Spiegazione: polemica sulle classifiche della facilità di fare affari - Ottobre 2022

L'amministratore delegato dell'FMI Kristalina Georgieva è sotto esame per il suo ruolo nella presunta manipolazione delle classifiche di facilità di fare affari della Banca mondiale quando era amministratore delegato lì. Uno sguardo alle affermazioni e ai risultati.

L'amministratore delegato del FMI Kristalina Georgieva, ex amministratore delegato della Banca mondiale, parla a un vertice a Parigi a maggio. Il FMI è intervenuto in sua difesa. (Foto d'archivio)

Martedì, il consiglio di amministrazione del Fondo monetario internazionale (FMI) è uscito sostenendo il suo amministratore delegato, Kristalina Georgieva, affermando di avere piena fiducia in lei. L'annuncio mirava a sedare settimane di crescenti interrogatori sul ruolo di Georgieva in presumibilmente sartiame le classifiche sulla facilità di fare affari della Banca mondiale quando era amministratore delegato lì.



Opinione|Devesh Kapur, Arvind Subramanian scrivono: C'è un urgente bisogno di ripulire la Banca Mondiale e il FMI

Qual è la controversia intorno a Georgieva?

Georgieva è un'economista bulgara che ha ricoperto diverse posizioni di alto profilo nella politica europea. Nel gennaio 2017 è stata nominata amministratore delegato del gruppo della Banca mondiale. Nel gennaio 2019, ha assunto la carica di presidente ad interim del gruppo WB dopo che Jim Yong Kim si è dimesso tre anni prima della fine del suo secondo mandato. Nell'ottobre 2019 ha assunto la carica di amministratore delegato del FMI.


patrimonio netto jordan spieth

I problemi sono iniziati quando nel gennaio 2018, Paul Romer, allora capo economista della Banca Mondiale - ha preso il posto di Kaushik Basu - ha detto Il giornale di Wall Street che le classifiche di Ease of Doing Business (EoDB) della Banca Mondiale sono state modificate per motivi politici. Presto Romer si dimise. (Per inciso, nello stesso anno Romer ricevette il Premio Nobel per l'Economia per aver mostrato come la conoscenza possa fungere da motore di crescita a lungo termine.) I commenti e le dimissioni di Romer hanno dato il via a una serie di domande sia all'interno che all'esterno della Banca Mondiale sulla integrità delle classifiche EoDB.





Nell'agosto 2020, la Banca Mondiale ha sospeso la sua classifica EoDB dopo aver riscontrato alcune irregolarità nei dati. Sono state segnalate una serie di irregolarità in merito alle modifiche ai dati nei rapporti Doing Business 2018 e Doing Business 2020, pubblicati nell'ottobre 2017 e 2019. Le modifiche ai dati non erano coerenti con la metodologia Doing Business, si afferma in un comunicato stampa.

In particolare, è stato affermato che le classifiche EoDB sono state modificate per gonfiare le classifiche per Cina (in EoDB 2018) e Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Azerbaigian (EoDB 2020).



Leggi anche|Lezioni dalla morte dell'indice di facilità di fare impresa

La Banca mondiale ha avviato un riesame completo e un'indagine indipendente. Uno di questi sforzi è stato quello di coinvolgere WilmerHale, uno studio legale, nel gennaio 2021. Nel suo rapporto, presentato il 15 settembre di quest'anno, le indagini di Wilmerhale hanno scoperto che il personale della Banca Mondiale ha effettivamente falsificato i dati per aiutare la classifica della Cina e lo ha fatto sotto la pressione di Georgieva . In effetti, a un certo punto il rapporto afferma che Georgieva ha rimproverato il direttore nazionale della Banca mondiale per aver gestito male le relazioni della Banca con la Cina e non aver apprezzato l'importanza del fare affari per il paese.

Questi risultati sono particolarmente schiaccianti perché la Cina è il terzo più grande azionista della Banca Mondiale dopo gli Stati Uniti e il Giappone, ed è vista come una manipolazione verso le classifiche più alte.



WilmerHale non ha trovato alcuna prova di illeciti rispetto alle classifiche di Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Azerbaigian.

Cosa sono le classifiche EoDB e perché sono importanti?

Le classifiche EoDB sono state avviate nel 2002 per classificare i paesi in base a una serie di parametri per indicare quanto sia facile o difficile per chiunque fare affari in un paese. Ogni anno, le classifiche EoDB hanno mappato se, e di quanto, un paese è migliorato su una serie di parametri grandi e piccoli, come il tempo necessario per avviare un'impresa, o quanto è costoso ottenere un permesso di costruzione, o quante procedure si devono seguire per far rispettare un contratto ecc.



