Spiegato: Leggere i segnali di fuoco in Australia - Gennaio 2022

Gli incendi boschivi sono di routine durante l'estate australiana, ma ciò che sta accadendo ora è su una scala senza precedenti. Uno sguardo all'entità del danno e al modo in cui le probabili cause confermano le preoccupazioni climatiche di lunga data.

Spiegato: Leggere i segnali di fuoco in AustraliaIl soccorritore della fauna selvatica di Adelaide, Simon Adamczyk, è visto con un koala salvato in una foresta in fiamme vicino a Cape Borda sull'isola dei canguri, a sud-ovest di Adelaide, in Australia, 7 gennaio 2020. (Immagine via Reuters)

Da più di tre settimane, fotografie sorprendenti di città e villaggi australiani, immerse in uno sfondo arancione, hanno fatto notizia a livello mondiale e circolano sui social media. Il cupo sfondo arancione è dovuto al fumo di un'ondata senza precedenti di incendi boschivi in ​​gran parte dell'Australia da più di tre mesi.

Gli incendi boschivi, o incendi boschivi come sono conosciuti in alcune parti del mondo, sono eventi comuni in Australia durante la stagione estiva, ma la portata e l'intensità quest'anno sono state straordinarie e gli scienziati lo stanno già attribuendo al cambiamento climatico. Molti di loro avvertono che le scene dall'Australia potrebbero essere uno scorcio del futuro che attende il nostro pianeta se non si intraprende un'azione urgente sul cambiamento climatico.





Quali sono le cause degli incendi boschivi?

Gli incendi boschivi, o incendi selvaggi, si verificano abitualmente in tutto il mondo nelle stagioni calde e secche. Foglie secche, erba, arbusti, legno morto ecc. sono facilmente combustibili. L'accensione avviene naturalmente, ad esempio da fulmini, o accidentalmente, da fonti come mozziconi di sigaretta. La velocità e la direzione del vento adeguate aiutano a diffondere più rapidamente un incendio boschivo. Di solito finisce a causa della pioggia o perché non c'è più vegetazione contigua a cui diffondersi.

A volte, gli incendi vengono accesi di proposito, sia per sgombrare il terreno, sia anche per controllare un incendio boschivo in arrivo rimuovendo la vegetazione che avrebbe aiutato l'ulteriore diffusione del fuoco in arrivo.



L'anno scorso, gli incendi nelle foreste amazzoniche in Brasile erano diventati controversi perché erano in gran parte visti come il risultato di incendi deliberati da parte di agricoltori e grandi operatori dell'agroindustria desiderosi di ottenere più terra. Lo scorso anno sono stati segnalati gravi incendi boschivi anche negli Stati Uniti, in Canada e in Europa. Durante i mesi estivi, gli incendi sono comuni anche nelle foreste dell'India, sebbene la loro portata e il loro impatto siano molto più piccoli.

corte suprema sulle restrizioni del Jammu e Kashmir, chiusura di Internet, restrizioni della sezione 144, Corte Suprema, Jammu e Kashmir, blackout di Internet in J&K, cordoli J&K, Indian ExpressLa mappa delle tendenze delle precipitazioni triennali dell'Australia (2017-19) mostra la più alta carenza nel sud-est. (NYT)

Quanto sono comuni gli incendi boschivi in ​​Australia?

L'Australia, dove l'estate inizia intorno a ottobre, è nota per essere il più soggetto a incendi di tutti i continenti. Ciò è dovuto principalmente al fatto che l'Australia è anche il continente abitato più arido. Secondo il Dipartimento dell'Ambiente e dell'Energia del governo australiano, quasi il 70% della sua superficie comprende terreni aridi o semi-aridi, con precipitazioni medie annue inferiori a 350 mm.



L'Australia ha circa 134 milioni di ettari di foreste, la maggior parte a nord ea est. Gli incendi boschivi sono piuttosto comuni ogni anno in estate. I dati del governo australiano mostrano che circa 55 milioni di ettari di terreno forestale, oltre il 40% dell'intera foresta, sono stati colpiti da almeno un incendio di questo tipo nel periodo compreso tra il 2011 e il 2016.

Quindi, in cosa differiscono gli incendi in corso?

Questa estate australiana, la diffusione e l'intensità degli incendi boschivi sono qualcosa di mai visto prima. Secondo un rapporto di Reuters all'inizio di questa settimana, l'incendio ha colpito finora più di 10,3 milioni di ettari di foresta, un'area delle dimensioni della Corea del Sud. Finora sono morte 27 persone, mentre i rapporti suggeriscono che milioni di animali selvatici potrebbero essere stati uccisi. Il ministro dell'Ambiente australiano ha affermato che si teme che fino al 30% della popolazione di koala sia morta negli incendi.



