Spiegato: come può il Punjab raggiungere la diversificazione delle colture? - Gennaio 2022

Le proteste degli agricoltori hanno sollevato interrogativi sulla coltivazione estensiva di risaia e grano, soprattutto nel Punjab. Quanto di queste colture viene coltivato e quali sono le opzioni per la diversificazione?

Un contadino guarda il suo raccolto di grano, danneggiato a Ludhiana. Express Foto di Gurmeet Singh.

tra iproteste degli agricoltori in corsosono anche le domande che si stanno sollevando sulla sostenibilità della coltivazione del risone, soprattutto nel Punjab. Quanto di questi due cereali dovrebbe coltivare lo stato dei granai dell'India e quali sono le opzioni di coltivazione alternative a disposizione dei suoi agricoltori?

Qual è l'estensione della monocoltura di risone nel Punjab?



La superficie lorda coltivata del Punjab nel 2018-19 è stata stimata in 78,30 lakh ettari (sx). Di questi, 35,20 lh sono stati seminati a grano e altri 31,03 lh a risaia, sommando l'84,6% della superficie totale coltivata a tutte le colture. Tale rapporto era di poco superiore al 32% nel 1960-61 e al 47,4% nel 1970-71.



La tabella 1 mostra che l'aumento della quota di superficie reale è avvenuto nelle risaie (da meno del 7% nel 1970-71 a quasi il 40% nel 2018-19) rispetto al frumento. Quest'ultimo aveva superato il 40% nel 1970-71, quando gli agricoltori del Punjab stavano già piantando le nuove varietà di grano della Rivoluzione Verde come Kalyan Sona e Sonalika, ma da allora non sono aumentate molto.

I guadagni di cui sopra sono stati a scapito di legumi (dopo il 1960-61), mais, bajra e semi oleosi (dopo il 1970-71) e cotone (dopo il 1990-91). Il grano ha sostituito chana, masur, senape e girasole, mentre l'area di cotone, mais, arachidi e canna da zucchero è stata deviata a risaia. Le uniche colture che hanno registrato alcune espansioni di superficie sono le verdure (soprattutto patata e pisello) e la frutta (kinnow), ma non si tratta di alcuna diversificazione. Segui Express spiegato su Telegram



Perché la monocultura è un problema del genere?

Coltivare le stesse colture anno dopo anno sulla stessa terra aumenta la vulnerabilità agli attacchi di parassiti e malattie. Maggiore è il raccolto e la diversità genetica, più difficile è per gli insetti e gli agenti patogeni trovare un modo per penetrare la resistenza delle piante. Anche il frumento e la risaia non possono, a differenza dei legumi e dei legumi, fissare l'azoto dall'atmosfera. La loro coltivazione continua senza rotazione delle colture, quindi, porta all'esaurimento dei nutrienti del suolo e alla crescente dipendenza da fertilizzanti chimici e pesticidi.

Nel caso del Punjab, il problema non riguarda tanto il frumento, che si adatta naturalmente al suolo e alle condizioni agroclimatiche. Inoltre, il grano è un raccolto di stagione fredda che può essere coltivato solo nelle regioni, in particolare a nord dei Vindhyas, dove le temperature diurne sono comprese tra i primi trenta gradi Celsius fino a marzo. La sua coltivazione nel Punjab è auspicabile anche dal punto di vista della sicurezza alimentare nazionale. Le rese di grano dello stato - a più di 5 tonnellate per ettaro, contro la media nazionale di 3,4-3,5 tonnellate - sono troppo alte per meritare una drastica riduzione dell'area al di sotto, diciamo, di 30 lh.




patrimonio netto di arnelle simpson

Anche in Spiegato| Nelle leggi agricole, il governo ha offerto di annullare la disposizione di risoluzione delle controversie La tabella 1 mostra che l'aumento della quota di superficie reale è avvenuto nelle risaie rispetto al grano

Quindi, è fondamentalmente la risaia che deve essere riparata?


quanto guadagna anne burrell

Sì, ci sono due ragioni per questo. Il primo ha a che fare con la risaia che è una coltura della stagione calda poco sensibile allo stress da alte temperature. Può essere coltivato in gran parte dell'India orientale, centrale e meridionale, dove l'acqua è sufficientemente disponibile. Il Punjab ha contribuito con 12,71 milioni di tonnellate (tonnellate) di grano e 10,88 tonnellate di riso (risaia lavorata), rispetto al corrispondente approvvigionamento totale del pool centrale di 38,99 tonnellate e 52 tonnellate, rispettivamente nel 2019-20. Probabilmente metà di questo riso del Punjab può, invece, essere procurato dall'Uttar Pradesh orientale, dal Bihar, dal Bengala occidentale o dall'Assam.

Collegato a questo c'è il secondo motivo. La risaia richiede non basse temperature, ma acqua. Gli agricoltori di solito irrigano il grano cinque volte. In risaia vengono somministrate 30 o più irrigazioni. La falda freatica del Punjab è diminuita in media di 0,5 metri all'anno, in gran parte la risaia di cortesia e la politica dello stato di fornire energia gratuita per l'irrigazione. Ha incoraggiato gli agricoltori a coltivare varietà di lunga durata ad alto consumo d'acqua come la Pusa-44.



