Spiegazione: perché gli Stati Uniti celebrano ogni anno il National Hispanic Heritage Month - Potrebbe 2022

L'osservazione è stata avviata dal presidente Lyndon Johnson nel 1968 come Hispanic Heritage Week, ed è stata estesa a un mese intero dal presidente Ronald Reagan nel 1988, anno in cui è stata emanata in legge.

Secondo il suo sito web ufficiale, l'Hispanic Heritage Month rende omaggio alle generazioni di ispanici americani che hanno influenzato positivamente e arricchito la nostra nazione e la nostra società. (Fonte: hispanicheritagemonth.gov)

Martedì, negli Stati Uniti è iniziato il National Hispanic Heritage Month. L'evento annuale, che onora la storia, la cultura e i contributi dei cittadini americani i cui antenati provenivano dalla Spagna, dal Messico, dai Caraibi e dall'America centrale e meridionale, si celebra ogni anno dal 15 settembre al 15 ottobre.

L'osservazione è stata avviata dal presidente Lyndon Johnson nel 1968 come Hispanic Heritage Week, ed è stata estesa a un mese intero dal presidente Ronald Reagan nel 1988, anno in cui è stata emanata in legge.




patrimonio netto di david grohl

Secondo il suo sito web ufficiale, l'Hispanic Heritage Month rende omaggio alle generazioni di ispanici americani che hanno influenzato positivamente e arricchito la nostra nazione e la nostra società.



Significato del mese del patrimonio ispanico

Il mese del patrimonio ispanico inizia a metà (e non all'inizio) di settembre, a causa del significato che il 15 settembre ha nella storia dell'America Latina, essendo il giorno dell'indipendenza di Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras e Nicaragua. Le cinque nazioni centroamericane dichiararono insieme la loro indipendenza dalla Spagna il 15 settembre 1821.

Anche i prossimi due giorni – 16 e 18 settembre – sono importanti, essendo rispettivamente i Giorni dell'Indipendenza del Messico e del Cile. Entrambi si liberarono dal dominio spagnolo nel 1810 al culmine delle guerre napoleoniche (1803-1815). Un'altra nazione del continente americano, il Belize, è diventata indipendente dalla Gran Bretagna il 21 settembre 1981.



Anche il Columbus Day o Día de la Raza, una celebrazione culturalmente importante, cade il 12 ottobre durante il periodo di 30 giorni.

Ogni anno, eventi in onore dell'arte e della cultura ispanoamericana sono organizzati da diverse istituzioni, tra cui The Library of Congress, National Archives and Records Administration, National Endowment for the Humanities, National Gallery of Art, National Park Service, Smithsonian Institution e United States Holocaust Memorial Museo, secondo un rapporto del TIME.

Espresso spiegatoè ora accesoTelegramma. Clicqui per unirti al nostro canale (@ieexplained)e rimani aggiornato con le ultime



Ispanici negli Stati Uniti

Con una popolazione di oltre 5,7 crore, gli ispanici americani sono attualmente il più grande gruppo di minoranza negli Stati Uniti, costituendo un quinto della popolazione totale degli Stati Uniti, secondo il Pew Research Center.

Più della metà – 3,5 crore – sono di origine messicana, seguiti da portoricani (53 lakh) e circa 10 lakh ciascuno di salvadoregni, cubani, dominicani, guatemaltechi e colombiani.

La comunità è indicata come ispanica, latina o latina, termini che si riferiscono all'origine o alla cultura di una persona, senza considerare la sua razza. Secondo History.com, nel censimento degli Stati Uniti del 2020, coloro che potevano identificare la loro origine come messicana, messicana americana, chicano, portoricana, cubana o un'altra origine ispanica, latina o spagnola, sono stati contati come ispanici o latini o spagnoli .




patrimonio netto di steve urkel

Da non perdere da Explained | Perché il presidente del Perù Martín Vizcarra sta affrontando l'impeachment