Ritorno della polio in diversi paesi: l'India dovrebbe essere preoccupata? - Gennaio 2022

Esistono tre varianti del virus della polio, numerate da 1 a 3. Affinché un paese possa essere dichiarato libero dalla polio, la trasmissione selvaggia di tutti e tre i tipi deve essere interrotta. Per l'eradicazione, i casi di infezione da poliomielite sia selvatica che derivata da vaccino devono essere ridotti a zero.

polio, vaccinazione, ritorno della polio, epidemie di polio, india, espresso spiegato, indiano espressoProgramma di immunizzazione contro la poliomielite ad Agartala nel 2018. (Express File Photo: Abhishek Saha)

Nell'ultimo anno o giù di lì, la polio è tornata in auge in paesi come Filippine, Malesia, Ghana, Myanmar, Cina, Camerun, Indonesia e Iran, principalmente come infezione da polio derivata dal vaccino. Tutti questi paesi avevano spazzato via il virus in vari momenti negli ultimi due decenni; alcuni, come Iran e Malaysia, lo avevano fatto anche prima.

Quali sono i paesi che hanno visto epidemie di poliomielite negli ultimi mesi?

L'8 dicembre 2019, il Ministero della Salute della Malesia ha annunciato il primo caso di polio nel Paese dal 1992. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha annunciato che i test hanno confermato che il virus è geneticamente legato al poliovirus che circola nelle Filippine.



Il 19 settembre dello scorso anno, le Filippine avevano dichiarato un'epidemia di poliomielite. Finora sono stati segnalati due casi, entrambi causati da poliovirus di tipo 2 derivato dal vaccino. Il primo caso è stato confermato il 14 settembre a seguito dei test del National Polio Laboratory presso l'Istituto di ricerca per la medicina tropicale, il Japan National Institute of Infectious Diseases (NIID ) e i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).




eddie nash oggi

Il mese scorso, il CDC ha pubblicato un elenco di paesi asiatici in cui sono stati segnalati focolai di poliomielite. Si tratta di Afghanistan, Birmania (Myanmar), Cina, Indonesia, Malesia, Pakistan, Papua Nuova Guinea e Filippine. Ad eccezione dell'Afghanistan e del Pakistan, tutti questi paesi sono nuovi entranti nell'elenco.

Il CDC raccomanda che tutti i viaggiatori in questi paesi siano completamente vaccinati contro la poliomielite. Prima di recarsi in questi paesi, gli adulti che hanno completato la loro serie di vaccini antipolio di routine da bambini dovrebbero ricevere una singola dose di richiamo per adulti a vita del vaccino antipolio. L'OMS raccomanda che questi paesi richiedano ai residenti e ai visitatori a lungo termine (4 settimane o più) di mostrare la prova della vaccinazione antipolio prima di lasciare il paese.



Cos'è la poliomielite e perché è così temuta?

Secondo il CDC, la polio è una malattia invalidante e potenzialmente mortale che colpisce il sistema nervoso... Poiché il virus vive nelle feci (cacca) di una persona infetta, le persone infette possono diffonderlo ad altri quando non si lavano le mani bene dopo aver defecato (cacca). Le persone possono anche essere infettate se bevono acqua o mangiano cibo contaminato da feci infette. La maggior parte delle persone con polio non si sente male. Alcune persone hanno solo sintomi minori, come febbre, stanchezza, nausea, mal di testa, congestione nasale, mal di gola, tosse, rigidità al collo e alla schiena e dolore alle braccia e alle gambe. In rari casi, l'infezione da poliomielite provoca la perdita permanente della funzione muscolare (paralisi). La poliomielite può essere fatale se i muscoli utilizzati per la respirazione sono paralizzati o se c'è un'infezione del cervello.


camila cabello networth

Il virus si moltiplica nell'intestino, da dove può invadere il sistema nervoso e può causare paralisi. Una volta che ciò accade, il paziente è paralizzato per tutta la vita perché non esiste un trattamento per l'afflizione. Ecco perché la polio è così temuta. L'infezione da poliomielite, tuttavia, è facilmente prevenibile con un vaccino.

Esistono tre varianti del virus della polio, numerate da 1 a 3. Affinché un paese possa essere dichiarato libero dalla polio, la trasmissione selvaggia di tutti e tre i tipi deve essere interrotta. Per l'eradicazione, i casi di infezione da poliomielite sia selvatica che derivata da vaccino devono essere ridotti a zero.



A che punto è l'India?

Nel gennaio 2014, l'India è stata dichiarata libera dalla polio dopo tre anni su zero casi, un risultato che è ampiamente creduto sia stato stimolato dal successo della campagna contro la poliomielite in cui a tutti i bambini sono state somministrate gocce per la polio. In effetti, le lezioni del programma sono state successivamente incorporate nella Missione Indradhanush per promuovere la campagna di immunizzazione dell'India, e con grande successo.

Nel 2018, c'è stato un breve spavento quando alcune fiale del vaccino antipolio sono state trovate contaminate dal virus della polio 2 che era stato debellato dal paese nel 1999. Tuttavia, l'OMS ha rapidamente rilasciato una dichiarazione in cui affermava che tutti i vaccini utilizzati nel programma del governo in L'India era al sicuro.


qual è il patrimonio netto di babyface

L'ultimo caso di poliovirus selvaggio nel paese è stato rilevato il 13 gennaio 2011.



Cosa significano più focolai nelle vicinanze per l'India?

In breve, richiede una maggiore vigilanza. I funzionari del Ministero della Salute sono chiari sul fatto che non c'è motivo di panico eccessivo perché, grazie ai confini condivisi con un paese endemico per la poliomielite (Pakistan), la preparazione dell'India per prevenire un afflusso di polio è già molto alta. Non c'è motivo per una risposta istintiva perché il nostro meccanismo di sorveglianza della polio è sempre in allerta e negli aeroporti prestiamo sempre attenzione all'ingresso di polio da sette-otto paesi in ogni momento. Siamo molto ben preparati a difendere il nostro status di liberi dalla poliomielite, ha affermato un alto funzionario del Ministero della Sanità.

Alcuni anni fa, l'India ha introdotto il vaccino antipolio iniettabile nel Programma di immunizzazione universale. Questo era per ridurre le possibilità di infezione da poliomielite derivata dal vaccino, che continua a verificarsi nel paese. Se l'infezione da poliomielite sia selvatica che derivata da vaccino viene ridotta a zero, significherebbe che non vi è più traccia del virus in nessuna parte del mondo, tranne che in situazioni controllate nei laboratori per imprevisti futuri.