Spiegazione: perché la Coca-Cola è sotto accusa per aver promosso il 'razzismo al contrario' e la retorica 'anti-bianca' - Febbraio 2023

Il gigante delle bevande Coca-Cola è stato preso di mira con l'accusa di promuovere il 'razzismo al contrario' e la retorica 'anti-bianchi' dopo che un recente seminario di formazione sulla diversità includeva diapositive che esortavano i dipendenti a 'cercare di essere meno bianchi'.

Dopo che le immagini del corso 'Confronting Racism' sono state condivise online venerdì scorso, Coca-Cola è stata ampiamente criticata da numerosi critici conservatori, che hanno accusato il produttore di bevande di 'razzismo al contrario' e di promuovere un sentimento 'anti-bianco'. (Foto d'archivio)

Il gigante delle bevande Coca-Cola è stato preso di mira con l'accusa di promuovere il razzismo inverso e la retorica anti-bianca dopo che un recente seminario di formazione sulla diversità includeva diapositive che esortavano i dipendenti a cercare di essere meno bianchi. Il contenuto della controversa sessione di formazione ha scatenato una tempesta online dopo che alcune delle diapositive sono trapelate da un dipendente alla fine della scorsa settimana.



Il materiale formativo faceva parte di un corso chiamato Confronting Racism, tenuto in collaborazione con l'accademico americano Robin DiAngelo, l'autore di 'White Fragility: Why it's così difficile per i bianchi parlare di razzismo'.



Alcune delle diapositive in questione esortavano i dipendenti della Coca-Cola a essere meno oppressivi, meno sulla difensiva e meno ignoranti nei loro rapporti. Sarebbe stato inviato allo staff di Coca-Cola per aiutare a costruire uno spazio di lavoro inclusivo.


lance morgan gloria borger

Newsletter| Fai clic per ricevere le spiegazioni migliori della giornata nella tua casella di posta



Perché il seminario di formazione sulla diversità di Coca-Cola ha suscitato un tale contraccolpo?

Dopo che le immagini del corso 'Confronting Racism' sono state condivise online venerdì scorso, Coca-Cola è stata ampiamente criticata da numerosi critici conservatori, che hanno accusato il produttore di bevande di 'razzismo al contrario' e di promuovere un sentimento 'anti-bianco'.

I termini 'razzismo al contrario' e 'discriminazione al contrario' sono stati usati dai conservatori in risposta all'azione affermativa e alle politiche basate sulla razza dagli anni '70. Un articolo della California Law Review del 1979 definisce la discriminazione inversa come un fenomeno in cui i singoli neri e i membri di altri gruppi minoritari iniziarono a ricevere benefici a spese dei bianchi che, a parte la razza, avrebbero avuto una pretesa superiore per goderseli.



Una delle controverse diapositive dell'addestramento, che ha suscitato furore negli Stati Uniti, recita: Negli Stati Uniti e in altre nazioni occidentali, i bianchi sono socializzati per sentirsi intrinsecamente superiori perché sono bianchi.

Un'altra diapositiva ha esortato i dipendenti a cercare di essere meno bianchi essendo meno oppressivi, ascoltando di più, credendo e rompendo con la solidarietà bianca.



Le diapositive sono state condivise da un commentatore di YouTube di nome Karlyn Boryensko, che ha ricevuto la soffiata dagli informatori della Coca-Cola. I dipendenti hanno affermato di essere tenuti a seguire il corso online, che è stato poi pubblicamente disponibile sul sito Web di formazione americano Linkedin Learning. Il corso è stato successivamente rimosso da LinkedIn.

Il corso Confronting Racism con Robin DiAngelo non è più disponibile nella nostra libreria del corso, su richiesta del fornitore di contenuti di terze parti da cui abbiamo concesso in licenza questo contenuto, Nicole Leverich, vicepresidente delle comunicazioni aziendali di LinkedIn, ha dichiarato a Newsweek.



Da allora i tweet di Borysenko sono stati condivisi oltre 30.000 volte e hanno raccolto quasi 36.000 Mi piace.

ISCRIVITI ADESSO :Il canale Telegram spiegato Express

Qual è stata la risposta?

Da allora diversi legislatori repubblicani si sono rivolti ai social media per criticare il seminario. Il funzionario e avvocato del Partito Repubblicano Harmeet Dhillon ha condiviso un tweet, sostenendo che il corso promuoveva una palese discriminazione razziale.


quanti anni ha louanne stephens

Non c'è niente di più razzista di così, ha commentato il repubblicano dell'Arizona Josh Barnett. Se un'azienda mandasse in giro un kit di formazione che istruisce i neri su come 'essere meno neri', il mondo imploderebbe e seguirebbero azioni legali, ha twittato il commentatore conservatore Candace Owens.

Come ha risposto Coca-Cola alla polemica?

Coca-Cola ha affermato che il seminario non faceva parte del suo programma di apprendimento e non era stato reso obbligatorio per i suoi dipendenti. Il video e le immagini attribuite a un programma di formazione Coca-Cola non fanno parte del curriculum di apprendimento dell'azienda, ha affermato il produttore di bevande in una dichiarazione rilasciata il 21 febbraio.

Il programma di formazione globale 'Better Together' dell'azienda fa parte di un piano di apprendimento per aiutare a costruire un ambiente di lavoro più inclusivo e include l'accesso alla piattaforma LinkedIn Learning, dove era disponibile la presentazione, ha chiarito Coca-Cola.

Il video in questione era accessibile sulla piattaforma LinkedIn Learning ma non faceva parte del curriculum dell'azienda. Continueremo ad ascoltare i nostri dipendenti e ad affinare i nostri programmi di apprendimento come appropriato, si legge ulteriormente nella dichiarazione.

Da allora, un rappresentante dell'accademico Robin DiAngelo ha affermato di non essere a conoscenza del fatto che il suo lavoro fosse utilizzato come parte della presentazione. La formazione online di LinkedIn Learning che stava circolando non era un corso della dott.ssa DiAngelo, ma una serie di clip di interviste che erano state modificate insieme a sua insaputa e presentate come una risorsa educativa, ha detto il suo rappresentante a The Independent.

Non ha avuto alcun coinvolgimento nella sua presentazione o commercializzazione come sessione di formazione, non ha approvato la sua distribuzione, non sapeva che veniva utilizzata in contesti aziendali e, per questo motivo, è stata rimossa dal sito e interrotta volontariamente dai gruppi che lo ha creato e distribuito, ha detto il suo rappresentante.

Condividi Con I Tuoi Amici: