Spiegato: CM Amarinder Singh ha frainteso i primi segnali, la leadership ha preso a calci la lattina fino a quando non è stato troppo tardi - Gennaio 2022

Ben 33 nuovi parlamentari eletti gli hanno scritto una lettera per cercare di indagare sul presunto ruolo dell'ex ministro di Akali Bikram Singh Majithia in un caso di droga citando dichiarazioni alla direzione dell'applicazione.

Sabato il capitano Amarinder Singh ha rassegnato le sue dimissioni al governatore del Punjab. (Foto espressa)

IL primo segnale di avvertimento era arrivato molto presto, l'8 agosto 2017, appena cinque mesi dopo che il capitano Amarinder Singh aveva assunto la carica di primo ministro del Punjab. Ben 33 nuovi parlamentari eletti gli hanno scritto una lettera per cercare di indagare sul presunto ruolo dell'ex ministro di Akali Bikram Singh Majithia in un caso di droga citando dichiarazioni alla direzione dell'applicazione. Quella lettera ha raccolto polvere. Sabato, mesi prima della notifica delle elezioni dell'Assemblea, arrivano le dimissioni del CM in uno scoppio di rabbia.

Tra questi due punti c'è il viaggio di un potente Primo Ministro che, dicono i critici, non è riuscito a percepire il risentimento sul terreno; che vedeva nelle voci dissenzienti semplicemente rivali ambiziosi e un alto comando che continuava a dare calci alla politica lungo la strada - finché non fu troppo tardi.



Quel primo colpo di avvertimento è arrivato perché nella corsa ai sondaggi del 2017, Singh aveva giurato su un gutka (libro sacro) per eliminare la minaccia della droga entro un mese dalla presa in carico. Gli MLA speravano che i pesci grossi sarebbero stati intrappolati, ma non è successo nulla.



spiegato| Cinque motivi per cui il capitano Amarinder Singh ha dovuto dimettersi da Punjab CM

I casi di sacrilegio risalenti all'ottobre 2015, quando pagine strappate di Guru Granth Sahib sparse fuori da un gurudwara di Bargari hanno portato all'indignazione diffusa e alla morte di due manifestanti nel fuoco della polizia, hanno continuato a languire in tribunale.




rohan oza genitori

Anche se la Justice Ranjit Singh Commission, istituita da Amarinder Singh nel 2017 per esaminare gli episodi di presunto sacrilegio, ha categoricamente incriminato i Badal per aver protetto Dera Sacha Sauda - nel suo rapporto del 30 giugno 2018 - le Squadre Investigative Speciali formate in seguito non hanno potuto fare molto progresso.

C'era una rabbia crescente sul terreno ma non è arrivata alle orecchie del Primo Ministro che raramente ha visitato la Segreteria Civile. Molti MLA hanno affermato che il suo ufficio era effettivamente gestito da Suresh Kumar, un ufficiale IAS del 1983 che il CM aveva nominato suo segretario principale capo subito dopo aver assunto il controllo.



Sebbene tale nomina sia stata successivamente annullata dall'Alta Corte e Kumar si sia dimesso, il CM ha rifiutato di accettare le sue dimissioni e il governo ha continuato a presentare ricorso contro il verdetto dell'HC. Un alto dirigente del Congresso racconta come, in una funzione a Jalandhar, il presentatore abbia presentato Kumar come CM de facto. Kumar, infine, ha presentato le sue carte sabato subito dopo le dimissioni di Amarinder.


daniel gibson patrimonio netto 2015

Il CM si è poi spostato nella sua fattoria, rendendo l'accesso ancora più difficile. Il blocco della pandemia ha solo approfondito il suo isolamento e la sensazione di essere tagliato fuori.

Poiché il clamore è cresciuto entro la fine del 2019, il CM ha nominato sei MLA critici nei suoi confronti come suoi consiglieri alla fine del 2019. Ma la loro nomina non ha potuto ottenere la sanzione del governatore e si sono dimessi.



Nel frattempo, Navjot Singh Sidhu, che ha lasciato il BJP per unirsi al Congresso prima delle elezioni del 2017, molto contro la volontà del capitano Amarinder Singh, ha iniziato a tenere il broncio dopo essere stato privato del suo portafoglio di enti locali in un rimpasto di governo nel luglio 2019 dopo le elezioni di Lok Sabha .

Sidhu ha lasciato il governo in segno di rabbia solo per riemergere questo aprile dopo che l'Alta corte del Punjab e dell'Haryana ha annullato l'indagine sul licenziamento di Kotkapura, definendolo politicamente motivato.''



Il 13 aprile, Sidhu ha visitato il santuario di Bargari e ha criticato Amarinder Singh per quella che ha definito la sua inerzia.

I legislatori delusi, guidati da tre ministri della regione Majha del Punjab, Tript Rajinder Bajwa, Sukhbinder Sarkaria e Sukhjinder Singh Randhawa, hanno trovato un punto di raduno a Sidhu. Il campo del CM ha respinto queste voci come legislatori insoddisfatti e scontenti che avevano paura di non ottenere i biglietti.


emilia katari koslow schillace

Mentre Sidhu lanciava una filippica contro il governo, l'alto comando del Congresso osservava in silenzio. Non c'è stato alcun tentativo di chiamare i campi in guerra a Delhi, stabilire la linea o mediare la pace. Fu solo a maggio che il Congresso istituì un gruppo di tre membri sotto Mallikarjun Kharge. Ci sono state anche segnalazioni del partito che ha commissionato sondaggi ad agenzie esterne per valutare la popolarità del CM, a cui è stato assegnato un ordine del giorno di 18 punti da soddisfare dopo che il panel ha presentato il suo rapporto all'inizio di giugno.

Piuttosto che reprimere le esplosioni di Sidhu, questo ha indurito la spaccatura. Ma l'alto comando ha continuato a esitare, impiegando più di un mese per nominarlo capo della PPCC il 19 luglio. Le fonti hanno affermato che i sondaggi hanno favorito Sidhu e hanno scoperto che la popolarità del CM stava diminuendo.

Mentre il partito in carica Harish Rawat ha detto che Sidhu e il CM lavoreranno insieme, il messaggio che i dissidenti hanno ricevuto è stato che Sidhu sarebbe stato elevato.

Nel frattempo, Amarinder Singh si mise al lavoro, facendo apparizioni pubbliche, offrendo una mano di amicizia a Sidhu, e rivolgendo alcune promesse del manifesto: la pensione di vecchiaia e vedova fu raddoppiata; la rinuncia al prestito è stata sanzionata per i lavoratori senza terra e il premio in denaro per i vincitori di galanteria è stato aumentato.

Ma era troppo poco, troppo tardi.

I dissidenti hanno continuato a raccogliere sostegno per sostituire il CM sostenendo che affrontare l'elettorato sotto la guida di Amarinder Singh era una sfida. L'ultima goccia è stata una lettera firmata mercoledì da oltre 40 legislatori e quattro ministri al presidente ad interim del partito Sonia Gandhi, in cerca di un incontro del CLP. Questa è stata la spinta che è arrivata a una spinta e ha costretto il CM a smettere.