Spiegazione: cos'è il ciclo solare 25, recentemente annunciato dagli scienziati della NASA e della NOAA? - Febbraio 2023

I cicli solari hanno implicazioni per la vita e la tecnologia sulla Terra e per gli astronauti nello spazio. L'attività solare varia con le fasi del ciclo solare, che dura in media per un periodo di 11 anni.

Ciclo solare 25, cosCome le stagioni sulla Terra, il Sole segue un ciclo di 11 anni, durante il quale le attività solari oscillano tra minimi e massimi solari. (Twitter/@NASA)

Martedì, gli scienziati della NASA e della National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) hanno annunciato le loro previsioni sul nuovo ciclo solare, chiamato Solar Cycle 25, che ritengono sia iniziato. I cicli solari hanno implicazioni per la vita e la tecnologia sulla Terra e per gli astronauti nello spazio.



Che cos'è un ciclo solare?

Poiché la superficie del Sole è uno spazio molto attivo, i gas caricati elettricamente sulla sua superficie generano aree di potenti forze magnetiche, chiamate campi magnetici. Poiché i gas sulla superficie del Sole sono in costante movimento, questi campi magnetici possono allungarsi, torcersi e aggrovigliarsi creando movimento sulla superficie, che viene definito attività solare. L'attività solare varia con le fasi del ciclo solare, che dura in media per un periodo di 11 anni.

In che modo gli scienziati monitorano l'attività solare?

Gli scienziati tracciano un ciclo solare utilizzando le macchie solari, che sono le macchie scure sul Sole associate all'attività solare. Le macchie solari sono associate all'origine di esplosioni giganti come i brillamenti solari che possono emettere luce, energia e materiale solare nello spazio.





Cosa sono le macchie solari?

Una macchia solare è un'area del Sole che appare scura sulla superficie ed è relativamente più fresca delle parti circostanti. Questi punti, alcuni grandi fino a 50.000 km di diametro, sono i marcatori visibili del campo magnetico del Sole, che forma una coperta che protegge il sistema solare dalle dannose radiazioni cosmiche. Quando una macchia solare raggiunge fino a 50.000 km di diametro, può rilasciare un'enorme quantità di energia che può portare a brillamenti solari.

L'inizio di un ciclo solare è tipicamente caratterizzato da poche macchie solari ed è quindi indicato come minimo solare. Martedì, gli esperti hanno annunciato che il minimo solare per il ciclo solare 25 si è verificato a dicembre 2019. Ci è voluto del tempo per annunciarlo a causa della variabilità del Sole.



Gli scienziati prevedono che un massimo solare (a metà del ciclo solare) sarà raggiunto entro luglio 2025 e che questo ciclo solare sarà forte quanto l'ultimo ciclo solare, che era un ciclo inferiore alla media ma non privo di rischi.

Espresso spiegatoè ora accesoTelegramma. Clic qui per unirti al nostro canale (@ieexplained) e rimani aggiornato con le ultime



Perché gli scienziati monitorano l'attività solare?

Gli scienziati monitorano l'attività solare perché può avere effetti sulla Terra. Ad esempio, quando le particelle cariche provenienti dalle espulsioni di massa coronale (CME) raggiungono aree vicino alla Terra, possono innescare intensi fulmini nei cieli denominati aurore. Quando le CME sono particolarmente forti, possono anche interferire con le reti elettriche, causando interruzioni e interruzioni dell'elettricità. La NASA osserva che i brillamenti solari e le CME sono le esplosioni più potenti nel nostro sistema solare.

Inoltre, i brillamenti solari possono avere un effetto importante sulle comunicazioni radio, sulla connettività dei sistemi di posizionamento globale (GPS), sulle reti elettriche e sui satelliti. Il mese scorso, spaceweather.com ha riferito di aver osservato un enorme gruppo di macchie solari, AR2770, che ha emesso alcuni brillamenti solari minori



Nel 1967, un grande brillamento solare ha quasi portato a una guerra nucleare durante la Guerra Fredda, secondo un rapporto di space.com. Nel maggio di quell'anno, i siti radar del sistema di allarme rapido per i missili balistici dell'aeronautica americana in Alaska, Groenlandia e Regno Unito si sono inceppati a causa del brillamento, causando l'erronea convinzione dei funzionari statunitensi di ritenere l'Unione Sovietica responsabile dei guasti del radar. È stato solo dopo che gli scienziati del North American Aerospace Defense Command (NORAD) hanno informato i leader statunitensi del brillamento solare che la questione si è attenuata.


Genevieve Goings sposato

Recentemente, gli scienziati hanno sviluppato un nuovo modello in grado di prevedere con successo sette dei più grandi brillamenti del Sole dall'ultimo ciclo solare, su un set di nove con l'aiuto del Solar Dynamics Observatory della NASA.



Condividi Con I Tuoi Amici: