India e Pakistan: come differiscono su questioni costituzionali chiave - Febbraio 2023

Mentre il Pakistan inizia un nuovo esperimento di democrazia costituzionale, in che modo la sua esperienza nazionale differisce da quella indiana per quanto riguarda gli aspetti chiave del governo e del diritto?

Imran Khan, premier pakistano Imran Khan, giuramento di Imran Khan, elezioni in Pakistan, relazioni india pakistanMentre il Pakistan inizia un nuovo esperimento di democrazia costituzionale, in che modo la sua esperienza nazionale differisce da quella indiana per quanto riguarda gli aspetti chiave del governo e del diritto?

Nel suo primo discorso alla nazione dopo aver prestato giuramento sabato, il primo ministro Imran Khan ha promesso un naya Pakistan che avrebbe seguito il percorso previsto da Jinnah e Iqbal. Jinnah vedeva il Pakistan come uno stato nazionale liberale e democratico con uguali diritti per tutti i cittadini, piuttosto che uno stato islamico ortodosso. Mentre il Pakistan inizia un nuovo esperimento di democrazia costituzionale, in che modo la sua esperienza nazionale differisce da quella indiana per quanto riguarda gli aspetti chiave del governo e del diritto?



La costituzione


quanto vale frankie muniz

Mentre il preambolo alla costituzione della Repubblica Islamica del Pakistan inizia con un'invocazione ad Allah Onnipotente e cita il Fondatore del Pakistan, Quaid-i-Azam Mohammad Ali Jinnah, l'Assemblea Costituente dell'India aveva respinto ogni riferimento a Dio o al Padre della Nazione , Mahatma Gandhi. Il preambolo della costituzione del Pakistan promette disposizioni adeguate per salvaguardare i legittimi interessi delle minoranze e delle classi arretrate e depresse, e l'indipendenza della magistratura. Il preambolo della costituzione dell'India è più compatto: racchiude, ma non menziona esplicitamente, i diritti delle minoranze e l'indipendenza della magistratura.





La costituzione del Pakistan, a differenza di quella indiana, riconosce il diritto alla privacy (dichiarato un diritto fondamentale dalla Corte Suprema lo scorso anno) e il diritto all'istruzione per i bambini dai 5 ai 16 anni. (Legge sul diritto dei bambini all'istruzione gratuita e obbligatoria , 2009, ha concesso questo diritto ai bambini indiani di età compresa tra 6 e 14 anni.) La costituzione del Pakistan garantisce il diritto all'informazione (l'India ha approvato la legge sul diritto all'informazione nel 2005) e dichiara inviolabile la dignità umana. A differenza della costituzione indiana, menziona specificamente la libertà di stampa, ma questa libertà è soggetta alla gloria dell'Islam. Il Pakistan ha una legge sulla blasfemia regressiva e ampiamente abusata che prevede la pena di morte obbligatoria; inoltre, la sua libertà di religione è condizionata e, a differenza dell'India, è disponibile solo per i cittadini.

La magistratura



Il governo pakistano non ha alcun ruolo nella nomina del capo della giustizia del paese. L'articolo 175A(3) della costituzione pakistana afferma che il presidente nominerà il giudice più anziano della Corte suprema come giudice capo del Pakistan. Mentre la Corte suprema indiana nell'ottobre 2015 ha annullato la Commissione nazionale per le nomine giudiziarie — che doveva decidere le nomine e i trasferimenti dei giudici della magistratura superiore — il Pakistan ha la sua versione della commissione dal 2010. Ci sono sei giudici, un avvocato di alto livello, e due candidati del governo su di esso, e le sue raccomandazioni vanno a un comitato di otto membri del Parlamento - composto da due membri ciascuno del governo e dell'opposizione sia nell'Assemblea nazionale che nel Senato - che conferma le nomine a maggioranza.

