Storia del Gilgit-Baltistan: strappato dagli inglesi, occupato dal Pakistan - Ottobre 2022

Un alto funzionario ha detto a The Indian Express che la menzione del Primo Ministro del Gilgit-Baltistan era lo 'svolgimento della storia' con un obiettivo 'strategico'. Sushant Singh fornisce un'introduzione su un territorio in ombra, né indipendente né una provincia pakistana.

kashmir, balochistan, modi balochistan, narendra modi, osservazione modi balochistan, lago Shangri-La, commento pm modi baloch, Gilgit-Baltistan, nawaz sharif kashmir, kashmir pakistano, india balochistan, modi discorso giorno dellIl lago Shangri-La a Skardu. La bellissima regione ha un governo regionale di nome, ma è controllata interamente da Islamabad. (Bilal Javed Awan via Wikipedia)

Cosa e dove si trova Gilgit-Baltistan?



È un pezzo di territorio ad alta quota all'angolo nord-occidentale di Jammu e Kashmir. La regione faceva parte dell'ex stato principesco di Jammu e Kashmir, ma è sotto il controllo del Pakistan dal 4 novembre 1947, in seguito all'invasione del Kashmir da parte delle milizie tribali e dell'esercito pakistano. La regione è stata ribattezzata 'Le aree settentrionali del Pakistan' e posta sotto il controllo diretto di Islamabad. Le aree settentrionali erano distinte dal Kashmir (PoK) occupato dal Pakistan, la parte di J&K che il Pakistan chiama Azad Kashmir; le aree settentrionali sono, tuttavia, più di sei volte le dimensioni di PoK. Dopo che il governo pakistano ha promulgato il Gilgit-Baltistan Empowerment and Self-Governance Order nell'agosto 2009, le 'aree settentrionali' sono diventate note come Gilgit-Baltistan.

Quindi, il Pakistan ha catturato militarmente il Gilgit-Baltistan nel 1947?





A differenza del PoK, il Pakistan si è impossessato di quest'area grazie alla connivenza di due ufficiali militari britannici. Nel 1935, l'agenzia Gilgit fu affittata per 60 anni dagli inglesi dal Maharaja di Jammu e Kashmir a causa della sua posizione strategica ai confini settentrionali dell'India britannica. Era amministrato dal dipartimento politico di Delhi attraverso un ufficiale britannico. La sicurezza della regione era responsabilità di una forza militare chiamata Gilgit Scouts, che era comandata dagli inglesi.

Con l'imminente indipendenza, gli inglesi rescissero il contratto di locazione e restituirono la regione al Maharaja il 1 agosto 1947. Il Maharaja nominò il brigadiere Ghansar Singh delle forze di stato J&K come governatore della regione. Due ufficiali dei Gilgit Scouts, il maggiore W A Brown e il capitano A S Mathieson, insieme al maggiore subedar Babar Khan, un parente del Mir di Hunza, furono prestati al Maharaja a Gilgit. Ma non appena il Maharaja Hari Singh entrò in India il 31 ottobre 1947, il maggiore Brown imprigionò il brigadiere Ghansara Singh e informò il suo ex agente politico britannico, il tenente colonnello Roger Bacon, che si trovava allora a Peshawar, dell'adesione di Gilgit al Pakistan.



Il 2 novembre, il maggiore Brown issò ufficialmente la bandiera pakistana nel suo quartier generale e affermò che lui e Mathieson avevano optato per il servizio con il Pakistan quando il Maharaja firmò lo strumento di adesione a favore dell'India. Due settimane dopo, un candidato del governo pakistano, Sardar Mohammed Alam, è stato nominato agente politico e ha preso possesso del territorio. I soldati dell'esercito pakistano e i tribali lo usavano come base per lanciare attacchi contro altre città della regione come Skardu, Dras, Kargil e Leh.

Qual è stata la risposta britannica all'azione dei due ufficiali?



Alla notizia del colpo di stato di Brown a Gilgit, Sir George Cunningham, che era appena stato nominato governatore della provincia della frontiera nordoccidentale, gli ordinò di ristabilire l'ordine, dando di fatto al Pakistan il controllo della regione. Nella Gazzetta britannica del 1948, il re-imperatore assegnò l'Ordine più esaltato dell'Impero britannico a Brown, maggiore (recitazione) William Alexander, elenco speciale (ex esercito indiano).

Qual è lo stato attuale del Gilgit-Baltistan?



Ha un'Assemblea eletta e un Consiglio guidato dal Primo Ministro del Pakistan. Questo Consiglio esercita tutti i poteri e controlla le risorse e le entrate della regione. In ogni caso, il cosiddetto governo regionale è sotto il controllo generale del ministero federale degli affari del Kashmir e del Gilgit-Baltistan a Islamabad. Il Gilgit-Baltistan o le aree settentrionali non trovano menzione nella costituzione pakistana: non è né indipendente, né ha statuto provinciale. Questo aiuta il Pakistan a mantenere l'ambiguità sulla regione, come fa con PoK.

E il governo pakistano ha mai avuto problemi in questa regione?



Sì. Negli anni '70, Zulfiqar Ali Bhutto ha abrogato la State Subject Rule - la legge che fino ad allora proteggeva la composizione demografica locale - per facilitare i sunniti pakistani ad acquisire terre e stabilirsi lì. Questo ordine danneggiò il tessuto sociale e provocò faide settarie che continuano a sobbollire fino ad oggi.

In seguito, le forze anti-sciite sponsorizzate dal generale Zia-ul-Haq hanno iniziato a modificare la composizione etnica della regione; il numero di sciiti da allora è diminuito drasticamente. I disordini sciiti-sunniti e sciiti-Nurbakshi fomentati dall'establishment pakistano hanno causato un'estrema polarizzazione socio-politica a Skardu nei primi anni '80. Un deficit di fiducia permanente è stato creato nel maggio 1988 quando i tribali Lashkar, dopo aver ricevuto il cenno di Zia, hanno rapito donne locali e massacrato migliaia di sciiti a Gilgit.




patrimonio netto di minecraft creator

Qual è la posizione dell'India sulla regione?

L'India vede il Gilgit-Baltistan come parte del territorio indiano occupato illegalmente dal Pakistan. La risoluzione parlamentare unanime del 1994 aveva ribadito che la regione fa parte dello Stato del Jammu e Kashmir, che è parte integrante dell'India in virtù della sua adesione ad essa nel 1947.