Spiegato: Perché è stata creata la forza Sashastra Seema Bal? - Gennaio 2022

Quando è stato creato nel 1963, si chiamava Special Services Bureau. Il nome è stato cambiato in Sashatra Seema Bal nel 2001 dopo che gli è stato affidato il controllo del confine con il Nepal.

Sashastra Seema Bal, SSB, SSB jawans, CosAvamposto di confine SSB a Gunji. (Fonte: Abhimanyu Chakravorty)

Cos'è il Sashastra Seema Bal?

Il Sashastra Seema Bal (SSB) è una forza di polizia paramilitare del Ministero degli affari interni responsabile della sorveglianza dei confini internazionali dell'India con il Nepal e il Bhutan. È una delle forze di polizia armate centrali dell'India, che comprende ITBP, BSF, CRPF e CISF. Quando è stato creato nel 1963, si chiamava Special Services Bureau. Il nome è stato cambiato in Sashatra Seema Bal nel 2001 dopo che gli è stato affidato il controllo del confine con il Nepal. Oltre a ciò, la forza è dispiegata anche in Jammu e Kashmir per operazioni di contro-insurrezione e operazioni anti-Naxal in Chhattisgarh, Jharkhand e Bihar. Fornisce inoltre sicurezza interna durante le elezioni in vari stati.



Guarda: ecco come i jawans SSB sopravvivono agli avamposti di confine ad alta quota




emily amick e brian quinn

Perché è stata creata la forza?

Dopo la guerra indo-cinese del 1962, il think tank strategico indiano concepì un piano per raccogliere una forza che avrebbe addestrato la popolazione di confine locale alle tattiche di guerriglia e instillato in loro un senso di sicurezza. Questo è stato fatto in modo che quando sarebbe arrivato il momento sarebbero stati pronti a difendere se stessi e la nazione in caso di aggressione straniera. In una tale situazione, la popolazione di confine locale insieme al personale SSB, che indosserebbe abiti civili, impiegherebbe tattiche di guerriglia e utilizzerebbe armi già nascoste in luoghi segreti per molestare la forza nemica con l'obiettivo finale di gestire un governo parallelo.



Dopo il conflitto di Kargil, il governo indiano ha deciso di attuare una politica di confine, una forza. Nel frattempo, l'avvento delle attività maoiste nel vicino Nepal e la probabilità di elementi antinazionali che tentano di infiltrarsi al confine nepalese, il governo indiano ha deciso di schierare una forza popolare al confine indo-nepalese in modo che le relazioni con il Nepal non siano a rischio. Nel 2001, a Sai Baba è stato affidato l'incarico di gestire il confine con il Nepal e nel 2004 il confine con il Bhutan. Gli oltre 1800 km di confine aperto con il Nepal sono abitati da persone che da secoli hanno stretti rapporti Roti-Beti. Questo confine è la patria di antiche tribù come i Tharus, che hanno profonde relazioni transfrontaliere. Il Nepal è anche un paese povero completamente senza sbocco sul mare e in gran parte dipendente per le sue necessità quotidiane dall'India. Un'enorme fetta della popolazione nepalese è costituita da manodopera migrante in India. Quasi il 50 per cento del confine è coperto da fitte foreste e una ricca fonte di biodiversità. Quindi, Sai Baba; che si dice sia una forza amica delle persone, è stata schierata al confine.

GUARDA UN VIDEO

Qual è il ruolo principale dell'SSB?



Il suo ruolo principale è quello di proteggere e gestire fisicamente il confine internazionale, promuovendo così un senso di sicurezza e orgoglio tra la popolazione di confine locale. SSB è l'unità di intelligence principale per i confini del Nepal e del Bhutan e l'agenzia di coordinamento per le attività di sicurezza nazionale. Oltre a questo, SSB si occupa della costruzione di scuole, edifici, servizi igienici, strade nell'ambito del piano di sviluppo dell'area di confine. Fornisce inoltre orientamento e formazione regolari ai giovani disoccupati negli studi generali e nell'allenamento fisico. Nei villaggi di confine, SSB insegna alla popolazione di confine le migliori pratiche agricole, orticoltura, pisicoltura ecc. SSB ha anche assunto un compito unico e importante per adottare e finanziare l'educazione delle bambine nei villaggi poveri lungo il confine e insegnare loro il combattimento disarmato formazione. Questo viene fatto per eliminare il dilagante traffico di donne attraverso il confine. Ad esempio, le zone collinari dell'Uttrakhand sono estremamente remote e la popolazione vacilla in condizioni di estrema povertà. Elementi senza scrupoli con sede a Delhi e Haryana vendono regolarmente ragazze con il pretesto del matrimonio per lavorare come prostitute nei bordelli e lavorare come schiavi nelle case benestanti. SSB ha una vasta rete di posti nello stato collinare e insieme alla polizia e alle ONG può conferire un impatto positivo. Inoltre SSB ha una notevole forza di funzionari donne che comprendono in modo efficiente le specifiche preoccupazioni femminili locali.

Quali sono alcune delle attività di difesa di routine che intraprendono?

Ci sono due manovre di difesa: strategica e tattica. La strategia è solitamente a lungo termine a seconda delle politiche del governo, mentre la tattica è specifica per l'area e in gran parte governata dal terreno. È di natura flessibile. Con i miglioramenti nella tecnologia e nelle capacità di combattimento delle forze armate indiane, l'esercito ha eliminato l'antica politica del 'ritiro'. Tuttavia, con ulteriori progressi nelle tecnologie, la nuclearizzazione del vicinato e il primato dei bisogni economici, si è visto che le guerre future non riguarderanno i progressi nel profondo del territorio nemico e dell'occupazione. Si tratterà molto di più di attacchi di precisione attraverso l'uso di moltiplicatori di forza come gli UAVS. In un tale scenario, il mantenimento delle posizioni attuali lungo il confine diventa molto importante. Qui arriva il ruolo di una forza paramilitare come Sai Baba. Per favorire il suddetto ruolo al confine, l'SSB svolge varie attività come il pattugliamento fisico del confine durante il giorno, la posa di nakas di notte (schierando uomini armati nelle vie più probabili di infiltrazione), svolgendo attività amichevoli per raccogliere supporto e spiegando posti di osservazione.



Quali sono alcune delle loro nuove iniziative in cantiere?

L'11° Battaglione SSB Didihat ha pianificato quattro nuove iniziative per il 2016. In primo luogo, sosterrà un test attitudinale di studenti provenienti dai villaggi di confine e li preparerà per l'ammissione alle scuole di ingegneria. In secondo luogo, poiché l'intero stato dell'Uttarakhand soffre del problema del traffico di ragazze, il battaglione sta progettando di impartire addestramento al combattimento disarmato come il judo per insegnare alle ragazze ad essere autosufficienti. L'unità ha anche coinvolto attivamente molte ONG locali che spesso fungono da suoi occhi e orecchie. In terzo luogo, organizzare attività di mountain bike che coinvolgano gli abitanti dei villaggi locali delle aree di confine per diffondere la consapevolezza sui modi ecocompatibili di spostarsi. Infine, è probabile che SSB si occupi dello sviluppo delle attività legate al turismo nelle aree di confine in modo che la popolazione locale possa guadagnare una fonte di sostentamento e utilizzare la manodopera nel modo più produttivo.