Spiegazione: lo stato della guerra in Siria e la sanguinosa battaglia per Idlib - Gennaio 2022

La Turchia ha chiuso il confine e sta cercando di proteggersi dalle ondate di profughi sfollati mentre Assad spinge avanti con una brutale campagna per riprendersi Idlib.

Guerra in Siria, Guerra in Turchia, Guerra di Idlib, guerra su Idlib, guerra in Siria, Recep Tayyip Erdogan, Presidente turco, Presidente della Turchia Recep Tayyip Erdogan, Express Explained, Indian ExpressSabato, mentre la Turchia ha subito la sua 16a vittima militare a Idlib, il suo presidente Recep Tayyip Erdogan ha detto che avrebbe incontrato il presidente russo Vladimir Putin e il cancelliere tedesco Angela Merkel per discutere della situazione. (Foto AP)

La guerra di nove anni in Siria sta attualmente infuriando nel nord-ovest provincia diIdlib, con tensioni in rapida escalation tra le forze governative del presidente Bashar al-Assad e l'esercito turco.

Sabato, mentre la Turchia ha subito la sua 16a vittima militare a Idlib, il suo presidente Recep Tayyip Erdogan ha detto che avrebbe incontrato il presidente russo Vladimir Putin e il cancelliere tedesco Angela Merkel per discutere della situazione.



Le forze del presidente Assad sono sostenute dalla Russia, che si scontra con migliaia di truppe turche a sud del confine con la Siria. La Turchia ha chiuso il confine e sta cercando di proteggersi dalle ondate di profughi sfollati mentre Assad spinge avanti con una brutale campagna per riprendersi Idlib.



Cosa ha causato la recente escalation di Idlib?

All'inizio di questo mese, la Turchia ha aperto altre due postazioni militari a Idlib oltre alle postazioni precedentemente esistenti nella Siria nordoccidentale.



L'8 febbraio è emerso che le forze siriane stavano circondando il posto di osservazione turco ad Al-Eiss, una città nella provincia di Aleppo, catturando la città e alcune aree circostanti.

Il 10 febbraio almeno cinque soldati turchi sono rimasti feriti negli attacchi dei siriani. Questo è stato seguito da altri attacchi che hanno provocato l'uccisione di due soldati turchi e il ferimento di altri cinque.

In seguito ai ripetuti attacchi alle forze turche nella regione, venerdì Ankara ha minacciato imminenti attacchi alle forze governative siriane per rappresaglia. L'ONU ha affermato che l'escalation a Idlib si tradurrà in un bagno di sangue.




cantante di jayma mays

Dopo che Erdogan ha parlato con Putin e ha accettato i colloqui per discutere di un potenziale cessate il fuoco, il Cremlino ha affermato che durante lo scambio è stata sottolineata la necessità del rispetto incondizionato per la sovranità e l'integrità territoriale della Siria.

Express Explained è ora su Telegram. Clicqui per unirti al nostro canale (@ieexplained)e rimani aggiornato con le ultime

Perché Idlib è importante?

Assad sta spingendo da settimane per riconquistare Idlib, che, insieme a parti delle vicine Hama, Latakia e Aleppo, sono le ultime roccaforti rimaste dell'opposizione ribelle e di altri gruppi che hanno tentato di rovesciare Assad dal 2011.



Ad un certo punto, l'opposizione ha tenuto gran parte della Siria sotto il suo controllo, ma la situazione è cambiata dopo che Assad, con il sostegno militare russo, ha lentamente ripreso il controllo sulla maggior parte del paese.

Nel 2015, la provincia di Idlib è stata conquistata dalle forze di opposizione. Ora, le forze governative siriane stanno tentando di catturare le strategiche autostrade nazionali M4 e M5 che collegano Idlib, Aleppo e Damasco, la capitale del Paese.



Idlib costeggia le due autostrade nazionali e si trova tra Aleppo a nord e Damasco a sud. La sua vicinanza al confine turco rende Idlib strategicamente importante per il governo siriano.

Fonte: BBC

Chi controlla Idlib ora?

