 miliardi di euro nel blocco nel 2020.



Le relazioni tra i due partner poggiano sulla base di oltre 120 trattati separati, cosa che ha frustrato a lungo l'UE. A differenza del Regno Unito, la Svizzera ha accesso al mercato unico dell'UE e mantiene aperte le frontiere.

Perché era necessario un accordo quadro?

L'UE spingeva da anni per un accordo quadro istituzionale con la Svizzera, e aveva diffuso una scheda informativa che sottolineava come la mancanza di regole comuni avrebbe portato il Paese alpino a perdere il suo status di 'privilegiato' con il sistema elettrico del blocco, e che la mancanza di un accordo quadro stava ostacolando l'accesso dei vettori aerei svizzeri al mercato interno dell'UE, secondo l'Associated Press.

L'UE ha suggerito che la mancanza di un accordo globale potrebbe anche ostacolare la cooperazione nel mercato del lavoro, nel settore sanitario, nell'istruzione e nella ricerca.



I colloqui per l'ampio accordo sono iniziati nel 2014 e sono stati accelerati dopo il referendum sulla Brexit nel 2016, dopo che i leader dell'UE temevano che il Regno Unito potesse citare l'esempio svizzero come prova per cogliere i vantaggi del mercato unico pur rimanendo fuori dal blocco formale struttura, secondo il Financial Times. Entrambe le parti hanno concordato una bozza di accordo nel 2018, ma il governo svizzero ha chiesto tempo per consultarsi con i partner nazionali sulla sua attuazione.

ISCRIVITI ADESSO :Il canale Telegram spiegato Express

Allora, cosa ha causato il fallimento dei colloqui?

L'UE aveva chiesto il pieno accesso dei suoi cittadini al mercato del lavoro svizzero, anche per chi cerca lavoro. Il Consiglio federale svizzero era contrario a ciò, poiché avrebbe concesso ai cittadini non svizzeri diritti di previdenza sociale, cosa che Cassis ha definito un cambiamento di paradigma indesiderato.

La migrazione dall'UE è una questione controversa in Svizzera, dove un partito populista e nazionalista ha attualmente il maggior numero di seggi in parlamento. Nel 2014, il popolo svizzero ha approvato un referendum chiamato Stop all'immigrazione di massa volto a limitare i cittadini dell'UE nel paese. Anche gli oppositori politici interni hanno criticato il progetto di accordo in quanto viola la sovranità della Svizzera.



Gli esperti affermano che sarebbe stato difficile per il governo svizzero ottenere l'approvazione del trattato in patria, poiché avrebbe dovuto essere distaccato in un referendum nazionale con una maggioranza assoluta e una maggioranza dei 36 canoni o stati del paese.

Cassis ha affermato che il governo svizzero ha impiegato anni a mettere a punto la sua politica di immigrazione per garantire la pace sociale e che non voleva sconvolgere quell'equilibrio.



Come hanno reagito le parti al crollo?

La partenza della Svizzera dai colloqui ha ottenuto un rimprovero dalla Commissione esecutiva dell'UE, che ha definito la decisione unilaterale e ha affermato che gli accordi bilaterali esistenti non erano all'altezza dei legami attuali. La Commissione ha affermato che avrebbe analizzato attentamente l'annuncio svizzero, ma ha insistito sul fatto che chiunque abbia accesso al mercato unico dell'UE deve essere soggetto alle stesse condizioni.

Cassis, d'altra parte, ha affermato che la Svizzera desiderava mantenere strette relazioni con l'UE, ma ha suggerito che il suo paese non stava ottenendo il rispetto che meritava dal blocco. Ha detto: Vogliamo che la Svizzera sia trattata su un piano di parità rispetto ad altri Stati terzi (al di fuori dell'UE), che si tratti di cooperazione o di riconoscimento di standard uguali.

Cassis ha anche affermato che la Svizzera vuole mantenere i suoi legami basati sulle relazioni bilaterali e che altri colloqui potrebbero continuare nonostante il fallimento di un ampio accordo. Ha anche detto che l'impasse non dovrebbe essere paragonato alla Brexit, definendola l'esatto contrario. Cassis ha detto: Loro (gli inglesi) hanno fatto un passo indietro e volevano prendere completamente le distanze. Quindi è una logica totalmente diversa da quella della Brexit, e non siamo davanti a un precipizio.