Spiegato: perché il critico di Trump Liz Cheney è stato rimosso dalla leadership repubblicana della Camera? - Potrebbe 2022

Il destino di Liz Cheney è stato deciso mercoledì in una riunione a porte chiuse dei repubblicani della Camera che è durata meno di 20 minuti.

Liz Cheney, Liz Cheney su donald trump, Liz Cheney oped, Liz Cheney ha votato fuori, repubblicani Liz Cheney, presidente della Conferenza repubblicana della Camera, che succederà a Liz Cheney, briscola della violenza di Capitol Hill, indiano express, express spiegatoLiz Cheney parla ai giornalisti dopo che i repubblicani della Camera hanno votato per estrometterla dal suo incarico di presidente della Conferenza repubblicana della Camera. il 12 maggio. (Foto: AP)

La Camera dei rappresentanti repubblicana negli Stati Uniti ha votato per rimuovere la deputata Liz Cheney del Wyoming dal suo ruolo di leadership, a causa delle sue continue critiche all'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump e del suo rifiuto di sostenere le sue affermazioni a lungo smentite di brogli elettorali. La sua cacciata come terzo repubblicano più alto in classifica alla Camera punta versoLa salda presa di Trump sul GOP, anche sei mesi dopo essere uscito dalla Casa Bianca.

Il destino di Cheney è stato deciso mercoledì in una riunione a porte chiuse dei repubblicani della Camera che è durata meno di 20 minuti.



Newsletter| Fai clic per ricevere le spiegazioni migliori della giornata nella tua casella di posta



Cheney ha detto che aveva in programma di cercare la rielezione al Congresso l'anno prossimo. Subito dopo l'incontro, ha detto ai giornalisti che farà tutto il possibile per assicurarsi che l'ex presidente non si avvicini mai più allo Studio Ovale. Abbiamo visto la sua mancanza di impegno e dedizione alla Costituzione, e penso che sia molto importante assicurarci che chiunque eleggiamo sia qualcuno che sarà fedele alla Costituzione, ha aggiunto.

Chi è Liz Cheney?

La figlia dell'ex vicepresidente degli Stati Uniti Dick Cheney, Liz Cheney è una deputata del Wyoming e una strenua conservatrice che ha ricoperto la carica di presidente della Conferenza repubblicana della Camera dal 2019, sotto il leader della minoranza alla Camera Kevin McCarthy.




Joey Chestnut stipendio

Cheney è stato un critico di lunga data dell'ex presidente Trump. In effetti, è stata tra i 10 repubblicani alla Camera che hanno votato a favore dell'impeachment di Trump per il suo presunto ruolo nell'incitamento alla violenza scoppiata al Campidoglio degli Stati Uniti il ​​6 gennaio di quest'anno.

Le sue critiche inflessibili a Trump hanno fatto guadagnare a Cheney notevoli rimproveri da Trump e dai suoi lealisti, molti dei quali hanno chiesto che venisse rimossa dal suo ruolo di leadership.

In passato, è sopravvissuta alle minacce di essere espulsa grazie al sostegno di altri leader repubblicani. Di recente, tuttavia, Cheney ha perso il sostegno sia di McCarthy che del capo della minoranza alla Camera, il membro del Congresso Steve Scalise della Louisiana, mettendola in una posizione precaria.



Un giorno prima della riunione a porte chiuse del GOP, Cheney ha pronunciato un discorso feroce all'aula della Camera, avvertendo il suo partito che non si sarebbe seduta a guardare in silenzio mentre Trump continuava a fare false affermazioni sulla frode elettorale durante le elezioni presidenziali del 2020.

Non si tratta di politica, non si tratta di faziosità, si tratta del nostro dovere di americani, ha detto. Rimanere in silenzio e ignorare la menzogna incoraggia il bugiardo. Non parteciperò a questo.

Perché Cheney è stato estromesso adesso?

Poco dopo che Cheney ha votato per l'impeachment di Trump a febbraio, diversi repubblicani hanno votato per rimuoverla dalla presidenza della conferenza del partito, accusandola di slealtà. Alla fine, Trump è stato assolto dal Senato allora controllato dai repubblicani.



Mentre la maggioranza dei leader del GOP ha votato contro la sua rimozione dal suo ruolo a febbraio, Cheney ha continuato la sua crociata contro Trump. Le sue continue critiche all'ex presidente hanno suscitato molto scalpore all'interno del partito, spingendo molti dei suoi ex sostenitori a rivoltarsi contro di lei. Un leader repubblicano, il rappresentante Matt Gaetz, ha persino tenuto una manifestazione contro di lei nel suo stato natale, il Wyoming.


quanto vale John Lennon

L'ultima goccia sembra essere stato un recente editoriale del Washington Post in cui ha definito Trump pericoloso e ha esortato i suoi compagni repubblicani a non incoraggiare il suo culto antidemocratico della personalità. Poco dopo la pubblicazione dell'editoriale, McCarthy e Scalise hanno iniziato a prendere provvedimenti per votarla fuori.



Molti repubblicani hanno sostenuto che la decisione di rimuoverla dalla presidenza ha più a che fare con il mantenimento di un fronte unito, e le sue continue critiche a Trump hanno tolto l'agenda e le politiche del partito. Ma alcuni repubblicani, compreso l'ex contendente alla presidenza Mitt Romney, hanno sostenuto Cheney.

Chi la sostituirà?

Diversi leader repubblicani da allora hanno approvato Elise Stefanik di New York per sostituire Cheney. È interessante notare che la membro del Congresso di quattro anni di 36 anni era inizialmente una critica di Trump, ma in seguito si è trasformata in uno dei suoi più fedeli alleati. Da allora è stata approvata dall'ex presidente stesso per assumere il ruolo di Cheney.

Alcuni leader del GOP, tuttavia, hanno sostenuto che il record di voti di Stefanik è stato troppo liberale.

ISCRIVITI ADESSO :Il canale Telegram spiegato Express

Quale futuro per Cheney?

Secondo il portavoce di Cheney, ha in programma di cercare la rielezione l'anno prossimo per un quarto mandato come unico membro della Camera che rappresenta il Wyoming, ha riferito Reuters. Finora, sei repubblicani hanno già firmato per sfidarla nello stato rosso, che probabilmente assisterà a una resa dei conti tra fazioni in competizione all'interno del Partito Repubblicano.

Dobbiamo andare avanti sulla base della verità. Non possiamo sia abbracciare la grande bugia che abbracciare la Costituzione, ha detto Cheney dopo essere stata rimossa dalla presidenza della Conferenza repubblicana della Camera.