Spiegato: Affermazioni contestate sul luogo di nascita di Sai Baba - Luglio 2022

Una proposta di concessione di Rs 100 crore per il 'luogo di nascita' di Baba, Pathri, ha scatenato la rabbia a Shirdi, la città sinonimo del santo. Qual è la base dell'affermazione di Pathri? La lite è radicata nella fede o nell'insicurezza?

Spiegato: fede o insicurezza? Contestare le pretese su Sai BabaUna vista del sanctum santorum del tempio di Sai Baba a Shirdi. (foto d'archivio express)

Il primo ministro del Maharashtra Uddhav Thackeray lunedì ha incontrato i rappresentanti della città tempio di Shirdi, che sono rimasti sconvolti dalla decisione del governo di sviluppare Pathri nel distretto di Parbhani come luogo di nascita di Sai Baba. Shirdi MLA Radhakrishna Vikhe Patil ha detto che l'incontro è stato positivo e l'agitazione sarebbe stata ritirata.

Il 9 gennaio, Thackeray ha annunciato ad Aurangabad che il suo governo avrebbe concesso 100 crore di rupie per lo sviluppo di Pathri come centro di turismo religioso e luogo di nascita di Sai Baba. Il piano è stato originariamente proposto più di tre anni fa, quando Devendra Fadnavis era CM, dopo che il presidente Ram Nath Kovind, che era allora governatore del Bihar, ha visitato Pathri nel gennaio 2016 e ha promesso ai leader locali che avrebbe affrontato la questione delle infrastrutture nella città con il governo dello stato.




e 40 patrimonio netto 2015

L'annuncio di Thackeray ha suscitato gioia e speranza a Pathri, una città di 40.000 persone a circa 180 km a sud-est di Aurangabad. A Shirdi, situata a circa 125 km a ovest, tuttavia, c'era rabbia e i residenti della città che è diventata sinonimo di Sai Baba hanno annunciato un bandh indefinito in segno di protesta.



Pathri: Cosa dicono i record

Nel 1975, V B Kher, un devoto Sai ed ex fiduciario del trust del tempio di Shirdi, annunciò che era probabile che il santo del XIX secolo fosse nato in una famiglia Yajurvedi Deshastha Brahmin a Pathri come uno dei cinque figli di un Parshuram Bhusari. Nel 1978, una fondazione, la Shri Sai Smarak Samiti, fu fondata per costruire un tempio a Sai Baba nel luogo dove alcuni credevano fosse nato.

In effetti, diverse opere autorevoli e popolari su Baba menzionano direttamente Pathri come il suo possibile luogo di nascita, o ipotizzano che possa essere stato da quella zona. Alcune di queste opere sono state scritte o citate da coloro che conoscevano personalmente Baba. Si dice che Baba sia venuto a Shirdi nel 1872, dove visse fino a quando prese mahasamadhi (morto) il 15 ottobre 1918.



Spiegato: fede o insicurezza? Contestare le pretese su Sai Babaclicca per ingrandire

L'introduzione - scritta da Hari Sitaram Dikshit alias Kakasaheb - allo Shri Sai Satcharita cita Pathri. La Shri Sai Satcharita, scritta in versi marathi da Govind Raghunath Dabholkar alias Hemadpant, è stata la prima biografia del santo ed è stata pubblicata a puntate sulla rivista Sai Leela. Sia Dikshit che Dabholkar erano stretti collaboratori e devoti di Baba.

Dikshit, che abbandonò la sua pratica legale e le attività politiche come membro del Congresso del Consiglio Legislativo di Bombay per servire Baba, è accreditato di aver istituito e gestito lo Shirdi Saibaba Sansthan nei suoi primi giorni. La sua introduzione allo Shri Sai Satcharita, che si dice sia apparso nel 1923, disse: Sri Sainath Maharaj venne a Shirdi circa 50 anni fa. Shirdi si trova a Rahata taluka del distretto di Ahmednagar. Non ci sono informazioni affidabili sul suo luogo di origine e sui suoi genitori. Tuttavia, si può affermare con certezza che deve avere dei legami con lo stato di Nizam. Nelle sue conversazioni, c'erano spesso riferimenti a luoghi come Selu, Jalna, Manwat, Pathri, Parbhani, Aurangabad, Bhir e Bedar. Una volta un visitatore di Pathri venne a Shirdi per il darshan di Sai Baba. Sai Baba ha chiesto informazioni su diverse persone importanti nominandole. Questo porta a credere che avesse una conoscenza speciale di Pathri. Tuttavia, non si può affermare con certezza che sia nato lì.

Il grande apostolo di Baba, B V Narsimhaswami, scrisse nel suo libro che il santo scoraggiava le domande sulla sua discendenza e, se pressato, dava risposte sconcertanti. Tuttavia, il libro cita Mhalsapaty, un orafo Shirdi che fu tra i primi devoti di Baba, dicendo che in un'occasione importante molto tardi nella vita di Baba, il santo gli aveva detto (Mhalsapaty) che i suoi genitori erano bramini a Patri nello stato di Nizam.



