Spiegato: chi è un 'venditore ambulante' in India? Cos'è la legge sui venditori ambulanti? - Luglio 2022

Ci sono circa 50-60 lakh di venditori ambulanti in India, con le maggiori concentrazioni nelle città di Delhi, Mumbai, Calcutta e Ahmedabad. La maggior parte di loro sono migranti che lavorano in media per 10-12 ore al giorno in media.

venditore ambulante, schema venditore ambulante, cosUn venditore ambulante attraversa una tempesta di polvere ad Allahabad. (Foto espresso: Ritesh Shukla, File)

Martedì (27 ottobre), il primo ministro Narendra Modi, attraverso la videoconferenza, ha distribuito prestiti a quasi 300.000 venditori ambulanti sotto l'Atmanirbhar Nidhi Yojana di Pradhan Mantri Street Vendors, e ha anche interagito con i suoi beneficiari.

Lo schema PM SVANidhi, finanziato dal Ministero degli alloggi e degli affari urbani, è stato lanciato a giugno, con l'obiettivo di fornire credito per il capitale circolante ai venditori ambulanti colpiti dalla crisi di Covid-19.




patrimonio netto iain armitage

Qual è lo schema?



PM SVANidhi garantisce un prestito di capitale circolante fino a Rs 10.000 per i fornitori e premia le transazioni digitali. Tutti i venditori ambulanti che hanno esercitato l'attività entro il 24 marzo 2020 possono usufruire dei vantaggi. Per questo schema lanciato sulla scia della nuova pandemia di coronavirus, il Centro ha stanziato un pacchetto di incentivi di 5.000 crore di rupie per quasi 50 lakh di venditori.

Esclusivo | Il governo prevede di sfruttare lo schema di microcredito per il database dei venditori ambulanti



Venditori ambulanti in India

Ci sono circa 50-60 lakh di venditori ambulanti in India, con le maggiori concentrazioni nelle città di Delhi, Mumbai, Calcutta e Ahmedabad. La maggior parte di loro sono migranti che lavorano in media per 10-12 ore al giorno in media.

Chi non ha un negozio permanente è considerato un venditore ambulante. Secondo le stime del governo, la vendita ambulante rappresenta il 14% del totale dell'occupazione informale urbana (non agricola) nel paese.



Il settore è pieno di problemi. I limiti di licenza non sono realistici nella maggior parte delle città: Mumbai, ad esempio, ha un tetto di circa 15.000 licenze contro una stima di 2,5 lakh di venditori. Ciò significa che la maggior parte dei venditori vende illegalmente i propri prodotti, il che li rende vulnerabili allo sfruttamento e all'estorsione da parte della polizia locale e delle autorità municipali.. Express Explained è ora su Telegram

Spesso gli enti locali conducono azioni di sgombero per sgombrare i marciapiedi dagli invasori e confiscano i loro beni. Le multe per il recupero sono pesanti.

Nel corso degli anni i venditori ambulanti si sono organizzati in sindacati e associazioni e numerose ONG hanno iniziato a lavorare per loro. La National Hawker Federation (NHF) è una federazione di 1.400 organizzazioni di venditori ambulanti e sindacati presente in 28 stati.



La National Association of Street Vendors of India (NASVI), che ha spinto per ottenere lo storico Street Vendors Act del 2014 (Protection of Livelihood and Regulation of Street Vending) attraverso il Parlamento, sta lavorando per fornire igiene eriduzione dei contattiformazione ai venditori di cibi cotti sulla scia della pandemia.

Leggi anche | Oltre 20 milioni di venditori ambulanti si mettono in fila per il programma di prestito PM, nonostante la burocrazia



La legge sui venditori ambulanti

La legge sui venditori ambulanti (Protezione dei mezzi di sussistenza e regolamentazione dei venditori ambulanti) del 2014 è stata emanata per regolamentare i venditori ambulanti nelle aree pubbliche e proteggerne i diritti. È stato introdotto a Lok Sabha il 6 settembre 2012 dall'allora ministro dell'Unione per l'edilizia abitativa e la riduzione della povertà urbana, Kumari Selja.

La legge definisce un venditore ambulante come una persona impegnata nella vendita di articoli ... di uso quotidiano o che offre servizi al pubblico in generale, in ... qualsiasi luogo pubblico o privato, da una struttura edificata temporanea o spostandosi da un luogo all'altro.

La legge prevede la formazione di Comitati Cittadini della Vendita in vari distretti per garantire che tutti i venditori ambulanti individuati dal governo siano ospitati nelle zone di vendita soggette a normativa.

L'attuazione della legge è stata frammentaria. Secondo la NASVI, tranne che in alcuni distretti del Punjab, Madhya Pradesh e Maharashtra, non sono stati formati comitati per i distributori di città e i venditori ambulanti continuano a dover provvedere a se stessi.


patrimonio netto di tina fey 2016