Si ritiene che diverse condizioni meteorologiche da record abbiano contribuito a questa ondata senza precedenti di incendi boschivi. L'Australian Bureau of Meteorology ha confermato giovedì che il 2019 è stato l'anno più caldo e secco per il paese dal 1900. Le temperature diurne sono state, in media, di 2°C più alte del normale, mentre le precipitazioni medie per il paese sono state del 40% inferiori alla norma . Il calore e la siccità sono i presupposti chiave per l'accensione e la diffusione degli incendi boschivi.

Anche in Spiegato |Perché l'Australia sta uccidendo migliaia di cammelli?



L'Australia è nel bel mezzo di una prolungata siccità, che ora si estende a tre anni consecutivi. I tre anni tra il 2017 e il 2019 sono stati il ​​periodo di 36 mesi più secco di sempre nel bacino di Murray-Darling e nel Nuovo Galles del Sud. Almeno per l'anno scorso, il problema è stato aggravato dalla presenza di uno degli eventi di Dipolo dell'Oceano Indiano (IOD) più positivi di sempre. L'IOD, che si riferisce alla differenza delle temperature della superficie del mare nell'Oceano Indiano orientale e occidentale, aiuta o interrompe l'apporto di umidità all'Australia, a seconda che l'Oceano Indiano occidentale sia più fresco o orientale. Quest'anno, l'Oceano Indiano orientale è stato insolitamente freddo e ciò ha contribuito alla carenza di precipitazioni in Australia.

corte suprema sulle restrizioni del Jammu e Kashmir, chiusura di Internet, restrizioni della sezione 144, Corte Suprema, Jammu e Kashmir, blackout di Internet in J&K, cordoli J&K, Indian ExpressFonte: Termini e acquisizioni della NASA dati e Australian Govt Buray of Meteorology via NYT)

Un altro indicatore dell'entità della siccità quest'anno è la condizione di umidità del suolo che è ai minimi storici nelle zone più colpite dagli incendi. Gli scienziati indicano anche un raro riscaldamento stratosferico sull'Antartide - le temperature erano da 30 ° C a 40 ° C più alte del normale nella regione da 10 a 50 km dalla superficie terrestre - come l'ennesimo evento meteorologico straordinario che potrebbe aver contribuito all'insolito calore e secchezza. in Australia.

Può essere attribuito al cambiamento climatico?

Di solito, gli scienziati sono cauti nell'attribuire ogni singolo evento contemporaneo al cambiamento climatico, principalmente a causa della difficoltà di escludere completamente la possibilità che l'evento sia stato causato da qualche altro motivo, o un risultato della variabilità naturale. In questo caso, tuttavia, vi sono prove evidenti che indicano che quasi tutti i fattori che causano il caldo e la siccità straordinari in Australia, che hanno portato a questi incendi boschivi senza precedenti, potrebbero essere direttamente collegati al cambiamento climatico.

La tendenza al riscaldamento che ha reso il 2019 l'anno più caldo mai registrato per l'Australia, la siccità prolungata, le gravi carenze di precipitazioni, l'IOD fortemente positivo e la bassa umidità del suolo possono essere facilmente attribuiti al cambiamento climatico.

Più significativamente, proprio questi tipi di incendi boschivi, di maggiore intensità e più ampia diffusione, sono stati previsti in passato dagli studi sui cambiamenti climatici. Già nel 2007, il Gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici (IPCC) aveva affermato nel suo quarto rapporto di valutazione che il cambiamento climatico avrebbe probabilmente aumentato la frequenza degli incendi in Australia. Ciò è stato nuovamente sottolineato in tutti i recenti rapporti dell'IPCC.


patrimonio netto di ellie goulding

Nel sud-est dell'Australia, la frequenza dei giorni di pericolo di incendio molto elevato ed estremo dovrebbe aumentare dal 4 al 25% entro il 2020 e dal 15 al 70% entro il 2050, secondo il rapporto dell'IPCC nel suo rapporto del 2007. Gli incendi più feroci di questa stagione si sono concentrati anche nel sud-est dell'Australia. Sia in Australia che in Nuova Zelanda, è probabile che la durata della stagione degli incendi venga estesa. aveva detto il rapporto.

Gli incendi boschivi australiani vengono quindi visti come uno dei più grandi disastri climatici dei nostri tempi. E rischia di intensificarsi ulteriormente, considerando che l'estate australiana non è ancora finita. Migliaia di persone sono già rimaste senza casa e le autorità australiane, giovedì, hanno detto alle persone di essere pronte per ulteriori evacuazioni di massa, in particolare quelle che vivono nelle parti sudorientali dove gli incendi hanno causato la massima devastazione.

Da non perdere da Explained | I violenti incendi in Australia e la crescente emergenza climatica