In un capitolo intitolato 'Il primo periodo di Baba' nel primo volume del suo tomo in quattro volumi scritto alla fine degli anni '50, Narsimhaswami ha detto: Patri fa parte di Parvani taluk e vicino a Manwath. Sai Baba aggiunse (in spiegazione del fatto che viveva in una moschea) che mentre era ancora un tenero bambino i suoi genitori bramini lo affidarono alle cure di un fachiro che lo allevò... Sai Baba di tanto in tanto mostrava interesse per Patri e Parvani quando persone da quelle parti sono venute da lui, (ma)… questo è praticamente tutto ciò che abbiamo sulla nascita e sui genitori di Sri Sai Baba.

Kher, la prima persona che affermò di aver in qualche modo risolto il mistero e di aver individuato una famiglia a Pathri a cui, credeva, probabilmente apparteneva Sai Baba, iniziò la sua indagine da dove erano partiti quelli prima di lui.

Spiegato: fede o insicurezza? Contestare le pretese su Sai BabaPathri, dove alcuni credenti dicono sia nato Sai Baba. (Foto espresso: Haseeb Shaikh)

Nel giugno 1975, Kher arrivò a Pathri e intervistò la gente del posto che gli raccontava aneddoti sulla nascita di Baba in una famiglia di bramini e che era stato portato via da un wali musulmano quando era bambino. Gli anziani della comunità bramino locale hanno detto a Kher che credevano che Baba fosse nato nella casa della famiglia Bhusari a Vaishnav Galli.



Kher trovò la casa vuota e in rovina, ma riuscì a contattare un membro della famiglia, Raghunath Bhusari, che si era ritirato come professore di marathi all'Università Osmania di Hyderabad. Il professor Bhusari ha aiutato Kher a tracciare un albero genealogico che risale a tre generazioni prima dell'individuo che avrebbe potuto essere il padre di Baba. Bhusari disse a Kher di aver sentito da sua nonna che dei cinque figli del suo bisnonno Parshuram, tre avevano lasciato la casa molto giovani. Uno di loro, Haribhau, era partito alla ricerca di Dio.

Non potrebbe essere che Haribhau Bhusari fosse Sai Baba? Mi chiedo. La teoria avanzata sopra è probabile. Ne ho discusso insieme a un avvocato esperto e a uno storico di fama, ed entrambi hanno convenuto che potrebbe essere così. Non voglio aggiungere altro, lascio il giudizio ai lettori, scrive Kher.



Più tardi, Dinkar Chaudhari, residente a Kher e Pathri, acquistò la casa della famiglia Bhusari e fondò lo Shri Sai Smarak Samiti. La fiducia ha costruito un tempio nel sito, che è stato inaugurato nel 1999.

Devoto contro devoto

Abdullah Khan Durrani, un dirigente anziano del PCN che ha controllato il consiglio municipale di Pathri per oltre tre decenni ed è stato membro dello Shri Sai Smarak Samiti Trust dal 1978, ha affermato che la popolazione locale ha incontrato il presidente Kovind quattro anni fa.

Era governatore del Bihar quando visitò il tempio. Lo abbiamo informato dell'inconveniente che i devoti hanno dovuto affrontare perché il tempio ha una strada di accesso molto stretta e non ci sono posti adeguati per i devoti dove stare. Kovindji aveva chiamato (allora CM) Devendra Fadnavis e gli aveva chiesto di fare qualcosa per migliorare la situazione. Abbiamo incontrato Fadnavisji a Mumbai e ci ha detto di preparare un piano di sviluppo e che avrebbe concesso Rs 100 crore. Il consiglio municipale di Pathri ha preparato il piano, ma non è stato approvato a causa dell'opposizione della gente di Shirdi. Ora, Uddhavji ha fatto l'annuncio e siamo sicuri che il piano andrà avanti.

Durrani, che è un membro del Consiglio Legislativo del Maharashtra, ha affermato che la gente di Shirdi non ha motivo di sentirsi insicura. Shirdi è il Karmabhoomi di Baba. Pathri è il suo Janmabhoomi. Ancora oggi circa 1.500-2.000 devoti visitano ogni giorno il tempio di Pathri; non significa che non vogliano andare a Shirdi, ha detto.

Ma i residenti di Shirdi sostengono che se Baba avesse voluto che le sue radici fossero conosciute, lo avrebbe annunciato lui stesso.

Non ha senso cercare il suo luogo di nascita. Ci saranno molti pretendenti. Non ci importa se a Pathri vengono dati Rs 100 crore o anche Rs 1.000 crore. Ciò a cui ci opponiamo è l'affermazione che Baba sia nato a Pathri. Sembra essere una cospirazione per diffondere un messaggio sbagliato tra i devoti di Baba, ha detto Sachin Tambe, un ex fiduciario di Saibaba Sansthan Shirdi.

Da non perdere da Explained |Privacy personale vs sicurezza pubblica: come Apple vs FBI inquadra un grande dibattito tecnologico