Sanità in India: raramente un problema elettorale, nonostante l'accesso limitato - Ottobre 2022

L'assenza di un'esperienza positiva con la sanità pubblica non solo spinge le persone verso le strutture sanitarie private, ma allontana anche la questione della salute dalle considerazioni di politica pubblica.

Un paziente viene trasferito da un reparto Covid-19 a un reparto generale dell'ospedale civile di Asarwa. (Foto espresso: Nirmal Harindran, file)

In India, le politiche pubbliche e le infrastrutture sanitarie legate alla salute sono state spesso oggetto di discussione tra i responsabili politici. Tuttavia, raramente diventano una questione politica. Tuttavia, sarebbe un errore immaginare che ai cittadini non interessino le strutture sanitarie. Anni prima che la pandemia in corso attirasse l'attenzione su questi problemi, uno studio ('State of Democracy in South Asia (SDSA)–Round 3') di Lokniti-CSDS nel 2019 ha rilevato che le persone si aspettano che il governo si assuma la massima responsabilità nel fornire cure mediche di base (Grafico 1). Ma quando si tratta di votare, la salute non diventa mai una questione elettorale per gli elettori; né i partiti politici generalmente si concentrano sulle infrastrutture sanitarie nel loro manifesto o campagna.



Anche in Spiegato| I giovani indiani si sposano più tardi, ma gli atteggiamenti tradizionali rimangono

La salute alle elezioni

Nei turni servili degli studi post-elettorali (nazionali e statali) di Lokniti-CSDS, meno dell'1% degli elettori ha affermato che la salute era la loro considerazione durante il voto. Si presumeva che durante l'attuale pandemia, gli elettori avrebbero dato la priorità alla salute come problema elettorale, ma non è stato così. Le elezioni dell'Assemblea del Bihar si sono svolte subito dopo la prima ondata di Covid-19. Durante il sondaggio post-elettorale, meno dell'1% degli elettori ha considerato la salute un problema durante il voto, il che non era molto diverso dai risultati dell'ultimo sondaggio post-elettorale in Bihar (2015). All'inizio del 2021, quando l'India ha affrontato la seconda ondata, si sono tenute le elezioni in quattro stati. Anche qui meno dell'1% degli elettori considerava la salute una questione elettorale (Grafico 2).


dave kindig worth

Fonte: Indagini post-sondaggio Lokniti-CSDS

Accesso all'assistenza sanitaria

Nell'SDSA 2019, agli enumeratori è stato chiesto di osservare la disponibilità di strutture mediche nelle località censite. È stato riscontrato che il 70% delle località dispone di servizi sanitari pubblici; la disponibilità era inferiore nelle aree rurali (65%) rispetto alle aree urbane (87%). Agli enumeratori è stato anche chiesto di verificare se le persone possono raggiungere le strutture sanitarie camminando o se hanno bisogno di utilizzare i mezzi di trasporto. Nel 45% delle località intervistate, le persone potevano accedere ai servizi sanitari camminando, mentre nel 43% delle località avevano bisogno di utilizzare i mezzi. La vicinanza ai servizi sanitari è maggiore nelle località urbane: il 64% degli enumeratori nelle aree urbane ha osservato che le persone possono accedere ai servizi sanitari camminando, mentre solo il 37% nelle aree rurali può farlo (Grafico 3).





Esperienza di salute pubblica

In uno studio condotto tra le elezioni da Lokniti-CSDS in collaborazione con l'Università Azim Premji durante il 2016-19, il 30% delle persone intervistate ha condiviso esperienze negative nell'utilizzo dei servizi sanitari pubblici. Lo è di più per le persone delle sezioni marginali, che evitano di farsi curare, a volte per mancanza di risorse infrastrutturali e monetarie.


dave american pickers

Nello 'State of the Nation Survey (SONS)', condotto nel 2018 da Lokniti-CSDS, alle persone è stato chiesto se avessero mai preso un prestito per cure mediche. Un quarto (25%) ha confermato di aver preso un prestito, e questa proporzione è più alta tra le persone appartenenti alle Caste Classificate e tra i poveri. La scarsità di fondi li ha ulteriormente scoraggiati dal prendere cure mediche: il 43% degli intervistati ha affermato che loro o qualcuno della loro famiglia è rimasto senza cure mediche. Questa tendenza è stata osservata principalmente tra le persone di Scheduled Castes e Scheduled Tribes: lo ha affermato più della metà degli intervistati in queste sezioni. Allo stesso tempo, il 47% delle persone che vivono nelle aree rurali ha dichiarato di non essere stato curato (tabella 1).



Questi risultati indicano che il sistema sanitario in India deve essere reso accessibile ai bisognosi e alle persone che vivono ai margini della società. L'assenza di un'esperienza positiva con la sanità pubblica non solo spinge le persone verso le strutture sanitarie private, ma allontana anche la questione della salute dalle considerazioni di politica pubblica.