Compensazione Per Il Segno Zodiacale
Personale C Celebrità

Scopri La Compatibilità Con Il Segno Zodiacale

Spiegato: perché il Telangana HC ha paragonato il Covid-19 a un cavallo di Troia?

Non eseguire test in grandi quantità è quasi come invitare il cavallo di Troia', ha affermato la scorsa settimana l'Alta Corte di Telangana. Cosa significa questo?

spiegato:Un'illustrazione generata al computer del cavallo di Troia alle porte di Troia. (immagini Getty)

La scorsa settimana, l'Alta Corte di Telangana ha fermato il governo statale per il basso tasso di test del coronavirus. Ha ordinato alle autorità sanitarie di testare il defunto per Covid-19 prima di rilasciare i corpi. Ha anche chiesto al governo perché i test non venivano condotti nelle zone ad alto rischio.





Non testare in grandi numeri è quasi come invitare il cavallo di Troia. Perché il governo di Telangana è in fase di test? I vincoli finanziari non possono essere citati come una ragione poiché le vite umane sono più importanti, ha affermato il banco.

Usato come metafora, il termine cavallo di Troia si riferisce a qualsiasi persona o cosa che inganna o svia un bersaglio per attaccarlo dall'interno. Deriva dall'antica storia greca della guerra di Troia, un'epopea che per secoli ha influenzato la poesia, l'arte e la letteratura occidentali.



Parte della mitologia greca, la leggenda troiana è stata raccontata in particolare dal famoso autore greco Omero nei suoi poemi epici, Iliade e Odissea, che si ritiene siano stati scritti entrambi nell'VIII secolo a.C.


patrimonio netto boxer butterbean

La guerra di Troia



Come descritto nei classici, la guerra fu combattuta dopo che l'antico stato greco di Sparta invase Troia, un regno situato sulla costa occidentale dell'odierna Turchia, dopo che la regina spartana Elena fuggì con il principe troiano Paride. Secondo alcune versioni, Elena fu rapita dai Troiani.

Sconvolto, il marito di Elena, il re spartano Menelao marciò con suo fratello Agamennone, re di Micene (un altro stato greco), per salvare Elena. La parte greca era supportata da altri potenti alleati e comprendeva i leggendari guerrieri Achille, Ulisse, Nestore e Aiace. I greci attraversarono il Mar Egeo e assediarono Troia chiedendo il ritorno di Elena.



Espresso spiegatoè ora accesoTelegramma. Clic qui per unirti al nostro canale (@ieexplained) e rimani aggiornato con le ultime

Una sanguinosa battaglia infuriò per più di 10 anni, dopo di che i greci fecero finta di ritirarsi dalle loro posizioni, lasciando un grande cavallo di legno all'interno del quale alcuni dei loro soldati si nascosero alle porte di Troia. Con loro grande sfortuna, gli ignari popoli troiani decisero di trasportare il cavallo di legno che apparentemente consideravano un dono, nella loro città. Di notte, i soldati greci guidati da Ulisse emersero dal cavallo e aprirono le porte della città dall'interno, attraverso le quali entrò una forza più grande, lasciando Troia alla rovina. Secondo l'Odissea classica di Omero, Elena tornò a Sparta con Menelao.



Cosa significa il riferimento di HC al cavallo di Troia

L'Alta Corte ha paragonato i portatori di coronavirus asintomatici al cavallo di Troia. Simile alla storia di Troy, potremmo interagire con portatori asintomatici, parlare con loro, invitarli a casa, senza sospettare nulla, e prima che ce ne rendiamo conto, il virus si sarebbe trasmesso a noi.




quanto vale viola davis

Poiché una persona non ha sintomi, non è possibile sapere se è portatrice di coronavirus a meno che non venga testata.

Le rovine di Troia



La storia classica, che contiene episodi di miracoli divini e conquiste sovrumane, è stata per anni sfatata come opera di finzione. Tuttavia, gli archeologi nel 19° secolo iniziarono a cercare indizi che indicassero una tale guerra.

Nel 1870, l'archeologo tedesco Heinrich Schliemann condusse importanti scavi in ​​quello che si credeva fosse il sito della storica Troia, e finì per trovare strati di detriti, manufatti preziosi e un piccolo tumulo di cittadella. Nel corso degli anni, i ricercatori hanno scoperto nove strati abitativi costruiti l'uno sull'altro dal 3000 a.C. fino all'abbandono del sito nel 1350 d.C., dimostrando che Troia era una città importante durante l'età del bronzo. Il settimo strato, datato intorno al 1180 aC, è ora ritenuto essere la città che potrebbe essere stata distrutta durante la guerra di Troia.

Nel 1998, l'UNESCO ha designato i resti di Troia a Hisarlik in Turchia come sito del patrimonio mondiale. In termini scientifici, i suoi vasti resti sono la dimostrazione più significativa del primo contatto tra le civiltà dell'Anatolia e il mondo mediterraneo. Inoltre, l'assedio di Troia da parte di guerrieri spartani e achei provenienti dalla Grecia nel XIII o XII secolo a.C., immortalato da Omero nell'Iliade, ha ispirato da allora grandi artisti creativi in ​​tutto il mondo, afferma il sito web dell'UNESCO.

Condividi Con I Tuoi Amici: