Elezioni presidenziali USA 2016, caucus in Iowa: il primo voto - Gennaio 2022

I caucus dell'Iowa danno il via oggi al processo di nomina presidenziale degli Stati Uniti. Ecco perché gli elettori in un piccolo stato rurale contano nella corsa alla Casa Bianca

Stati Uniti dIl candidato presidenziale democratico degli Stati Uniti Bernie Sanders parla a una manifestazione elettorale e a un concerto presso l'Università dell'Iowa a Iowa City, Iowa. (Fonte: Reuters)

i caucus

I caucus fanno parte di un'elezione in quattro fasi dei delegati statali da inviare alla convention nazionale di ciascuna parte. Questi delegati nominano poi ufficialmente il loro candidato nazionale. I caucus si tengono in 10 stati degli Stati Uniti (su 50): Iowa, Alaska, Colorado, Hawaii, Kansas, Maine, Minnesota, Nevada, North Dakota e Wyoming. Nei restanti 40 stati vengono utilizzate le primarie, un processo in tutto lo stato in cui gli elettori votano a scrutinio segreto.



Il caucus dell'Iowa



Il caucus dell'Iowa segna l'inizio della corsa alla presidenza degli Stati Uniti. È la prima volta che gli elettori hanno voce in capitolo nel processo elettorale dei loro partiti. Gli elettori registrati si riuniranno fisicamente in 1.681 distretti, comprese chiese, biblioteche e altri luoghi più piccoli, in tutto lo stato lunedì per votare per il loro candidato. Sebbene finora siano stati condotti molti sondaggi di opinione, i caucus in cui i membri effettivi del partito votano sono una prima indicazione della vitalità di un candidato.

Stati Uniti dLa candidata alla presidenza democratica degli Stati Uniti Hillary Clinton parla alla folla durante una manifestazione Get Out to Caucus alla Iowa State University di Ames, Iowa, 30 gennaio 2016. (Fonte: Reuters)

Il processo



Repubblicani e Democratici hanno processi diversi per i rispettivi caucus. I membri devono essere fisicamente presenti presso la loro rispettiva circoscrizione per il voto.

caucus repubblicano: una votazione segreta standard si tiene nei siti del caucus e i voti totali vengono conteggiati in tutto lo stato. Una volta che i voti sono stati conteggiati per ciascuno dei distretti, e poi per ciascuna delle contee (99 nel caso dell'Iowa), vengono selezionati i delegati per lo stato.


quanto vale Burt Ward

Grafico elettorale USA




quanto vale Winona Ryder

caucus democratico: è un processo più complicato e più grandioso. Invece di un voto segreto, i partecipanti dovrebbero riunirsi fisicamente con altri sostenitori del loro candidato in punti designati. Viene quindi effettuato un conteggio dei dipendenti. L'atmosfera è quasi come un carnevale, con gli elettori che persuadono gli altri a unirsi a loro. Quei candidati che non riescono a raccogliere il 15 per cento dei partecipanti al distretto vengono eliminati e ai loro elettori viene detto di unirsi ai gruppi di altri candidati.

L'altalena

L'Iowa è un piccolo stato con una popolazione prevalentemente rurale, bianca e conservatrice. Anche l'affluenza al caucus dell'Iowa è bassa. Nonostante ciò, i caucus nello stato rimangono una delle fasi chiave del processo di nomina presidenziale degli Stati Uniti. I critici affermano che l'unica ragione per cui l'Iowa è importante è l'attenzione dei media che ottiene. Ciò significa anche che i vincitori ottengono una grande copertura mediatica, portandoli davanti agli altri nella competizione.



LEGGI | Sondaggi presidenziali statunitensi: l'affluenza alle urne è un fattore chiave nei caucus leadoff Iowa oggi

L'Iowa è anche la prima volta che gli elettori di altri stati vedono l'effettivo sostegno dei loro candidati. Questo finisce per diventare un fattore importante per gli indipendenti che fanno la loro scelta. E non solo gli elettori, una fetta importante dell'attenzione dei media e dei donatori è determinata in Iowa, che alla fine separa i grandi nomi da quelli più piccoli.



L'Iowa è importante perché riduciamo il campo, ha detto alla CNN l'ex presidente dell'Iowa House Christopher Rants. Eliminiamo coloro che non possono farcela.

Stati Uniti dIl candidato presidenziale repubblicano statunitense Ted Cruz saluta i sostenitori in un evento della campagna a Iowa City, Iowa, Stati Uniti. (Fonte: Reuters)

Solo clamore?

No. L'Iowa ha una lunga esperienza nel ribaltare le sorti delle elezioni presidenziali statunitensi. Ad esempio, nel 2008, Barack Obama è stato ampiamente considerato il perdente fino al caucus dell'Iowa, dove ha battuto Hillary Clinton. Quella vittoria ha dato lo slancio che alla fine lo ha spinto a vincere la candidatura democratica e alla fine lo ha portato alla Casa Bianca.

I Democratici dell'Iowan, in particolare, hanno un ottimo track record quando si tratta di prevedere il loro eventuale candidato presidenziale (vedi grafico). Oltre a Obama, John Kerry era considerato un nome piccolo fino a quando non ha sconvolto Howard Dean nel caucus dell'Iowa del 2004. Dal 1976, i Democratici dell'Iowa hanno sostenuto un candidato sbagliato solo due volte, nel 1992 e nel 1988.

I repubblicani in Iowa, d'altra parte, non hanno sempre capito bene. Gli esperti dicono che i repubblicani dell'Iowan sono troppo conservatori per essere in grado di prevedere con precisione i loro candidati. Di conseguenza, i leader più conservatori finiscono per vincere il caucus statale su quelli più eleggibili. Dal 1980, gli Iowan hanno dato la vittoria nello stato solo a due eventuali candidati repubblicani: George W Bush nel 2000 e Bob Dole nel 1996.


patrimonio netto di julie chen

Il concorso 2016

Per quanto riguarda i candidati democratici, gli ultimi sondaggi NBC/WSJl/Marist (vedi grafico) mostrano che l'Iowa sarà una battaglia molto combattuta tra l'ex segretario di Stato Hillary Clinton e il senatore del Vermont Bernie Sanders. Per Clinton e Sanders, l'Iowa ha il potenziale per spostare lo slancio nella lotta testa a testa. Una perdita per Sanders potrebbe seriamente intaccare le sue possibilità contro la massiccia campagna di Clinton. Ma se Hillary perde, potrebbe semplicemente passare in vantaggio Sanders, che ha un comodo vantaggio su di lei nel prossimo caucus nel New Hampshire, secondo recenti sondaggi di opinione. Il governatore del Maryland Martin O'Malley è rimasto con solo il 3% di sostegno.

Da parte repubblicana, i caucus dell'Iowa si riveleranno ancora più decisivi. Sebbene il miliardario Donald Trump sia ampiamente considerato un favorito, a causa delle sue dichiarazioni stravaganti e dell'attenzione dei media, questa sarà la prima volta che affronterà il test degli elettori. L'Iowa determinerà una volta per tutte se Trump può sostenere la sua popolarità nei sondaggi di opinione con voti effettivi. Il senatore del Texas Ted Cruz è considerato un forte favorito per sfidare Trump, con la NBC/WSJ/Marist che prevede una battaglia aperta, che potrebbe anche dare una possibilità esterna al senatore della Florida Marco Rubio.