Prima del rilascio di Pusa-44 nel 1993, gli agricoltori del Punjab coltivavano principalmente PR-106, una varietà di riso che produceva in media 26 quintali per acro in 145 giorni. La resa di Pusa-44 era di 32 quintali, ma aveva una durata di 160 giorni, dalla semina in vivaio del seme alla raccolta del grano maturo. La lunga durata ha significato che l'allevamento in vivaio è avvenuto ad aprile la scorsa settimana e il trapianto entro la metà di maggio, per consentire la raccolta da ottobre e la semina tempestiva del prossimo raccolto di grano. Ma essendo l'ora di punta estiva, si traduceva anche in un fabbisogno idrico molto elevato. Segui Express spiegato su Telegram

Durante una protesta al confine di Singhu il 14 dicembre 2020. Foto express di Abhinav Saha

Il governo del Punjab ha fatto qualcosa per affrontare questo problema?



L'unico passo significativo che ha preso è stato l'emanazione del Punjab Preservation of Subsoil Water Act nel 2009, escludendo qualsiasi semina in vivaio e trapianto di risaia prima del 15 maggio e del 15 giugno, rispettivamente. Ciò, tuttavia, ha prodotto un problema diverso. Se il trapianto di Pusa-44 è stato consentito solo dopo l'arrivo delle piogge monsoniche a metà giugno, ha anche spinto la raccolta a fine ottobre, lasciando una finestra temporale ristretta per la semina del grano prima della scadenza del 15 novembre. Gli agricoltori, quindi, non avevano altra scelta che bruciare le stoppie di risaia lasciate dopo la mietitrebbia. In poche parole, la conservazione delle acque sotterranee nel Punjab ha finito per causare inquinamento atmosferico a Delhi.

C'è stato un modo per evitare questo scambio?

Una cosa che hanno fatto gli scienziati della Punjab Agriculture University (PAU), Ludhiana, è stata quella di allevare varietà di risone di breve durata. Questi richiedono da 13 a 37 giorni in meno per maturare rispetto a Pusa-44, mentre producono quasi lo stesso (vedi tabella 2). PR-126, varietà rilasciata nel 2017, ha una durata di soli 123 giorni (comprensivi di 30 giorni post-sviluppo) e la sua resa è di 30 quintali per ettaro.

Nel 2012, il 39% dell'area di risaia non basmati del Punjab era sotto Pusa-44. Questo è sceso al 20% quest'anno, mentre la quota di varietà a breve durata, principalmente PR-121 e PR-126, ha superato il 71%. Gli incidenti di combustione dei residui del raccolto si sono concentrati nei distretti di Malwa di Sangrur, Mansa, Barnala, Moga, Bathinda e Muktsar, dove l'area del 40-60% è ancora sotto Pusa-44 e altre varietà a lunga durata, afferma GS Mangat, capo del dipartimento of Plant Breeding and Genetics, PAU.

Mentre Pusa-44 richiede circa 31 irrigazioni, è solo 23 in PR-126 e 26 in PR-121. Ci sarebbero ulteriori 3-4 risparmi sull'irrigazione se gli agricoltori adottassero la semina diretta della risaia, invece del trapianto in campi allagati (https://bit.ly/3ahA4vx). Una singola irrigazione consuma circa 200 metri cubi (2 lakh di litri) di acqua per acro. 10 irrigazioni risparmiate equivalgono a 2.000 metri cubi (20 lakh di litri) in meno di acqua per acro.

Tabella 2: Varietà di risone vecchie e nuove

Qual è la strada da seguire, allora?

Come già notato, c'è spazio per ridurre il grano del Punjab da 35 lh a, forse, 30 lh. In risaia, l'area 31,03 lh del 2018-19 includeva 5,11 lh sotto le varietà basmati. La superficie totale delle risaie dello stato quest'anno è scesa a 27,36 lh e, all'interno di quella, la quota di basmati è salita a 6,6 lh e quella non basmati a 20,76 lh.

Una strategia sensata potrebbe essere quella di limitare l'area di risaia non basmati del Punjab a 10 lh e garantire la semina solo di varietà di breve durata. Questi possono essere trapiantati dopo il 20 giugno e raccolti molto prima di metà ottobre, dando agli agricoltori abbastanza tempo per gestire le stoppie in piedi senza dover bruciare. Ulteriori risparmi idrici possono essere indotti attraverso la contabilizzazione dell'energia elettrica e la semina diretta delle risaie, che questa volta hanno infatti coperto il record di 3,6 lh.


quanto vale Ashton Kutcher

Contadino nella sua risaia vicino a Ludhiana (foto Express di Gurmeet Singh)

L'area non basmati di 10 lh in meno può essere deviata verso varietà basmati (consumano meno acqua a causa del trapianto solo a luglio e non vengono acquistati dalle agenzie governative), cotone, mais, arachidi e legumi kharif (arhar, moong e urad) con un certo supporto di incentivi governativi per prezzo/acro assicurato. Lo stesso potrebbe essere fatto per l'area di grano 5 lh deviata a chana, senape o girasole.

Anche in Spiegato|Chi sono i contadini del Punjab e dell'Haryana che combattono una battaglia legale per la terra nel Kutch?