Raja Ravi Varma, il pittore che aiutò gli indiani a riportare a casa i loro dei - Luglio 2022

Si ritiene che Raja Ravi Varma, artista prolifico, abbia realizzato circa 7.000 dipinti prima della sua morte all'età di 58 anni.

Varma ha lavorato sia su ritratti che su paesaggi ed è considerato tra i primi artisti indiani ad utilizzare i colori ad olio. (Wikimedia Commons)

Il 29 aprile è l'anniversario della nascita del famoso pittore indiano Raja Ravi Varma (1848-1906), ricordato per aver regalato agli indiani le loro rappresentazioni occidentali e classiche di divinità e divinità indù. Attraverso la sua macchina da stampa, la rappresentazione umanizzata di Varma del pantheon indù ha viaggiato oltre le superfici di tele costose, e nei salotti di preghiera e di soggiorno delle case della classe operaia.


chase evan martsolf

Si ritiene che Varma, artista prolifico, abbia realizzato circa 7.000 dipinti prima della sua morte all'età di 58 anni. Le sue opere più famose includono Damayanti Talking to a Swan, Shakuntala Looking for Dushyanta, Nair Lady Adorning Her Hair e Shantanu e Matsyagandha.



Raja Ravi Varma

Varma nacque nell'aristocrazia a Kilimanoor nell'ex stato di Travancore dell'attuale Kerala, ed era strettamente imparentato con la sua famiglia reale. In tenera età, Varma mostrò un vivo interesse per il disegno e disegnerebbe sulle pareti del palazzo di Kilimanoor, dove viveva. Suo zio, Raja Raja Varma, notò il talento del giovane Varma e diede a quest'ultimo lezioni iniziali di pittura.



In foto | Samantha Akkineni e altri ricreano i dipinti di Raja Ravi Varma

All'età di 14 anni, Varma fu frequentato da Ayilyam Thirunal, l'allora sovrano di Travancore, e continuò a ricevere una formazione in acquerelli da Ramaswamy Naidu, il pittore reale. Successivamente, Varma ha studiato pittura ad olio con il pittore britannico Theodore Jensen. Oltre a Travancore, Varma lavorò anche per altri ricchi mecenati come il Gaekwad di Baroda.



Varma ha lavorato sia su ritratti che su paesaggi ed è considerato tra i primi artisti indiani ad utilizzare i colori ad olio. Oltre a dipingere figure mitologiche indù, Varma ha anche realizzato ritratti di molti indiani ed europei.

Espresso spiegatoè ora accesoTelegramma. Clicqui per unirti al nostro canale (@ieexplained)e rimani aggiornato con le ultime

Varma è anche noto per aver padroneggiato la riproduzione del suo lavoro sulla stampa litografica, attraverso la quale i suoi dipinti si sono diffusi in lungo e in largo. Continua ad essere considerato il più importante rappresentante della scuola di pittura europeizzata in India. Il suo dipinto del 1873, Nair Lady Adorning Her Hair, vinse prestigiosi premi Varma tra cui la Medaglia d'Oro del Governatore quando fu presentato alla Presidenza di Madras e il Certificato di Merito in una mostra a Vienna.



Nel 1904, il governo coloniale britannico assegnò a Varma la Kaiser-i-Hind Gold Medal. Nel 2013, un cratere sul pianeta Mercurio è stato nominato in suo onore.