Spiegato: chi era Lord Curzon, al cui tavolo ha recentemente fatto riferimento il governatore del Bengala occidentale? - Ottobre 2022

Lord Curzon, viceré dell'India tra il 1899 e il 1905, fu uno dei detentori più controversi e consequenziali di quel incarico. La spartizione della presidenza indivisa del Bengala nel 1905 fu una delle mosse più criticate di Curzon

Tavolo curzon del governatore del Bengala occidentale, Jagdeep Dhankhar tavolo di Lord Curzon tweet, Lord Curzon, che era Lord CurzonUna foto di Lord Curzon. (foto d'archivio express)

Martedì, il governatore del Bengala occidentale Jagdeep Dhankhar ha disegnato condanna diffusa per il suo tweet riferendosi a un tavolo, apparentemente usato da Lord Curzon per firmare documenti relativi alla spartizione del Bengala nel 1905, come iconico. Dhankhar ha poi cancellato il tweet.



Lord Curzon, viceré dell'India tra il 1899 e il 1905, fu uno dei detentori più controversi e consequenziali di quel incarico. La spartizione della presidenza indivisa del Bengala nel 1905 fu una delle mosse più criticate di Curzon, che scatenò un'opposizione diffusa non solo nel Bengala ma in tutta l'India e diede impulso al movimento per la libertà.


patrimonio netto di tom jones 2017

Curzon, nel 1901, aveva affermato: 'Finché governiamo l'India, siamo la più grande potenza del mondo'. Se lo perdiamo, cadremo subito a una potenza di terz'ordine.





Chi era Lord Curzon?

Nato nel 1859 nella nobiltà britannica, Curzon studiò alla scuola d'élite dell'Eton College e frequentò Oxford. Nel 1891 divenne Sottosegretario di Stato per l'India (il vice ministro nel gabinetto britannico responsabile per l'India). Divenne il più giovane viceré dell'India nel 1899 all'età di 39 anni e rimase in carica fino alle sue dimissioni nel 1905.



Curzon era profondamente razzista e convinto della missione civilizzatrice della Gran Bretagna in India. Nel 1901 descrisse gli indiani come dotati di una straordinaria inferiorità di carattere, onestà e capacità. Ha detto: Si dice spesso perché non fare di un nativo di spicco un membro del Consiglio Esecutivo del Viceré? La risposta è che in tutto il continente non c'è un indiano adatto per il posto.

Presumibilmente, il viceré era intollerante alle aspirazioni politiche indiane. In una lettera al Segretario di Stato britannico nel 1900, Curzon scrisse: Il Congresso (The Indian National) sta vacillando verso la sua caduta, e una delle mie più grandi ambizioni mentre sono in India è di aiutarlo a una fine pacifica.



Qual è stato il ruolo di Curzon nella spartizione del Bengala?

Nel luglio 1905, Curzon annunciò la spartizione della presidenza indivisa del Bengala. La Presidenza era la provincia più popolosa dell'India, con circa 8 crore di abitanti, e comprendeva gli odierni stati del Bengala occidentale, del Bihar, parti del Chhattisgarh, dell'Odisha e dell'Assam, nonché l'odierno Bangladesh.



È stata annunciata una nuova provincia del Bengala orientale e dell'Assam, con una popolazione di 3,1 crore e un rapporto musulmani-indù di 3:2. Il Bengala, la provincia occidentale, era prevalentemente indù. Mentre la mossa era apparentemente mirata a rendere più facile l'amministrazione della vasta regione, le reali intenzioni di Curzon erano molto meno benigne.

Ha scritto in una lettera: Ai bengalesi piace pensare a se stessi come una nazione... Se siamo abbastanza deboli da cedere al loro clamore ora non saremo in grado di smembrare o ridurre di nuovo il Bengala, e tu ti cementerai e ti solidificare all'est fianco dell'India una forza quasi formidabile, e sicura di essere un problema crescente in futuro.



Cosa è successo dopo l'annuncio della partizione?

La partizione ha provocato grande risentimento e ostilità nel Bengala. Era chiaro al Congresso del Bengala e agli indiani patriottici sia nel Bengala che altrove che il motivo di Curzon era quello di schiacciare le voci politiche sempre più forti della classe alfabetizzata nella provincia e di provocare conflitti religiosi e opposizione contro di loro. Ma le proteste contro la spartizione non sono rimaste confinate a questa sola classe.



È iniziata una campagna per boicottare le merci britanniche, in particolare i tessuti, e promuovere lo swadeshi. Ci sono state marce e manifestazioni con i manifestanti che hanno cantato Bande Mataram per sottolineare il loro patriottismo e sfidare i colonialisti. Samitis è emerso in tutto il Bengala, con diverse migliaia di volontari.

Rabindranath Tagore ha guidato le marce in molti luoghi e ha composto molte canzoni patriottiche, la più famosa è 'Amar Sonar Bangla' (My Golden Bengal), che ora è l'inno nazionale del Bangladesh. Il messaggio di patriottismo e nazionalismo bengalese è stato presentato in Jatras, o teatro popolare.

Che impatto hanno avuto le proteste?


e avidan età

Curzon partì per la Gran Bretagna nel 1905, ma l'agitazione continuò per molti anni. La divisione fu finalmente invertita nel 1911 da Lord Hardinge di fronte a un'opposizione inesorabile.

Il movimento Swadeshi, che era cresciuto in modo significativo durante l'agitazione, in seguito raggiunse proporzioni nazionali. La spartizione del Bengala e il comportamento prepotente di Curzon hanno licenziato il movimento nazionale e il Congresso.

In 'Lion and the Tiger: The Rise and Fall of the British Raj, 1600-1947', Denis Judd ha scritto: Curzon aveva sperato... di legare permanentemente l'India al Raj. Ironia della sorte, la sua spartizione del Bengala e l'aspra controversia che ne seguì fecero molto per rivitalizzare il Congresso. Curzon, in genere, aveva liquidato il Congresso nel 1900 come 'barcollante verso la sua caduta'. Ma ha lasciato l'India con il Congresso più attivo ed efficace che in qualsiasi momento della sua storia.