Narasimha Rao e Inder Kumar Gujral: cosa accadde quando infuriarono le rivolte anti-sikh nel 1984? - Febbraio 2023

L'ex primo ministro Manmohan Singh ha affermato che se il consiglio di Gujral a Rao fosse stato ascoltato, forse il massacro avrebbe potuto essere evitato.

Narasimha Rao e Inder Kumar Gujral: cosa accadde quando infuriarono le rivolte anti-sikh nel 1984?I sikh in fuga dalla capitale sono rimasti bloccati nella stazione ferroviaria di Nuova Delhi il 2 novembre durante i disordini del 1984 a Delhi. (foto d'archivio express)

Mercoledì (4 dicembre), l'ex primo ministro Manmohan Singh ha affermato che il le rivolte anti-sikh del 1984 avrebbero potuto essere evitate se poi il ministro degli Interni PV Narasimha Rao avesse agito secondo il consiglio che Inder Kumar Gujral gli aveva offerto a suo tempo.



Gujral è stato Primo Ministro dell'India per meno di un anno dall'aprile 1997 al marzo 1998. Singh ha parlato alla cerimonia per celebrare il 100° anniversario della nascita del leader, scomparso nel 2012.

Quando si verificò il triste evento del 1984, Gujral ji in quella sera molto triste andò dall'allora ministro degli Interni P V Narasimha Rao e gli disse che la situazione è così grave che è necessario che il governo chiami l'esercito al più presto. Se quel consiglio fosse stato ascoltato, forse il massacro avvenuto nel 1984 avrebbe potuto essere evitato, ha detto Singh.





Cosa è successo il 31 ottobre 1984?


patrimonio netto di iggy

Tra le 9:15 e le 9:30 del 31 ottobre 1984, l'allora primo ministro Indira Gandhi fu colpita da due delle sue guardie del corpo sikh come rappresaglia per l'operazione Blue Star, l'operazione dell'esercito indiano al complesso del Tempio d'oro per eliminare il leader militante Jarnail Singh Bhindranwale .



Blue Star è stata effettuata tra il 1 giugno e l'8 giugno dello stesso anno. Una delle guardie del corpo che ha sparato a Indira, Beant Singh, è stata uccisa sul posto dalle altre guardie del corpo del Primo Ministro. Il secondo assassino, Satwant Singh, fu impiccato nel 1989.

L'assassinio di Indira ha innescato ondate di violenti attacchi contro i sikh a Delhi e in altre parti del paese. In soli tre giorni, 2.733 sikh furono massacrati da folle ben organizzate e proprietà per un valore di centinaia di crore furono saccheggiate e distrutte. Le stime non ufficiali sul numero di omicidi sono molto più alte.



Dov'era Narasimha Rao in quel momento?

Rao era il ministro degli interni dell'India. Secondo la biografia di Rao intitolata Half Lion: come P V Narasimha Rao ha trasformato l'India (2016), di Vinay Sitapati, Rao era in visita a Warangal in Andhra Pradesh, quando intorno alle 10:15 ha ricevuto la notizia che Indira era stata colpita.



Sentendo la notizia, Narasimha Rao ha ricordato di aver 'lasciato Warangal verso le 13:00 con l'aereo speciale della BSF, ha raggiunto l'aeroporto di Delhi intorno alle 17:00 e la statale [sic], è andato all'AIIMS [ospedale]', ha scritto Sitapati.

Delhi era un territorio dell'Unione all'epoca e il capo della polizia riferiva direttamente al ministro degli interni dell'Unione, Narasimha Rao. Quella sera, quando i dispacci della polizia iniziarono a riferire di attacchi contro i sikh, Rao era nel suo ufficio del ministero dell'Interno a North Block su Raisina Hill a parlare con un burocrate del ministero. Questo burocrate ricorda vividamente cosa accadde dopo...:




quanto guadagna damita haddon

Secondo questo burocrate, il telefono squillò intorno alle 18:00. In linea c'era un giovane membro del Congresso noto per la sua vicinanza a Rajiv Gandhi. Ha raccontato a Narasimha Rao degli attacchi contro i sikh che vivono a Delhi e ha parlato della necessità di “coordinare un'unica risposta alla violenza”.

D'ora in poi, 'tutte le informazioni [sulla violenza] dovrebbero essere inviate al PMO'. Il motivo era di efficienza, ma il risultato è stato che il ministro dell'Interno Rao è stato aggirato. I rapporti delle stazioni di polizia locali sono stati ora inviati direttamente all'ufficio del primo ministro, ha scritto Sitapati.

Il libro poi registra che un'ora o due dopo che Rao era stato messo da parte, l'avvocato Ram Jethmalani lo ha incontrato e ha esortato l'esercito a essere chiamato a proteggere la popolazione sikh della città.

Secondo Sitapati, Jethmalani fu colpito dal fatto che Rao apparisse indifferente. Ha anche notato che durante l'incontro di trenta minuti, Rao non è stato in contatto con gli agenti di polizia, per telefono o di persona. Con l'ufficio del primo ministro sotto il controllo diretto della polizia, il ministro dell'Interno sapeva di essere stato licenziato.

Rajiv Gandhi era diventato Primo Ministro la sera del 31 ottobre.

Cosa hanno scoperto le commissioni d'inchiesta sugli omicidi?

Diverse commissioni d'inchiesta e squadre investigative speciali (SIT) sono state istituite per indagare e stabilire le responsabilità per le uccisioni dei sikh.

La Justice Nanavati Commission, istituita nel 2000, registra una dichiarazione giurata presentata dall'eminente scrittore sikh Patwant Singh su questo tema.

L'affidavit dice che Patwant Singh e il tenente generale JS Aurora (l'eroe della guerra del Bangladesh) chiamarono l'allora presidente Giani Zail Singh il 1 novembre 1984 per chiedergli di chiamare l'esercito. Secondo l'affidavit, Zail Singh ha risposto: Non sono in contatto con il ministro degli Interni P V Narasimha Rao. Ti suggerisco (Aurora) di parlargli.

Quel pomeriggio, Patwant Singh, Aurora e I K Gujral andarono a casa di Rao. Fu sorpreso di non vedere alcuna attività lì. Il ministro dell'Interno sembrava impassibile. Quando hanno chiesto a Shri P V Narasimha Rao se l'esercito era stato chiamato, la sua risposta è stata che sarà qui la sera e che il comandante dell'area incontrerà il tenente governatore a questo scopo, osserva il rapporto della Commissione.

La Commissione ha anche notato che Patwant Singh aveva trovato l'approccio di Rao casuale e che sembrava non essere interessato. Nella dichiarazione giurata, Singh ha affermato che Rao non aveva intenzione di discutere la questione con il capo dell'esercito.

La Commissione ha osservato che l'esercito ha preso il comando effettivo solo tre giorni dopo che sono stati segnalati i primi omicidi, il 3 novembre 1984.


quanto vale carole radziwill

Da non perdere da Explained | Nonostante la pausa temporanea di RBI, il costo del prestito potrebbe ancora diminuire man mano che lo spread si restringe

Condividi Con I Tuoi Amici: