Spiegato: perché gli alleati di lunga data Pakistan e Arabia Saudita si stanno allontanando? - Gennaio 2022

Gli alleati di lunga data sembrano allontanarsi, con i sauditi che preferiscono costruire legami con l'India piuttosto che criticarla sul Kashmir. Quali sono le implicazioni per l'India, soprattutto alla luce dei legami del Pakistan con la Cina?

Relazioni pakistane saudite, spaccatura pakistana saudita, colloqui pakistani sauditi, spaccatura pakistana saudita su Jammu e Kashmir, Express Explained, Indian ExpressIl capo dell'esercito pakistano, il generale Qamar Javed Bajwa, con il vice ministro della Difesa dell'Arabia Saudita, il principe Khalid bin Salman, a Riyadh. (Twitter/@kbsalsaud)

La frattura tra Pakistan e Arabia Saudita su Jammu e Kashmir è allo scoperto. Una delegazione guidata dal capo dell'esercito pakistano, generale Qamar Javed Bajwa, ha visitato l'Arabia Saudita, ma è stato negato un incontro con il principe ereditario Mohammed bin Salman (MBS). Ora, il ministro degli Esteri pakistano Shah Mahmood Qureshi ha incontrato il ministro degli Esteri cinese Wang Yi per ottenere sostegno.

legami saudita-pakistano

Il rapporto tra l'Arabia Saudita e il Pakistan è stato più importante durante la guerra del 1971 tra India e Pakistan. Secondo i rapporti di quel tempo, l'Arabia Saudita aveva denunciato l'azione indiana come infida e contraria a tutti i patti internazionali e ai valori umani e non aveva trovato alcuna giustificazione per l'aggressione indiana tranne il desiderio dell'India di smembrare il Pakistan e offuscare il suo credo islamico.



Si dice anche che l'Arabia Saudita abbia trasferito armi e attrezzature, incluso il prestito di circa 75 aerei al Pakistan. Dopo la guerra, l'Arabia Saudita ha costantemente sostenuto l'appello per il ritorno dei prigionieri di guerra del Pakistan e per l'annullamento del processo di Dacca (Dhaka) contro 195 di loro.



Dopo la guerra, l'Arabia Saudita concesse prestiti al Pakistan che gli consentirono di acquistare armi per un valore di circa $ 1 milione entro il 1977, inclusi F-16 e missili Harpoon dagli Stati Uniti. Petrolio e dollari sauditi hanno tenuto in piedi l'economia pakistana dopo le sanzioni a seguito dei test nucleari. Negli ultimi due decenni, l'Arabia Saudita ha fornito petrolio con pagamenti differiti al Pakistan ogni volta che si è imbattuto in difficoltà economiche.

Anche i finanziamenti sauditi alle madrase hanno portato alla loro proliferazione, dando origine in seguito all'estremismo religioso.



Nel 1990, il Pakistan ha inviato le sue forze di terra per difendere l'Arabia Saudita dall'invasione del Kuwait da parte dell'Iraq.

Relazioni Pakistan Arabia Saudita, spaccatura Pakistan saudita, colloqui pakistani sauditi, spaccatura Pakistan saudita su Jammu e Kashmir, Express Explained, Indian ExpressIl capo di stato maggiore dell'esercito pakistano, generale Qamar Javed Bajwa, è accolto dal vice ministro della Difesa dell'Arabia Saudita, il principe Khalid bin Salman, a Riyadh, in Arabia Saudita, il 17 agosto 2020. (Agenzia di stampa saudita/dispensa via Reuters)

Allineamento sul Kashmir

L'allineamento sul Kashmir all'Organizzazione della Conferenza Islamica (OIC) si è cristallizzato dal 1990, quando è iniziata l'insurrezione in Jammu e Kashmir. Sebbene l'OIC abbia rilasciato dichiarazioni negli ultimi tre decenni, è diventato un rituale di scarso significato per l'India.

L'anno scorso, dopo che l'India ha revocato l'articolo 370 in Kashmir, il Pakistan ha esercitato pressioni sull'OIC per la sua condanna della mossa dell'India. Con sorpresa del Pakistan, l'Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti hanno rilasciato dichiarazioni sfumate piuttosto che aspramente critiche nei confronti di Nuova Delhi.



Nell'ultimo anno, il Pakistan ha cercato di risvegliare i sentimenti tra i paesi islamici, ma solo una manciata di loro – Turchia e Malesia – ha criticato pubblicamente l'India.

La prospettiva saudita

Il cambio di posizione dell'Arabia Saudita è stato un processo graduale sotto il principe ereditario MBS. Mentre cerca di diversificare dalla sua economia fortemente dipendente dal petrolio, vede l'India come un partner prezioso nella regione.

New Delhi, da parte sua, ha corteggiato il mondo arabo negli ultimi sei anni. Dall'Arabia Saudita agli Emirati Arabi Uniti, ha fatto funzionare le leve diplomatiche attraverso visite di alto livello e opportunità penzolanti di investimento e affari



MBS, che sta cercando di investire in India, ha adottato una visione realistica, insieme al principe ereditario degli Emirati Arabi Uniti Mohammed bin Zayed. L'Arabia Saudita è il quarto partner commerciale dell'India (dopo Cina, Stati Uniti e Giappone) e una delle principali fonti di energia: l'India importa circa il 18% del suo fabbisogno di greggio dal Regno. L'Arabia Saudita è anche una delle principali fonti di GPL per l'India.

