Nuova ricerca: confronto dei livelli di anticorpi nei riceventi Moderna e Pfizer Covid-19 - Gennaio 2022

Moderna vs Pfizer: i risultati sono significativi perché questi risultati segnano un altro passo avanti verso gli scienziati che determinano se un vaccino contro il Covid-19 può essere superiore per determinati dati demografici.

In questa illustrazione sono visibili fiale con etichette per vaccini contro il coronavirus Pfizer-BioNTech e Moderna. (Illustrazione Reuters: Dado Ruvic)

I ricercatori della School of Medicine dell'Università della Virginia hanno quantificato la risposta anticorpale generata dai vaccini Pfizer e Moderna Covid.

Lo studio, pubblicato su JAMA Network Open, ha scoperto che i livelli di anticorpi nei destinatari del vaccino Moderna erano leggermente più alti rispetto ai destinatari del vaccino Pfizer.



Gli scienziati hanno affermato che non bisogna considerare i numeri degli anticorpi come base per l'efficacia dei vaccini, secondo un comunicato stampa diffuso dall'Università della Virginia. Notano che i vaccini hanno mostrato prestazioni eccezionali e affermano che le nuove scoperte sono significative perché questi risultati segnano un altro passo avanti verso gli scienziati che determinano se un vaccino può essere superiore per determinati dati demografici.



Sono stati raccolti campioni di sangue da 167 dipendenti dell'Università che avevano ricevuto i vaccini; 79 di loro hanno ricevuto Pfizer mentre 88 hanno ricevuto Moderna.

Nel complesso, i ricercatori hanno scoperto che Moderna ha prodotto più anticorpi nel sangue dopo la seconda dose rispetto a Pfizer. Moderna ha prodotto 68,5 microgrammi di anticorpi per millilitro di sangue mentre Pfizer ha prodotto 45,9 microgrammi di anticorpi per millilitro di sangue.



Fonte: Università della Virginia