Ricorda: la storia dello stupro di un bambino e dello svestizione di un prete del Kerala - Luglio 2022

Lo scandalo non ha eguali nell'elenco dei casi segnalati di abusi sessuali nella Chiesa in Kerala.

Notizie Kerala, sacerdote del Kerala sospeso, caso di stupro di un sacerdote del Kerala, Papa Francesco, Robin VadakkumcheryRobin Vadakkumchery è stato sospeso dai doveri sacerdotali subito dopo la notizia del suo crimine all'inizio del 2017. (Foto/File ANI)

La diocesi cattolica di Mananthavady in Kerala ha annunciato domenica la decisione del Papa didimissione dal sacerdozio don Robin Vadakkuncherilche è stato condannato l'anno scorso a 20 anni di reclusione rigorosa da un tribunale POCSO per aver violentato e messo incinta una minorenne in una parrocchia dove lavorava all'epoca. Lo scandalo non ha eguali nell'elenco dei casi segnalati di abusi sessuali nella Chiesa in Kerala.

Il prete sconsacrato di 51 anni era stato direttore del quotidiano della Chiesa Deepika e del canale televisivo Jeevan, sostenuto dalla Chiesa. Era stato a capo dell'INFARM, il corpo contadino della Chiesa, ed era stato in prima linea in diverse agitazioni.



Conosciuto come un sacerdote influente nella diocesi di Mananthavady, Vadakkuncheril aveva anche affrontato accuse di cattiva condotta in precedenza, ma era sfuggito all'azione. Le donne cattoliche della sua parrocchia lo chiamavano affettuosamente papà e aveva mandato molte donne all'estero a studiare.



Lo stupro del minore

La ragazza apparteneva a una famiglia cattolica in una parrocchia dove Vadakkuncheril lavorava come sacerdote. Nel maggio 2016, la ragazza, che all'epoca aveva appena sostenuto gli esami di classe 10, si è recata alla canonica di Vadakkuncheril per alcuni lavori di inserimento dati della parrocchia. Nel pomeriggio, quando le altre ragazze erano assenti, il prete ha portato la ragazza nella sua camera da letto e l'ha violentata. La lasciò andare a casa dopo averle ordinato di non rivelare l'incidente a nessuno. La ragazza non ha detto nulla alla sua famiglia. Andava a scuola e ogni giorno assisteva alla messa nella chiesa locale. Era rimasta incinta a causa dello stupro, ma nessuno sembrava averlo capito.



Il crimine scoperto

Il 7 febbraio 2017, la ragazza ha sviluppato un forte dolore all'addome. Suo padre, un operaio, era lontano da casa. Sua madre, una casalinga, e un'amica di famiglia, Thankamma Nelliyani, hanno portato la ragazza in un vicino ospedale, che l'ha indirizzata al Christu Raja Hospital, Koothuparamba, a Kannur, gestito dalle suore della Congregazione del Sacro Cuore.

All'esame è emerso che la ragazza era incinta; successivamente ha partorito. Ha raccontato a sua madre dell'incidente alla canonica, dopo di che la famiglia ha sollevato la questione con Vadakkuncheril, che si è offerto di pagare il conto dell'ospedale di 30.000 rupie. Il vescovo di Mananthavady, Mar Jose Porunnedom, è stato informato. L'ospedale ha informato Childline, l'agenzia nodale del Ministero dell'Unione per lo sviluppo delle donne e dell'infanzia, che un minore aveva partorito un bambino.




howard stern sorella ellen stern

Inizia l'insabbiamento

Presumibilmente per volere di Vadakkuncheril, la figlia di Thankkamma Nelliyani, Liz Maria, una suora appartenente alla Società di Kristudasis, una congregazione con sede a Mananthavady, e la sua collega, la monaca Aneeta, hanno portato di nascosto il bambino fuori dall'ospedale e l'hanno ricoverato in una casa di trovatelli a Wayanad. (Thankamma Nelliyani è stato successivamente citato in giudizio come il secondo accusato nel caso.)

