Spiegazione: modi per misurare la povertà in India — e perché i numeri contano - Luglio 2022

La povertà può essere misurata in termini di numero di persone che vivono al di sotto di questa soglia (con l'incidenza della povertà espressa come rapporto di conteggio dei capi). La profondità della povertà indica quanto i poveri sono al di sotto della soglia di povertà.

Il presidente Donald Trump, Trump sulla povertà in India, Trump visita in India, Narendra Modi, ha spiegato lEconomisti e politici stimano la povertà assoluta come il deficit nella spesa per consumi da una soglia chiamata soglia di povertà. (foto rappresentativa/espressa)

Parlando ad Ahmedabad lunedì, il presidente Donald Trump ha elogiato l'India per aver sollevato oltre 270 milioni di persone dalla povertà in un solo decennio e ha affermato che 12 cittadini indiani vengono fatti uscire dalla povertà estrema ogni minuto di ogni singolo giorno.

Cos'è la povertà e come si misura?



La povertà può essere definita come una condizione in cui un individuo o una famiglia non hanno le risorse finanziarie per permettersi un livello di vita minimo di base. Economisti e politici stimano la povertà assoluta come il deficit nella spesa per consumi da una soglia chiamata soglia di povertà. La soglia di povertà ufficiale è la spesa sostenuta per ottenere i beni in un paniere della soglia di povertà (PLB). La povertà può essere misurata in termini di numero di persone che vivono al di sotto di questa soglia (con l'incidenza della povertà espressa come rapporto di conteggio dei capi). La profondità della povertà indica quanto i poveri sono al di sotto della soglia di povertà.



Finora sei comitati ufficiali hanno stimato il numero di persone che vivono in povertà in India: il gruppo di lavoro del 1962; V N Dandekar e N Rath nel 1971; YK Alagh nel 1979; DT Lakdawala nel 1993; Suresh Tendulkar nel 2009; e C Rangarajan nel 2014. Il governo non ha preso in considerazione il rapporto del Comitato Rangarajan; pertanto, la povertà viene misurata utilizzando la soglia di povertà di Tendulkar. Di conseguenza, il 21,9% delle persone in India vive al di sotto della soglia di povertà.

Cosa include il paniere di merci?



Il PLB comprende beni e servizi considerati essenziali per uno standard di vita minimo di base: cibo, vestiti, affitto, trasporto e intrattenimento. Il prezzo della componente alimentare può essere stimato utilizzando norme caloriche o obiettivi nutrizionali. Fino agli anni '90 veniva utilizzato il metodo delle norme caloriche, basato sul numero minimo di calorie raccomandato dall'Indian Council of Medical Research (ICMR) per una famiglia di cinque membri. Tuttavia, questo metodo non considera i diversi gruppi di alimenti essenziali per la salute: ecco perché il Comitato Tendulkar ha preso di mira i risultati nutrizionali.

Il Comitato Lakdawala ha ipotizzato che la sanità e l'istruzione siano fornite dallo Stato, pertanto la spesa per questi articoli è stata esclusa dal paniere di consumo proposto. Poiché le spese per la sanità e l'istruzione sono aumentate in modo significativo negli anni '90, il Comitato Tendulkar le ha incluse nel paniere. A seguito delle revisioni del paniere e di altri cambiamenti nel metodo di stima, la percentuale di persone che vivevano al di sotto della soglia di povertà nel 1993-94 è passata dal 35,97% al 45,3%.

Perché i numeri sulla povertà sono importanti?



Il PLB è stato oggetto di molti dibattiti. Il gruppo del 1962 non ha considerato i requisiti calorici specifici per età e genere. Le spese per la salute e l'istruzione non sono state prese in considerazione fino al Comitato Tendulkar, che è stato criticato per aver fissato la soglia di povertà a sole 32 rupie pro capite al giorno nell'India urbana (ea 27 rupie nell'India rurale). E la Commissione Rangarajan è stata criticata per aver selezionato arbitrariamente la componente alimentare: l'enfasi sul cibo come fonte di nutrimento trascura il contributo di servizi igienico-sanitari, assistenza sanitaria, accesso all'acqua pulita e prevalenza di inquinanti.

I numeri della povertà contano perché schemi centrali come Antyodaya Anna Yojana (che fornisce cereali alimentari sovvenzionati alle famiglie che vivono al di sotto della soglia di povertà) e Rashtriya Swasthya Bima Yojana (assicurazione sanitaria per le famiglie BPL) utilizzano la definizione di povertà fornita dal NITI Aayog o dalla precedente Commissione di pianificazione . Il Centro assegna fondi per questi programmi agli stati in base al numero dei loro poveri. Errori di esclusione possono privare i nuclei familiari aventi diritto di prestazioni.

In quali altri modi si può stimare la povertà?



Nel 2011, i ricercatori dell'Università di Oxford Sabina Alkire e James Foster hanno ideato l'indice di povertà multidimensionale (MPI) per catturare la povertà utilizzando 10 indicatori: nutrizione, mortalità infantile, anni di scolarizzazione, frequenza scolastica, proprietà dei beni e accesso a una casa adeguata, elettricità, acqua potabile, servizi igienici e combustibile per cucinare pulito. La povertà è misurata in termini di deprivazione in almeno un terzo di questi indicatori. Nel 2015-16, si stima che 369,546 milioni (quasi 37 crore) di indiani abbiano raggiunto il limite di privazione per tre o più dei 10 indicatori.

Mentre il rapporto di povertà multidimensionale complessivo dell'organico nel 2015-16 era del 27,9%, il numero era del 36,8% per l'India rurale e del 9,2% per l'India urbana. Ci sono state ampie variazioni tra gli stati: la povertà è stata la più alta per il Bihar (52,5%), seguito da Jharkhand (46,5%), Madhya Pradesh (41,1%) e Uttar Pradesh (40,8%). È stato il più basso per Kerala (1,1%), Delhi (4,2%), Punjab (6,1%), Tamil Nadu (7,3%) e Himachal Pradesh (8,1%).



Il MPI è una misura più completa della povertà perché include componenti che catturano il tenore di vita in modo più efficace. Tuttavia, utilizza i risultati piuttosto che la spesa: la presenza di una persona denutrita nella famiglia farà sì che venga classificata come povera, indipendentemente dalla spesa per cibo nutriente.

Allora qual è l'attuale livello di povertà in India?

Il rapporto dell'Ufficio nazionale di statistica (NSO) sulla spesa dei consumatori delle famiglie per il 2017-18 è stato cancellato nel 2019, quindi non ci sono dati per aggiornare i dati sulla povertà dell'India. Anche il rapporto MPI pubblicato da Oxford Poverty and Human Development Initiative ha utilizzato i dati del quarto round del National Family Health Survey, i cui dati sono disponibili solo fino al 2015-16.


patrimonio netto jane fonda

Lo scienziato sociale S Subramanian ha utilizzato i dati di una versione trapelata dei dati sulla spesa dei consumatori per concludere che l'incidenza della povertà in India è aumentata dal 31,15% al ​​35,1% tra il 2011-12 e il 2017-18. Anche il numero assoluto di poveri è aumentato da 270 milioni a 322,22 milioni nello stesso periodo, il che si traduce in 52 milioni di poveri in più in sei anni.