Da quando la provincia è caduta in mano alle forze di opposizione, non c'è un gruppo che controlla Idlib, ma piuttosto diverse fazioni separate.

Gli osservatori internazionali affermano che la fazione dominante a Idlib è l'Hayat Tahrir al-Sham (HTS), un'organizzazione terroristica designata dalle Nazioni Unite fondata nel 2017, con legami con al-Qaeda.

A Idlib opera anche l'esercito nazionale siriano appoggiato dalla Turchia, un gruppo di opposizione armata.

Inclusi nel mix ci sono i resti dello Stato Islamico. I gruppi di osservazione affermano che altre fazioni a Idlib si oppongono fortemente alla presenza di combattenti dell'IS nella provincia.

Perché le forze governative siriane hanno preso di mira Idlib ora?

Nel 2017, Russia e Turchia hanno deciso di ridurre l'escalation a Idlib e la provincia rimane una delle ultime fuori dal controllo del governo siriano.

Quando le forze governative siriane hanno superato altre tre zone di de-escalation altrove in Siria, la Turchia si è avvicinata alla Russia nel 2018 con una proposta per stabilire una zona smilitarizzata a Idlib, in quello che è diventato noto come l'accordo di Sochi.


melissa brucia jere brucia

La Turchia ha anche proposto di disarmare il gruppo militante sunnita Hayat Tahrir al-Sham e di rimuoverlo dall'area, e ha accettato di riaprire le cruciali autostrade M4 e M5.

Tuttavia, la situazione è degenerata quando la Turchia non è riuscita a trattare con Hayat Tahrir al-Sham secondo i termini della proposta con la Russia.

Seguirono mesi di combattimenti, devastando città e sfollando migliaia di persone. Le forze governative siriane hanno anche riconquistato le autostrade M4 e M5. La posizione strategica di Idlib l'ha resa anche un obiettivo per le forze governative siriane.

Perché Idlib è importante per la Turchia?

La vicinanza di Idlib al confine turco lo rende non solo importante per il governo siriano, ma anche motivo di preoccupazione per la Turchia.

Dall'inizio della guerra in Siria, migliaia di sfollati siriani hanno cercato rifugio in Turchia nel corso degli anni.

Secondo gli ultimi dati noti, la Turchia ospita attualmente circa 3,6 milioni di rifugiati e risente della tensione socio-economica e politica della loro presenza nel Paese.

Più conflitto a Idlib servirebbe solo a sfollare più persone, spingendole verso il confine turco. La Turchia ha assistito a un'ondata di ostilità tra i suoi cittadini nei confronti dei rifugiati e una nuova ondata di rifugiati non farà che esacerbare la situazione.

Da non perdere da Explained | Come la vittoria in Nevada mette Sanders in pole position per aggiudicarsi la nomination democratica


qual è il patrimonio netto di babyface

Perché l'aeroporto di Aleppo in Siria ha aperto dopo otto anni?

L'aeroporto siriano di Aleppo ha riaperto giorni dopo che le forze governative siriane hanno riconquistato parti del nord-ovest di Aleppo. La mossa è un'importante vittoria strategica per il governo di Assad, che ha trascorso settimane a prendere di mira la provincia di Idlib, l'ultima area del paese in mano ai ribelli. Secondo aReutersLa scorsa settimana, un volo commerciale della Syrian Air è atterrato all'aeroporto civile di Aleppo mercoledì, il primo volo di linea in otto anni.

Il ministro dei trasporti siriano Ali Hammoud ha affermato che si sta cercando l'approvazione per riprendere i voli internazionali, con piani per voli per Il Cairo dal prossimo mese in cantiere, ha riferito Reuters.

Nel 2016, le forze governative siriane, sostenute dalla Russia, hanno ripreso il controllo dell'est di Aleppo, che fino ad allora era stata sotto il controllo dei ribelli. Queste mosse seguono la riapertura dell'autostrada M5 che collega Aleppo alla capitale Damasco, che il governo di Assad spera possa rilanciare il commercio su un'importante rotta interna.Reutersha riferito che questa autostrada dovrebbe essere pronta per l'uso civile per la prima volta da anni.