1946 ammutinamento navale: quando i marinai indiani si ribellarono contro il Raj - Luglio 2022

L'ammutinamento navale del 1946 avvenne in un momento in cui il sentimento nazionalista indiano aveva raggiunto il culmine in tutto il paese.

1946 ammutinamento navale: quando i marinai indiani si ribellarono contro il RajAmmutinamento navale del 1946: si stima che oltre 220 persone siano morte a causa del fuoco della polizia, mentre circa 1.000 sono rimaste ferite. (Twitter/@Advaidismo)

Settantaquattro anni fa in questa data, il 18 febbraio 1946, circa 1.100 marinai indiani o marinai dell'HMIS Talwar e della Scuola di segnale della Royal Indian Navy (RIN) a Bombay dichiararono uno sciopero della fame, innescato dalle condizioni e dal trattamento degli indiani nella marina. È stato anche indetto un rallentamento dello sciopero, il che significava che i rating avrebbero svolto il loro compito lentamente.

Infuriato, il comandante dell'HMIS Talwar, F M King, secondo quanto riferito si è rivolto alle valutazioni navali come figli di coolies e puttane, il che ha ulteriormente infiammato la situazione.





1946 ammutinamento navale: sciopero e richieste

La mattina dopo il 18 febbraio, da qualche parte tra 10.000 e 20.000 marinai si unirono allo sciopero, così come gli stabilimenti costieri a Karachi, Madras, Calcutta, Mandapam, Visakhapatnam e nelle isole Andamane.

Mentre l'innesco immediato era la richiesta di migliori condizioni alimentari e di lavoro, l'agitazione si trasformò presto in una più ampia richiesta di indipendenza dal dominio britannico.




quanto guadagna jaslene gonzalez

I marinai in protesta hanno chiesto il rilascio di tutti i prigionieri politici, compresi quelli dell'Indian National Army (INA) di Netaji Subhas Chandra Bose, l'azione contro il comandante per maltrattamenti e linguaggio offensivo, la revisione della paga e delle indennità per mettere i dipendenti del RIN alla pari con le loro controparti nella Royal Navy, la smobilitazione del personale RIN con disposizioni per l'occupazione in tempo di pace, il rilascio delle forze indiane di stanza in Indonesia e un migliore trattamento dei subordinati da parte dei loro ufficiali.

1946 ammutinamento navale: quando i marinai indiani si ribellarono contro il RajIl titolo dell'Hindusthan Standard del 22 febbraio 1946. (Twitter/@Advaidism)

Express Explained è ora su Telegram. Clicqui per unirti al nostro canale (@ieexplained)e rimani aggiornato con le ultime

1946 ammutinamento della marina: recrudescenza del nazionalismo

Lo sciopero del RIN è arrivato in un momento in cui il sentimento nazionalista indiano aveva raggiunto il culmine in tutto il paese. L'inverno 1945-46 vide tre violente ondate: a Calcutta nel novembre 1945 per i processi INA; nel febbraio 1946, sempre a Calcutta, per la condanna dell'ufficiale INA Rashid Ali; e, in quello stesso mese, l'insurrezione degli ascolti a Bombay.




andrew taggart wiki

Nel suo breve libro, 'The Indian Naval Report of 1946', Percy S Gourgey, un ex tenente della Royal Indian Naval Volunteer Reserve, scrisse che la catena di eventi portò alla crescente febbre di eccitazione che colpì l'intero clima politico.

Uno dei fattori scatenanti dello sciopero del RIN è stato l'arresto di un agente, BC Dutt, che aveva scarabocchiato Quit India sull'HMIS Talwar. Il giorno dopo l'inizio dello sciopero, gli ascolti hanno fatto il giro di Bombay in camion, sventolando la bandiera del Congresso e litigando con europei e poliziotti che hanno cercato di affrontarli.

Ben presto, la gente comune si unì alle classifiche e la vita si fermò virtualmente sia a Bombay che a Calcutta. C'erano riunioni, processioni, scioperi e hartal. A Bombay, i lavoratori hanno partecipato a uno sciopero generale indetto dal Partito comunista indiano e dall'Unione studentesca di Bombay. In molte città dell'India, gli studenti hanno boicottato le lezioni in segno di solidarietà.



Opinione | L'ammutinamento del RIN non rientrava in nessun progetto per il futuro; il peccato è che ora il progetto ha ancora meno spazio per tali atti di insurrezione

La risposta dello Stato è stata brutale. Si stima che oltre 220 persone siano morte negli spari della polizia, mentre circa 1.000 sono rimaste ferite.



1946 ammutinamento navale: quando i marinai indiani si ribellarono contro il RajHMIS Akbar. (Fonte: Wikipedia)

Significato degli eventi

La rivolta del RIN rimane oggi una leggenda. Fu un evento che rafforzò ulteriormente la determinazione di tutti i settori del popolo indiano a vedere la fine del dominio britannico. Era evidente una profonda solidarietà e amicizia tra i gruppi religiosi, che sembrava essere in contrasto con l'atmosfera rapidamente diffusa di odio e animosità comunitaria.

Tuttavia, l'unità comunitaria era più nella natura dell'unità organizzativa che un'unità tra le due comunità maggiori. Nel giro di pochi mesi, l'India sarebbe stata divorata da una terribile conflagrazione comunitaria.