Idee spiegate: perché la regolamentazione del programma di Sudarshan TV è complicata - Gennaio 2022

Pratap Bhanu Mehta scrive: Comunque vada a finire questo caso, sembra che siano in arrivo giorni bui sia per la democrazia che per la libertà.

PB Mehta su sudarshan tv case, notizie sudarshan, sudarshan tv case, Suresh Chavhanke, caso Suresh Chavhanke, UPSC jehad, SC su Suresh Chavhanke, bindas bol, indiano express(a destra) l'editore Suresh Chavhanke; Corte Suprema dell'India. (Archivia foto)

Il caso di Sudarshan TV, a un certo livello, è molto semplice, scrive Pratap Bhanu Mehta, redattore collaboratore diquesto sito web.

In linea di principio, la legge indiana consente la limitazione preventiva delle trasmissioni. Questa restrizione preventiva dovrebbe essere usata con parsimonia e deve soddisfare un alto livello costituzionale. La legge indiana consente anche la regolamentazione dell'incitamento all'odio, che è diverso dal discorso offensivo. L'incitamento all'odio spesso prende di mira e degrada una comunità.



Quindi, per come è attualmente costituita la legge, la questione sembra essere semplice: il programma di Sudarshan TV, Bindas Bol, era un caso di incitamento all'odio così chiaro come si può vedere? Certamente, il materiale disponibile nel pubblico dominio suggerisce che lo spettacolo è vile,scrive Mehta.



La Corte ha emesso un'ordinanza restrittiva provvisoria e presumibilmente risolverà la questione sulla base di un'attenta considerazione del contenuto. Ma comunque vada a finire questo caso, sembra che siano in arrivo giorni bui sia per la democrazia che per la libertà, sostiene Mehta.

Come mai?



La questione è fondamentalmente politica e non dobbiamo pretendere che sottili distinzioni legali risolvano il problema. La grande lezione degli ultimi due decenni è che un eccessivo affidamento sugli strumenti legali per risolvere problemi fondamentalmente sociali e politici spesso si ritorce contro. Nel caso della libertà di parola, lo è ancora di più, scrive.

Primo, se si guarda alla politica più ampia, il gioco della destra è intrappolare i liberali in un partito che censura. Ottengono più chilometraggio e vittimismo e creano più scetticismo sui primi principi costituzionali dimostrando che quando si tratta della crisi nessuno crede nella libertà di parola.

Leggi anche | 'SC rimanere qualcosa è come un missile n ma ha dovuto intervenire': il giudice Chandrachud su 'UPSC Jihad'



In secondo luogo, c'è già un sacco di leggi e regolamenti sui libri, dal Cable Broadcasters Act alla capacità di citare in giudizio, che in linea di principio dovrebbero fornire sufficienti restrizioni alle forme di discorso più eclatanti. Questi sono stati inefficaci a causa della disfunzione istituzionale. Ma se le nostre istituzioni sono veramente disfunzionali, ha senso creare un altro insieme di istituzioni per regolamentare,chiede Mehta.


film di Jason Lively

La tragedia della nostra situazione è che i mercanti di incitamento all'odio pensano che l'incitamento all'odio li renda popolari agli occhi della gente, e lo stato, reprimendoli, conferma inconsapevolmente l'argomento. Se le persone non vogliono essere salvate sia dal potere dell'odio che dal potere dello stato, la legge sarà un debole strumento per salvarli, conclude.