Come camminava Steve Bannon: il potere del presidente degli Stati Uniti di perdonare e fare il pendolare - Gennaio 2022

Il presidente degli Stati Uniti ha il diritto costituzionale di graziare o commutare le sentenze relative a crimini federali. La Corte Suprema ha stabilito che questo potere è concesso senza limiti e non può essere limitato dal Congresso.

La clemenza è un ampio potere esecutivo discrezionale, il che significa che il presidente non è responsabile delle sue scuse e non deve fornire una ragione per emetterne una. Ma ci sono alcune limitazioni.

Nelle ultime ore della sua presidenza, Donald Trump ha esercitato il suo potere in base alla Costituzione degli Stati Uniti per perdonare o commutare le sentenze di 143 persone, incluso il suo ex capo stratega Steve Bannon.

Trump ha ripetutamente usato i poteri di clemenza di cui gode il presidente per salvare aiutanti e sostenitori corrotti nei guai con la legge.




quanto vale Joe Jonas

I poteri di clemenza del presidente



Il presidente degli Stati Uniti ha il diritto costituzionale di graziare o commutare le sentenze relative a crimini federali. La Corte Suprema ha stabilito che questo potere è concesso senza limiti e non può essere limitato dal Congresso.

La clemenza è un ampio potere esecutivo discrezionale, il che significa che il presidente non è responsabile delle sue scuse e non deve fornire una ragione per emetterne una. Ma ci sono alcune limitazioni.



Ad esempio, il presidente non può concedere la grazia in caso di impeachment di funzionari. L'articolo II, paragrafo 2 della Costituzione afferma che i presidenti avranno il potere di concedere grazia e grazia per i reati contro gli Stati Uniti, tranne nei casi di impeachment.

Inoltre, come detto sopra, il potere non è disponibile per i crimini di stato. Ciò significa che coloro che sono stati graziati dal presidente possono ancora essere processati secondo le leggi dei singoli stati.


formica ed ex moglie

ISCRIVITI ADESSO :Il canale Telegram spiegato Express



Fonte: ORA

Il controverso perdono di Trump

Oltre a Bannon, l'elenco dei beneficiari dell'azione del presidente nella tarda serata di martedì include Elliott Broidy, un agente repubblicano che si è dichiarato colpevole l'anno scorso di aver cospirato per violare le leggi sulle lobby straniere come parte di uno schema per influenzare l'amministrazione Trump per conto di interessi malesi e cinesi , e Ken Kurson, un amico del potente genero di Trump, Jared Kushner, che era stato accusato di cyberstalking.

Dopo la sua sconfitta a novembre, Trump ha perdonato i suoi stretti collaboratori Paul Manafort, Roger Stone e Michael Flynn, tutti incriminati nell'inchiesta del consiglio speciale sull'ingerenza russa durante le elezioni del 2016. Anche il padre di Kushner, Charles, uno sviluppatore immobiliare, ha ottenuto la grazia; era stato condannato nel 2004 per 18 capi di imputazione per evasione fiscale, manomissione di testimoni e donazioni illecite per campagne elettorali.



A dicembre, è stato riferito che Trump stava considerando di concedere la grazia preventiva per il suo stretto alleato Rudy Guiliani, tre dei suoi figli - Donald Trump Jr., Eric Trump e Ivanka Trump - e il giovane Kushner. Il presidente aveva anche riflettuto sulla possibilità di perdonare se stesso, dicendo pubblicamente che aveva il diritto assoluto di farlo.


stipendio brandi passante

Sono state celebrate anche alcune grazie. All'inizio dello scorso anno, Trump ha concesso il perdono completo ad Alice Marie Johnson, condannata all'ergastolo per la prima volta per reato di droga e le cui preoccupazioni sono state sollevate per la prima volta dalla donna d'affari e star della reality TV Kim Kardashian West. Nel 2018, ha concesso un perdono postumo al pugile Jack Johnson, che è stato incarcerato più di cento anni fa per aver violato il razzista White Slave Traffic Act attraversando i confini di stato con una donna bianca.



Le scuse degli altri Presidenti

Sebbene Trump abbia infranto più di alcune norme mentre emetteva clemenza, ha usato questo potere meno frequentemente di molti altri presidenti, incluso Barack Obama, che durante il suo mandato di otto anni ha emesso 212 grazie e 1.715 commutazioni.

Secondo Forbes, nei suoi quattro anni alla Casa Bianca, Trump ha emesso 89 commutazioni e 116 grazia.

Il maggior numero di borse di clemenza da parte di un presidente nella storia degli Stati Uniti (3.796) è arrivato durante il mandato di Franklin D. Roosevelt, il leader del paese durante la seconda guerra mondiale e anche l'occupante più lungo della Casa Bianca, che sconta 12 anni.