E, con l'India che interrompe le importazioni di petrolio dall'Iran a causa della minaccia di sanzioni statunitensi, anche l'Arabia Saudita è fondamentale in questo senso.



Espresso spiegatoè ora accesoTelegramma. Clicqui per unirti al nostro canale (@ieexplained)e rimani aggiornato con le ultime

Relazioni Pakistan Arabia Saudita, spaccatura Pakistan saudita, colloqui pakistani sauditi, spaccatura Pakistan saudita su Jammu e Kashmir, Express Explained, Indian ExpressIl primo ministro Narendra Modi riceve il principe ereditario Mohammed bin Salman a Nuova Delhi. (Foto espresso: Tashi Tobgyal)

Tensione saudita-pakistana

La tensione tra Arabia Saudita e Pakistan è in fermento da tempo. Nel 2015, il parlamento pakistano ha deciso di non sostenere lo sforzo militare saudita per ripristinare un governo riconosciuto a livello internazionale nello Yemen.

In seguito, l'allora capo dell'esercito pachistano, il generale Raheel Sharif, guidò l'Alleanza militare islamica per la lotta al terrorismo a guida saudita, che comprendeva 41 paesi musulmani.

Nel febbraio 2019, dopo l'attacco terroristico di Pulwama, sono stati l'Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti a fare la loro parte per ottenere il rilascio del Wing Commander Abhinandan, a parte gli Stati Uniti.

Il principe ereditario saudita ha visitato il Pakistan e l'India in quel momento e ha chiarito che apprezzava le opportunità economiche. Non ha approfondito la questione del Kashmir in India o la questione del terrorismo in Pakistan.

Un anno dopo la revoca dell'articolo 370, Qureshi ha chiamato il gatto. La sua accusa che l'Arabia Saudita non sia riuscita a mantenere la causa del Kashmir era un'indicazione della frustrazione di Islamabad - e di Rawalpindi - per il fatto che l'OIC non avesse svolto un ruolo di leadership nel sostenere il Pakistan contro l'India.

Ciò ha fatto arrabbiare l'Arabia Saudita, che nel novembre 2018 aveva annunciato un pacchetto di prestiti da $ 6,2 miliardi per il Pakistan. Il pacchetto includeva 3 miliardi di dollari di prestiti e una linea di credito petrolifera pari a 3,2 miliardi di dollari. Riyadh ha chiesto la restituzione del prestito di 3 miliardi di dollari e si è rifiutata di vendere petrolio a Islamabad con pagamento dilazionato. Il Pakistan ha immediatamente restituito $ 1 miliardo, mostrando la spaccatura.

Ma, nell'attuale situazione economica, il Pakistan non è in grado di pagare la prossima tranche. Il generale Bajwa è andato a Riyadh per un esercizio di rattoppo, ma MBS si è rifiutato di incontrarlo.

Ciò che ha fatto arrabbiare anche l'Arabia Saudita è che il Pakistan ha cercato di assecondare la Turchia e la Malesia. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è visto come un tentativo di posizionarsi come il nuovo leader del mondo musulmano, sfidando la posizione di lunga data dell'Arabia Saudita.

Da non perdere da Explained |La svolta cinese nella sfida del fiume Teesta India-Bangladesh

Il fattore Cina

Pakistan e Cina si sono definiti alleati per tutte le stagioni e fratelli di ferro. Nell'ultimo anno Pechino ha sostenuto il Pakistan in Kashmir, sollevando tre volte la questione al Consiglio di sicurezza dell'ONU.

La Cina è anche emersa come il più grande benefattore del Pakistan attraverso il finanziamento del corridoio economico Cina-Pakistan. Inizialmente valutato a $ 46 miliardi, l'impegno della Cina in Pakistan è ora pari a $ 62 miliardi.

Anche l'Arabia Saudita ha investito in progetti CPEC, per un importo di 10 miliardi di dollari, ma il Pakistan ora guarda a Pechino per un sostegno sia diplomatico che economico.

La visita di Qureshi in Cina va vista in questo contesto. Apparentemente, è andato per un dialogo strategico con il ministro degli Esteri cinese nella provincia di Hainan, nel sud della Cina. Ha definito la sua visita un viaggio molto importante e il ministero degli Esteri pakistano ha affermato che svolgerà un ruolo importante nel rafforzare ulteriormente il partenariato strategico cooperativo per tutte le stagioni Pakistan-Cina.

Implicazioni per l'India

L'India, che segue da vicino gli sviluppi tra Pakistan e Arabia Saudita, non ha detto nulla pubblicamente. Ma il silenzio saudita su J&K e CAA-NRC ha incoraggiato il governo indiano.

Sia New Delhi che Riyadh vedono un valore nella loro relazione. In un momento in cui l'India e la Cina sono bloccate in una situazione di stallo di confine, l'India diffiderebbe dall'alleanza tra Pakistan e Cina. Ma con l'Arabia Saudita nel suo angolo per ora, potrebbe avere un'influenza sul Pakistan: Riyadh non vorrebbe un conflitto e instabilità regionale.

La chiave per il calcolo dell'India è che gli assi Pakistan-Cina e Pakistan-Saudita non sono fusi insieme al momento: non è un triangolo saudita-Pakistan-Cina. Come New Delhi fa leva per decidere il futuro della regione.

Questo articolo è apparso per la prima volta nell'edizione cartacea diquesto sito webil 22 agosto 2020, con il titolo 'Leggere la spaccatura Pakistan-Saudita'.


quanto vale Cameron Boyce