Quando la polizia ha aperto un'indagine, Vadakkuncheril ha fatto pressioni sul padre della ragazza per trovare qualcuno che avrebbe affermato di essere il padre biologico del bambino e ha promesso alla famiglia che avrebbe fatto di tutto per aiutare a mettere a tacere l'incidente. Ma il padre non riusciva a trovare nessuno che si assumesse la responsabilità del figlio di sua figlia. Alla fine, sotto la grande pressione di Vadakkuncheril e per proteggere il sacerdote e la Chiesa dalla disgrazia, si è detto responsabile della gravidanza.



Express Explained è ora su Telegram. Clicqui per unirti al nostro canale (@ieexplained)e rimani aggiornato con le ultime

Il padre 'stupratore'



La polizia ha registrato un caso di stupro contro il padre della ragazza, sulla base della sua falsa confessione. Dopo essere stato preso in custodia, tuttavia, il padre si è reso conto pienamente delle conseguenze dell'essere accusato in un caso POCSO. Ha cambiato la sua dichiarazione e ha detto alla polizia che l'uomo responsabile del crimine era Vadakkuncheril.

Mentre la polizia si concentrava su di lui, Vadakkuncheril progettava di fuggire in Canada. Il 26 febbraio 2017 ha annunciato durante la messa domenicale che non sarebbe stato disponibile in parrocchia per una settimana. E poi è scomparso. Il vescovo rimase in silenzio, dando virtualmente a Vadakkuncheril un'opportunità di scappare. Il giorno seguente, la polizia ha arrestato Vadakkuncheril di Kochi, da dove stava per partire per il Canada. La Chiesa lo mise in sospensione.

Suore, sacerdote in rete

L'inchiesta ha messo in luce il coinvolgimento nel delitto di diverse suore e di un sacerdote. Liz Maria, che aveva portato via il bambino dall'ospedale, e Aneeta, che aveva portato il bambino alla casa dei trovatelli di Mary Holy Infant di Wayanad, furono arrestate e accusate di cospirazione. Vaddakkuncheril aveva progettato di dare il bambino in adozione al centro dei trovatelli. Sono stati accusati anche il sovrintendente della casa dei trovatelli, la suora Offilia, il presidente del comitato per l'assistenza all'infanzia del distretto di Wayanad, padre Thomas Therakam, e la suora dottoressa Betty Jose, membro del comitato.

Offilia non aveva informato per iscritto il comitato per il benessere dei bambini che il bambino era stato ricoverato nel centro di adozione. Aveva informato il comitato per telefono, ma i membri del comitato non si erano presentati al centro di adozione.

Due suore, Tessy Jose e Ancy Mathew del Christu Raja Hospital, Koothuparamba, dove è nato il bambino, e la pediatra Hyder Ali dello stesso ospedale, sono state accusate di aver insabbiato l'incidente. Questi tre individui hanno presentato petizioni di discarico davanti alla Corte Suprema. Dopo che il tribunale ha accolto le loro petizioni, sono stati rimossi dall'elenco degli accusati dal tribunale.


quanto vale il superhead

Da non perdere da Explained | Il coronavirus è nell'aria, ma ecco perché non devi affrettarti a comprare le mascherine

La vittima diventa ostile

Nell'agosto 2018, con il processo in corso, la ragazza è diventata ostile. Ha detto che aveva avuto rapporti sessuali consensuali con Vadakkuncheril e che voleva vivere con lui. Ha affermato di aver raggiunto l'età del consenso al momento dell'incidente. Ma non poteva fornire alcuna prova a sostegno della sua affermazione.

Anche i suoi genitori, diventati ostili, hanno detto che volevano vedere la loro figlia vivere con il prete accusato. I genitori sono anche tornati sulle loro precedenti dichiarazioni contro l'altro accusato.

Ma niente potrebbe alla fine salvare Vadakkuncheril. Nel dicembre 2019 il Papa ha emesso l'ordine di sconsacrarlo. Il processo del suo licenziamento si è concluso il mese scorso. Vadakkuncheril è attualmente nella prigione centrale di Kannur.