Spiegazione: lettura dell'avviso del governo sulla trasmissione aerea di Covid-19 - Gennaio 2022

Il governo ha avvertito che il virus SARS-CoV-2 può essere trasportato anche attraverso l'aria sotto forma di aerosol e infettare persone fino a 10 metri di distanza. Cosa dovresti fare?

L'avviso chiede alle persone di mantenere i propri spazi interni ben ventilati, tenendo aperte porte e finestre e utilizzando sistemi di scarico.

In un nuovo avviso, il governo ha avvertito che il virus SARS-CoV-2 può essere trasportato anche attraverso l'aria sotto forma di aerosol einfettare persone fino a 10 metri di distanza. L'avvertimento, incluso in un avviso generale aggiornato sul Covid-19 emesso dall'ufficio del Principal Scientific Advisor, è in linea con le ultime prove che suggeriscono che non può essere esclusa la trasmissione del virus per via aerea, specialmente negli spazi chiusi.

Newsletter| Fai clic per ricevere le spiegazioni migliori della giornata nella tua casella di posta



Gocciolina vs aerosol



Le diverse modalità di trasmissione del virus sono state oggetto di intense discussioni sin dall'inizio della pandemia. Inizialmente è stato suggerito che il virus si diffonda principalmente attraverso grandi goccioline che fuoriescono quando una persona parla, starnutisce o tossisce. Queste goccioline, a causa delle loro grandi dimensioni, avrebbero dovuto percorrere solo brevi distanze prima di cadere a terra. Una persona a 6 piedi (2 metri) di distanza è stata considerata al sicuro dall'infezione.


jeff gordon altezza

Nel corso dei mesi, tuttavia, gli scienziati hanno riscontrato prove crescenti del virus che viaggia anche attraverso gli aerosol. Gli aerosol sono piccole particelle solide sospese nell'aria. Relativamente leggeri, gli aerosol possono trasportare il virus a distanze molto maggiori. Inoltre, possono rimanere sospesi in aria per diversi minuti, o addirittura ore, aumentando così notevolmente la possibilità di infettare una persona vicina.



In una nota aggiornata sulla trasmissione di Covid-19, i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno affermato che sebbene le possibilità di un'infezione si riducano significativamente a distanze superiori a sei piedi, tali incidenze sono state ripetutamente documentate in determinate circostanze prevenibili.

ISCRIVITI ADESSO :Il canale Telegram spiegato Express

La nuova consulenza



L'advisory indiano ha adottato un approccio cauto e ha avvertito che la trasmissione tramite aerosol potrebbe avvenire anche a una distanza di 10 metri. Le goccioline che escono da una persona infetta cadono entro una distanza di due metri, mentre gli aerosol possono essere trasportati in aria fino a dieci metri, ha affermato.

Ha affermato che le goccioline e l'aerosol rimangono le principali modalità di trasmissione della malattia, sebbene abbia anche avvertito della possibilità di trasmissione superficiale: goccioline che cadono su superfici diverse e vengono raccolte da persone che toccano queste superfici. Il rischio da trasmissione di superficie, ritenuto molto elevato nei primi mesi della pandemia, si ritiene oggi notevolmente ridotto. Il CDC ha affermato che le prove attuali suggeriscono fortemente che la trasmissione da superfici contaminate non contribuisce sostanzialmente a nuove infezioni.

Cosa dovresti fare



L'avviso chiede alle persone di mantenere i propri spazi interni ben ventilati, tenendo aperte porte e finestre e utilizzando sistemi di scarico. In spazi chiusi e non ventilati, le goccioline e gli aerosol si concentrano rapidamente e aumentano notevolmente il rischio di trasmissione alle persone nell'area, afferma.

Sottolinea che il rischio di trasmissione dell'infezione era molto più basso nelle aree esterne poiché le particelle del virus si disperdono facilmente.



Si consiglia di introdurre l'aria esterna negli uffici, nelle case e negli spazi pubblici più ampi, e le misure per migliorare la ventilazione in questi spazi nelle aree urbane e rurali. Il semplice posizionamento strategico dei ventilatori, finestre e porte aperte, finestre anche leggermente aperte possono introdurre aria esterna e migliorare la qualità dell'aria all'interno. L'introduzione della ventilazione incrociata e dei ventilatori di scarico sarà utile per ridurre la diffusione della malattia, afferma.