Data la natura apparentemente ampia delle classifiche e il fatto che la Banca mondiale lo stesse facendo, l'EoDB è diventato presto la metrica di riferimento per gli investitori internazionali per valutare rischi e opportunità in tutto il mondo. Miliardi di dollari di investimenti hanno iniziato a dipendere da dove si trova un paese su EoDB e se sta migliorando o peggiorando. Ha anche acquisito un enorme significato politico quando i leader di diversi paesi hanno iniziato a utilizzare le classifiche EoDB per rivendicare il successo o rimproverare il governo esistente.

Leggi anche|La Banca Mondiale fermerà il rapporto sulla 'facilità di fare affari' mentre l'indagine trova 'destrezza di dati'

Quanto sono affidabili le classifiche?

Già prima di questa polemica si sapeva apertamente che ci sono diverse lacune nelle classifiche. Ad esempio, in India, che negli ultimi anni aveva registrato un balzo enorme, tutti i dati per costruire la classifica sono stati presi da due sole città: Mumbai e Delhi. Qualsiasi classifica basata su un campione così piccolo ignorava quanto notevolmente variasse la facilità di fare affari una volta che ci si allontanava da queste due metropolitane.



Tali debolezze sono state sfruttate per aumentare la classifica della Cina.

Il rapporto WilmerHale afferma che a un certo punto, quando Georgieva ha preso il controllo diretto della classifica cinese e stava cercando modi per aumentarlo, un membro junior ha suggerito di prendere solo la media delle due città più performanti - Pechino e Shanghai - come fanno per molti altri paesi (come l'India) invece di prendere una media ponderata di diversi città. Selezionando le prime due città, la classifica della Cina salirebbe.



Come si può migliorare la metodologia di ranking?

Il 1° settembre, la Banca Mondiale ha anche pubblicato i risultati di una revisione da parte di un panel esterno della sua metodologia EoDB. Ha affermato che l'attuale metodologia dovrebbe essere significativamente modificata, il che implica un'importante revisione del progetto.

Alcuni dei consigli chiave sono:

* Un sostanziale spostamento metodologico lontano da casi di studio ipotetici ea favore di una maggiore raccolta di dati da campioni rappresentativi di imprenditori e operatori effettivi sulle loro esperienze di fatto di fare impresa.

* Non ignorare le funzioni del governo che forniscono beni pubblici essenziali al settore privato: infrastrutture di trasporto e comunicazioni, forza lavoro qualificata, legge e ordine, ecc.

* Doing Business copre una vasta gamma di indicatori che spesso hanno poco significato se aggregati con pesi arbitrari. Per alcuni indicatori, meno è chiaramente meglio (ad esempio, i ritardi nella registrazione di un'impresa), mentre per altri, la politica ottimale è molto meno chiara (ad esempio, l'aliquota ottimale dell'imposta sulle società).

* Non classificare i paesi in base alle loro aliquote fiscali. Da un punto di vista sociale, la riscossione delle tasse è necessaria e quindi aliquote fiscali più basse non sono necessariamente migliori.

* Eliminare gli indicatori Tutela degli Azionisti di Minoranza e Risoluzione dell'Insolvenza.

* Rendi più pertinente l'indicatore Contratti con il governo.

* Ripristinare e migliorare l'indicatore Occupazione dei lavoratori, ma non classificare i paesi in base a queste informazioni.


quanto guadagna maddie ziegler - networth

* Migliorare la trasparenza e la supervisione di Doing Business.

Leggi anche|Il consiglio del FMI si riunirà domenica per ulteriori colloqui sul futuro di Kristalina Georgieva

È la prima volta che il capo del Fondo monetario internazionale e/o della Banca mondiale si trova in una controversia?

No. Negli ultimi anni, diversi capi della Banca Mondiale e del FMI sono stati giudicati colpevoli di alcuni illeciti o dell'altro.

Nel 2011, Dominique-Strauss Kahn, allora amministratore delegato dell'FMI, ha dovuto dimettersi dopo essere stato arrestato negli Stati Uniti a seguito di accuse di violenza sessuale. Rodrigo Rato, MD del FMI tra il 2004 e il 2007, è stato incarcerato in Spagna per uno scandalo di carte di credito nel 2017. Christine Lagarde, che era MD del FMI tra il 2011 e il 2017, è stata giudicata colpevole di negligenza nel consentire l'uso improprio di fondi pubblici nel 2016 per un caso risalente al 2011.

Paul Wolfowitz, presidente della Banca Mondiale tra il 2005 e il 2007, ha dovuto dimettersi a seguito di violazioni etiche e dei suoi legami sentimentali con un impiegato della Banca Mondiale. Anche il ruolo di Jim Yong Kim, presidente della Banca mondiale fino al 2019, è messo in discussione nella controversia sulla classifica.

Newsletter| Fai clic per ricevere le spiegazioni migliori della giornata nella tua casella di posta