Spiegazione: come il Manchester City ha vinto il suo terzo titolo di Premier League in quattro anni - Potrebbe 2022

Il Manchester City, con 80 punti, ha 10 punti di vantaggio sui rivali più vicini e ha vinto la Premier League inglese con tre partite di anticipo.

Il Manchester City ha vinto la Premier League (Fonte: www.mancity.com)

La sconfitta casalinga per 1-2 del Manchester United contro il Leicester City martedì ha assicurato che mentre c'era delusione in una metà della città, c'era euforia nell'altra come risultatoha consegnato il titolo della Premier League inglese al Manchester City, che ora hanno vinto la corona intre degli ultimi quattrole stagioni. Il City, a 80 punti, ha 10 punti di vantaggio sui rivali più prossimi e ha vinto il campionato con tre partite di anticipo.


conor mcgregor patrimonio netto 2014

In un'altra stagione colpita dal COVID-19 che ha visto il City subire il suo peggior inizio di una stagione in Premier League dal 2008 e un enigma dell'attaccante che è stato risolto con un po' di ingegnosità di Pep Guardiola - il club è stato il migliore nell'affrontare le avversità nella sua corsa verso la gloria .



Newsletter| Fai clic per ricevere le spiegazioni migliori della giornata nella tua casella di posta



Miglioramento dei livelli di forma fisica

Le squadre della Premier League sono costruite sulla routine, coniugando riposo, recupero e allenamento a livelli intensi. Eppure quella continuità era difficile da garantire a causa della natura imprevedibile della stagione.

Con il passare della stagione, la lotta per il titolo sembrava ristretta ai due vicini. Mentre il City faceva affidamento su una squadra superiore con una grande qualità in profondità, il gruppo dello United ha mostrato livelli di forma fisica superiori alla maggior parte delle squadre della lega.



Lo stesso Guardiola non è riuscito a spiegare come il City sia riuscito a mantenere così tanti dei suoi giocatori in forma durante questa campagna, considerando che nelle ultime due stagioni erano stati coinvolti in una lotta serrata con il Liverpool per il titolo di Premier League. Dover giocare costantemente alla massima intensità negli ultimi tre anni avrebbe dovuto avere il suo tributo, ma semplicemente non è successo.

Nelle stagioni precedenti, abbiamo avuto molti infortuni, ma qual era la ragione per cui facevamo esattamente le stesse cose (come questa): gli stessi ragazzi, gli stessi fisioterapisti, la stessa preparazione, le stesse cucine, penso le stesse mogli. Non so perché in una stagione non sia perfetto e nell'altra facciamo molto fatica, ha detto GuardiolaIl guardiano.

L'arrivo di Rueben Diaz

L'acquisto del difensore centrale Rueben Diaz dal Benfica per 62 milioni di euro e poi l'abbinamento con John Stones - un altro difensore centrale di alto profilo che prima era in difficoltà al City - sembrava aver cambiato completamente la struttura difensiva della squadra. Diaz e Stones, con Rodri davanti, hanno subito in media 0,74 gol a partita dopo 35 partite. Hanno permesso solo 78 tiri in porta, 18 in meno del prossimo migliore in questo senso (Chelsea).




è Keke Vencill sposato

Hanno subito solo 26 gol in 35 partite. Dall'acquisto di Diaz, il City ha subito 19 gol nelle 30 partite giocate. È stato firmato dopo aver subito le loro peggiori partenze in EPL dal 2008, che includeva una sconfitta per 2-5 a Leicester che ha visto Jamie Vardy segnare una tripletta. Da allora, il difensore centrale è stato fondamentale nel rendere i Citizens la migliore squadra difensiva del campionato.

Gol da centrocampo

Con entrambi i suoi attaccanti affermati affetti da Covid-19 e infortuni durante la stagione, il sistema di Guardiola ha dovuto cambiare da quello che vantava Sergio Aguero e Gabriel Jesus, a quello che ha permesso ai centrocampisti offensivi più prolifici della sua squadra di brillare.

Nessuno ha fatto questo come Ilkay Gundogan. Portato al City come regista di fondo e uno dei primi nomi nella lista degli infortunati, la rinascita del tedesco lo ha visto irrompere in campo più spesso, spesso scivolando nello spazio in ritardo con una mossa e segnando 12 gol in campionato in questa stagione per diventare l'inaspettato capocannoniere del club.



L'esperimento calcistico senza attaccanti che Guardiola ha iniziato con Lionel Messi al Barcellona ha preso forma ora al City. La posizione 'False 9' è quella che è stata regolarmente attivata dallo spagnolo e utilizzata con effetti devastanti, che si tratti di Kevin de Bruyne contro il Chelsea (a Stamford Bridge) dove il City aveva meno possesso palla ma più chiare occasioni in porta, o Phil Foden a Anfield, poiché il movimento del giovane fuori dalla palla non è stato raccolto abbastanza dal Liverpool. Il tema comune in entrambe le partite fondamentali di questa stagione per il City è stato Gundogan e i suoi obiettivi.

Anche in Spiegato| Perché Istanbul potrebbe perdere i diritti di hosting per la finale di Champions League

Il talento autoctono arriva

Per molto tempo, il futuro del ventenne Foden e le ingenti spese del City nelle finestre di trasferimento sono state in rotta di collisione. Ma in un centrocampo che è uno dei più ampi d'Europa - con nomi come De Bruyne, Gundogan, Riyad Mahrez, Raheem Sterling, Bernardo Silva e Ferran Torres - dare tempo e spazio a un giovane giocatore cresciuto in casa per dare il meglio di sé non è mai sembrato essere una preoccupazione per il City. Finora.




barbara dobbs ron white

In questa stagione, Foden ha giocato 26 partite di Premier League e 12 di Champions League. Ha segnato 10 gol e fornito otto assist. In media in 90 minuti, ha avuto 7,70 tocchi ed effettuato 2,07 dribbling riusciti della palla nell'area avversaria.

Il successo di Foden in questa stagione non è stato solo il risultato del sistema messo in atto da Guardiola, ma anche della sua capacità di affrontare la sfida di giocare in una posizione che potrebbe perdere in qualsiasi momento a causa della pura qualità che il City possiede in termini di di giocatori.