Per affrontare la presunta cattiva condotta giudiziaria - una questione scottante in India attualmente - la costituzione del Pakistan prevede un consiglio giudiziario supremo composto dal presidente della Corte Suprema, due giudici più anziani della Corte Suprema e due giudici principali delle Alte Corti. Se questo consiglio conclude che un giudice è incapace di svolgere le sue funzioni o è colpevole di cattiva condotta, segue l'impeachment da parte del presidente. Questo processo è diverso da quello indiano, dove il ruolo chiave nell'impeachment è quello del Parlamento e i motivi per agire sono più stringenti: comportamento scorretto dimostrato o incapacità.



elezioni

Il primo ministro pakistano si dimette in vista delle elezioni, e lui e il leader dell'opposizione scelgono insieme un primo ministro ad interim. Se non riescono a mettersi d'accordo, ciascuno invierà due nomi al Presidente, che lo riferirà a una commissione parlamentare con pari rappresentanza del partito di governo e dell'opposizione. Il 28 maggio, l'ex CJP Nasir-ul-Mulk è stato scelto come primo ministro ad interim per sostituire il primo ministro Shahid Khaqan Abbasi e guidare il Paese fino alle elezioni del 25 luglio.



Mentre i commissari elettorali indiani sono scelti dal governo e sono generalmente funzionari dell'IAS, il processo in Pakistan è più complesso. Il Commissario capo delle elezioni deve essere un giudice in carica o in pensione della Corte Suprema o di un'Alta Corte, o essere qualificato per essere nominato giudice SC. Il primo ministro, in consultazione con il leader dell'opposizione, trasmette tre nomi a una commissione parlamentare di 12 membri che ha pari rappresentanza del governo e dell'opposizione. La Commissione elettorale ha altri quattro membri, ciascuno un giudice di una delle quattro Alte Corti provinciali del Punjab, Sindh, Balochistan e Khyber Pakhtunkhwa. L'Election Act del 2017 ha conferito anche alla Commissione elettorale del Pakistan l'autonomia finanziaria, che la CE indiana non ha.


patrimonio netto di russell simmons

I candidati musulmani alle elezioni del Pakistan devono essere di buon carattere, sagaci, retti, onesti e non dissoluti, avere un'adeguata conoscenza dell'Islam e non dovrebbero aver commesso alcun peccato grave. Nawaz Sharif è stato squalificato in base a questa disposizione, poiché non aveva dichiarato nei suoi documenti di nomina che aveva diritto a ricevere denaro dalla società offshore di suo figlio.



Il governo

Il Primo Ministro e il Primo Ministro provinciale sono eletti dalla Camera di nuova costituzione; a differenza dell'India, il presidente oi governatori non hanno alcun ruolo anche se nessun partito ha una netta maggioranza. Se due candidati sono in parità, la votazione continua fino a quando uno non ottiene la maggioranza. Imran Khan è stato eletto Primo Ministro il 17 agosto dopo aver sconfitto Shahbaz Sharif con 176 voti a 96 nell'Assemblea nazionale.



La costituzione pakistana non prevede un voto di fiducia in quanto il PM/CM è eletto dalla nuova Camera. Una mozione di sfiducia può essere mossa dal 20% dei membri e avrà successo se approvata dalla maggioranza dei membri totali della Camera (a differenza dell'India, dove deve essere approvata dalla maggioranza semplice dei presenti e votanti) .

Prenotazioni


eric bolling stipendio

Dei 342 seggi dell'Assemblea nazionale, 272 sono occupati da elezioni dirette. Sessanta seggi sono riservati alle donne e 10 alle minoranze religiose, che sono occupati dalla rappresentanza proporzionale tra i partiti che ottengono più del 5% del voto popolare. Le quattro assemblee provinciali hanno il loro quantum di riserve sia per le donne che per le minoranze. I partiti devono dare il 5% dei biglietti alle donne candidate nei seggi generali, e se meno del 10% delle donne votanti ha espresso il proprio voto in una circoscrizione, il risultato è annullato.

Condividi Con I Tuoi Amici: