Spiegato: qual è l'accordo di pace firmato tra l'Azerbaigian e l'Armenia? - Luglio 2022

Secondo il nuovo accordo di pace, entrambe le parti manterranno ora le posizioni nelle aree che detengono attualmente, il che significherà un guadagno significativo per l'Azerbaigian.

Accordo di pace Armenia Azerbaigian, conflitto Armenia Azerbaigian, Nagorno-Karabakh, accordo di pace Nagorno-Karabakh, cessate il fuoco Armenia Azerbaigian, ruolo della Russia nel Nagorno-Karabakh, espresso spiegato, espresso indianoGli azeri celebrano l'accordo di pace a Baku il 10 novembre. (Foto: AP)

Martedì (10 novembre), la Russia ha negoziato un nuovo accordo di pace tra Armenia e Azerbaigian, i due paesi che sono in conflitto militare da oltre sei settimane nella contesa regione del Nagorno-Karabakh nel Caucaso meridionale.

Nel corso del conflitto, considerato uno dei più gravi degli ultimi anni, secondo le autorità del Nagorno-Karabakh, oltre 1200 hanno perso la vita, mentre migliaia sono stati gli sfollati.



L'accordo, che dovrebbe porre fine al conflitto tra le due nazioni, è stato firmato dal presidente russo Vladimir Putin, dal presidente azero Ilham Aliyev e dal primo ministro armeno Nikol Pashinyan. Dall'inizio del conflitto a settembre, sono stati firmati più accordi di cessate il fuoco tra le due parti, ma finora nessuno ha avuto successo.



Allora, qual è il nuovo accordo di pace?

Secondo il nuovo accordo di pace, entrambe le parti manterranno ora le posizioni nelle aree che detengono attualmente, il che significherà un guadagno significativo per l'Azerbaigian poiché ha rivendicato oltre il 15-20 per cento del suo territorio perduto durante il recente conflitto, l'AFP segnalato.



Inoltre, in base a questo accordo, tutte le operazioni militari sono sospese, le forze di pace russe saranno schierate lungo la linea di contatto nel Nagorno-Karabakh e lungo il corridoio di Lachin che collega la regione all'Armenia. Queste forze di pace russe con una forza di circa 2.000 saranno schierate nell'area per un periodo di cinque anni.

Rifugiati e sfollati interni ritorneranno nella regione e nei territori adiacenti e le due parti si scambieranno anche prigionieri di guerra e corpi. Significativamente, sarà aperto un nuovo corridoio da Nakhchivan all'Azerbaigian, che sarà sotto il controllo russo.

La BBC ha riferito che una grande folla si è radunata nella capitale armena per protestare contro l'accordo di pace, mentre Aliyev dell'Azerbaigian ha affermato che l'accordo è stato di importanza storica.



Qual è la posta in gioco per la Russia?

Il ruolo della Russia nel conflitto è stato in qualche modo opaco poiché fornisce armi a entrambi i paesi ed è in un'alleanza militare con l'Armenia chiamata Organizzazione del Trattato di sicurezza collettiva. In una dichiarazione rilasciata il mese scorso, Dmitry Peskov, addetto stampa del presidente della Federazione Russa, ha affermato che la Russia ha sempre assunto una posizione equilibrata sulla questione e ha tradizionalmente buoni rapporti con entrambi i paesi.

Qual è la regione del Nagorno-Karabakh?



A cavallo tra l'Asia occidentale e l'Europa orientale, il Nagorno-Karabakh è internazionalmente riconosciuto come parte dell'Azerbaigian, ma la maggior parte della regione è controllata dai separatisti armeni. Il Nagorno-Karabakh fa parte del territorio dell'Azerbaigian dall'era sovietica. Quando l'Unione Sovietica iniziò a crollare alla fine degli anni '80, il parlamento regionale armeno votò per il trasferimento della regione all'Armenia; le autorità sovietiche rifiutarono la richiesta.

Seguirono anni di scontri tra le forze dell'Azerbaigian e i separatisti armeni. La violenza è durata fino agli anni '90, lasciando decine e migliaia di morti e sfollando centinaia di migliaia. Nel 1994, la Russia ha negoziato un cessate il fuoco, quando ormai l'etnia armena aveva preso il controllo della regione.



Accordo di pace Armenia Azerbaigian, conflitto Armenia Azerbaigian, Nagorno-Karabakh, accordo di pace Nagorno-Karabakh, cessate il fuoco Armenia Azerbaigian, ruolo della Russia nel Nagorno-Karabakh, espresso spiegato, espresso indianoLa gente protesta contro i termini dell'accordo di pace nel palazzo del governo a Yerevan, in Armenia, il 10 novembre. (Foto: AP)

Mentre l'area rimane in Azerbaigian, è oggi governata da armeni separatisti che l'hanno dichiarata una repubblica chiamata Nagorno-Karabakh Autonomous Oblast. Sebbene il governo armeno non riconosca il Nagorno-Karabakh come indipendente, sostiene la regione politicamente e militarmente.

Ci sono stati altri accordi di cessate il fuoco?

Anche dopo l'accordo di pace del 1994, la regione è stata segnata da regolari scontri a fuoco. Nel 2016, ha visto una guerra di quattro giorni prima che la Russia mediasse la pace. Il gruppo di Minsk dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE), presieduto da Francia, Russia e Stati Uniti, ha cercato di convincere i due paesi a raggiungere un accordo di pace per diversi anni.


Harvey Weinstein altezza e peso

Questo ottobre, entrambi i paesi hanno concordato un accordo di cessate il fuoco, anch'esso mediato dalla Russia, ma senza successo. Express Explained è ora su Telegram

Qual è il ruolo dell'etnia nel conflitto tra i due paesi?

Le tensioni etniche di decenni fa hanno un ruolo cruciale nella disputa. Mentre gli azeri affermano che la regione contesa era sotto il loro controllo nella storia conosciuta, gli armeni sostengono che il Karabakh faceva parte del regno armeno. Attualmente, la regione contesa è costituita da una popolazione a maggioranza cristiana armena, anche se è internazionalmente riconosciuta come parte dell'Azerbaigian a maggioranza musulmana.

Come è iniziato il recente conflitto?

È iniziata la mattina del 27 settembre, da quando ogni paese ha affermato di aver inflitto gravi perdite al suo avversario. Ciò che è diverso nell'attuale fiammata è che questa è la prima volta che entrambi i paesi hanno proclamato la legge marziale.

Secondo il Center for Eastern Studies (OSW) con sede a Varsavia, l'attuale escalation è stata molto probabilmente avviata dall'Azerbaigian. I resoconti dei media hanno notato che gli scontri erano forse una ricaduta del tentativo dell'Azerbaigian di rivendicare alcuni territori occupati dagli armeni separatisti.

Il presidente del Consiglio nazionale dell'Azerbaigian ha affermato in una dichiarazione che l'operazione militare dell'esercito azero continua a ripulire i territori occupati dal nemico da quasi 30 anni. Ha detto che il 27 settembre è stato un giorno di esaurimento e ha affermato che l'Armenia ha occupato le regioni intorno al Nagorno-Karabakh con il diretto sostegno della Russia per creare una zona di sicurezza.