Spiegazione: perché una statua del re Leopoldo II del Belgio è stata rimossa dopo le proteste di 'Black Lives Matter' - Ottobre 2022

Il monarca regnante più lungo del Belgio, re Leopoldo II, era noto per il suo trattamento nei confronti dello Stato Libero del Congo.

Re Leopoldo II, rimozione della statua del re Leopoldo, re Leopoldo II del Belgio, le vite dei neri contanoUna statua del re Leopoldo II del Belgio è stata deturpata con le parole 'vergogna' prima di una manifestazione di protesta di Black Lives Matter a Bruxelles, domenica 7 giugno. (Foto: AP)

Le proteste dopo il morte di George Floyd negli Stati Uniti si sono diffusi in molti altri paesi europei. In posti come il Regno Unito e il Belgio, il movimento sta costringendo le persone a riconnettersi con le violente storie coloniali delle proprie nazioni.



La scorsa settimana, i manifestanti nel Regno Unito hanno abbattuto la statua di Edward Colston a Bristol e l'hanno gettata in un fiume vicino. Winston Churchill, le cui politiche coloniali hanno devastato il subcontinente indiano, è stato deturpato a Londra.


patrimonio netto di joel osment

Leggi anche | Spiegato: perché Edward Colston è diventato un bersaglio delle proteste antirazziste?





In Belgio, i manifestanti hanno chiesto la rimozione delle statue del re Leopoldo II, le cui politiche violente e di sfruttamento in Congo sono state utilizzate per arricchire il Belgio.

Il 9 giugno, una statua del re ad Anversa è stata deturpata e rimossa.



Chi era il re Lepold II?

Il monarca regnante più lungo del Belgio, il re Leopoldo II, il cui regno durò tra il 1865 e il 1909, era noto per il suo trattamento dello Stato Libero del Congo nel continente africano, di cui era proprietario. Durante il suo regno e la proprietà dello Stato Libero del Congo, oggi noto come Repubblica Democratica del Congo, innumerevoli congolesi furono soggetti ad atrocità e uccisioni brutali, poiché il regno belga sfruttava la ricchezza e le risorse naturali del Congo.

Dopo che Leopoldo II vendette lo Stato Libero del Congo al governo belga nel 1908, il territorio divenne una colonia del governo belga e fu chiamato Congo Belga. La Repubblica Democratica del Congo ha raggiunto l'indipendenza nel 1960.



Sebbene sia difficile stimare il numero esatto di congolesi morti a causa della violenza coloniale, i ricercatori fissano il numero a circa 10 milioni. Alcuni dicono che le cifre potrebbero essere più alte.



Secondo i ricercatori, come in altre nazioni coinvolte nel saccheggio coloniale, in Belgio, la ricchezza e le risorse depredate al popolo congolese possono ancora essere testimoniate nei suoi edifici e spazi pubblici in tutto il paese. Diverse città e paesi, tra cui la capitale Bruxelles, sono state in gran parte costruite e sviluppate utilizzando i fondi che Leopoldo II ha saccheggiato dal Congo.


biografia di jeannie noth

La controversia sulle statue di re Leopoldo II è nuova?

La monarchia belga non si è mai scusata per le atrocità commesse durante i suoi anni di colonizzazione. Gli attivisti hanno cercato per anni di rimuovere le statue di Leopoldo II e altre commemorazioni della storia coloniale del paese da vari luoghi pubblici in Belgio. Ora, il movimento Black Lives Matter ha portato questi problemi in primo piano.



Secondo ricercatori e storici, molti credono che la situazione nello Stato Libero del Congo sotto Leopoldo II fosse diversa da quella sotto il governo belga - alcuni dicono che era peggiore, mentre altri non sono d'accordo. Altri ancora sono critici nei confronti delle politiche coloniali del Belgio.

Questa mancanza di consenso, ritengono i ricercatori, è uno dei motivi per cui la violenta storia coloniale del Belgio non è stata criticata più severamente e ampiamente nel paese.


Todd r wagner

Perché la gente vuole che le statue di re Leopoldo II vengano rimosse?

In Belgio, secondo una conversazione sui social media, ci sono persone che credono che le sue statue dovrebbero essere rimosse a causa delle sue stesse azioni e del suo ruolo negli omicidi brutali e nelle violenze contro i congolesi, anche contro i bambini, e la violenza sessuale perpetrata sulle donne. Altri credono che le statue dovrebbero essere rimosse perché Leopoldo II era rappresentativo del violento passato coloniale del paese.

Il 9 giugno è stata rimossa una statua di Leopoldo II ad Anversa. Le proteste in corso potrebbero portare alla rimozione di altre statue del re dagli spazi pubblici e dalle città in tutto il paese.

Ci sono alcuni in Belgio che non sono d'accordo con i tentativi di rimuovere le statue di Leopoldo II. Attivisti antirazzisti hanno detto ai media belgi che queste opposizioni provengono principalmente da persone i cui antenati potrebbero aver beneficiato socio-economicamente e politicamente delle politiche coloniali di Leopoldo II. Attivisti e ricercatori affermano che i tentativi di proiettare i colonizzatori in una luce più favorevole sono generalmente fatti da persone che non sono disposte a riconoscere pienamente la natura intrinsecamente violenta del colonialismo.

La statua di Leopoldo II a Kinshasa, capitale della Repubblica Democratica del Congo, è stata rimossa dopo l'indipendenza del Paese nel 1960. Nel 2005, però, il ministro della Cultura del Paese Christophe Muzungu ha deciso di ripristinare la statua, generando polemiche, soprattutto per giustificare le azioni sottintendendo che le politiche di Leopoldo II, quando il paese era ancora chiamato Stato Libero del Congo, portarono prosperità economica, una visione respinta da molti nel paese. Fino al 1966, la capitale Kinhasa era chiamata 'Leopoldville' dopo Leopoldo II, quando prese il nome attuale.

Espresso spiegatoè ora accesoTelegramma. Clic qui per unirti al nostro canale (@ieexplained) e rimani aggiornato con le ultime

Dopo la deturpazione e la rimozione della statua di Leopoldo II ad Anversa, alcuni belgi hanno iniziato a criticare i manifestanti. Gli utenti di Twitter @marionpridaens hanno scritto su un video girato da a BBC giornalista: Come storico, non starò indietro a guardare una folla marxista che abbatte i nostri monumenti e la nostra storia. Non c'è una maggioranza di belgi a favore della rimozione di queste statue.

Diversi altri utenti sulle piattaforme dei social media hanno sostenuto la rimozione della statua di Leopold e hanno anche suggerito che le statue di altri colonizzatori in Europa e nel Regno Unito, ad esempio Winston Churchill, vengano rimosse in modi simili.