Storia di Yakub Memon: lo vedeva come un 'sacrificio' - Potrebbe 2022

16 anni dopo aver inviato un 'breve su di me' al SC, il fratello del gangster Tiger Memon sta per essere impiccato per le esplosioni di Bombay del 1993.

yakub memon, yakub memon morte, yakub memon appeso, yakub memon story, memon Associates, esplosioni di Mumbai, esplosioni di Mumbai 1993, esecuzione di memon yakub, esplosioni di Bombay 1993, esplosioni di Mumbai 1993, tiger memon, dawood ibrahim, notizie in India1993 esplosioni seriali di Mumbai condannano Yakub Memon

In una lettera scritta al Capo della Giustizia dell'India nel luglio 1999, Yakub Memon si è descritto come un buon cittadino di questo paese che ha cercato di aiutare il governo nel minimo modo possibile. Il suo umile sforzo e sacrificio, ha detto Memon, sarebbe stato reso noto dopo che il caso [esplosioni di Bombay] sarebbe giunto alla sua logica conclusione.

Guarda un video



Sedici anni dopo, Memon sta per diventare il primo accusato a pagare con la vita per il suo ruolo nel primo grande attacco terroristico in India, che ha causato 257 vittime e innumerevoli feriti. Per uno scherzo del destino, Memon sarà impiccato lo stesso giorno in cui è nato 53 anni fa nel congestionato Bhendi Bazaar.



Memon, il terzo di sei figli di Abdul Razak e Hanifa Memon, è cresciuto a Byculla e ha frequentato la scuola Antonio D'Souza. Ha ottenuto il 70% negli esami secondari del Board e, a differenza dei suoi fratelli Sulaiman e Ibrahim (o Tiger), ha proseguito gli studi. Ha conseguito un Master in Commerce presso il Burhani College e, nel 1990, è diventato dottore commercialista. Con il suo amico d'infanzia Chaitanya Mehta, Memon ha fondato la ditta Mehta and Memon Associates.


quanto vale James Corden

[articolo correlato]



Stavamo andando molto bene. Avevamo circa 200 file. Ci occupiamo dell'imposta sul reddito, dell'imposta sulle vendite, della revisione contabile e della gestione dei conti di questi clienti. Da allora sono stato molto impegnato, scriveva Memon nella sua lettera al CJI.

Catturare

Suo fratello maggiore Tiger, nel frattempo, stava lasciando un segno nella malavita di Mumbai, iniziando come autista per i fratelli Dossa e poi passando al contrabbando d'oro - attività di cui Memon afferma di non essere a conoscenza.



L'intera famiglia è fuggita dall'India prima degli attacchi.

yakub

Memon tornò 18 mesi dopo e fu mostrato come arrestato alla stazione di New Delhi dal CBI il 5 agosto 1994. La famiglia in seguito affermò di essere stufi del monitoraggio continuo che dovevano affrontare in Pakistan. Lo stesso Memon ha detto di essersi consegnato spontaneamente il 28 luglio 1994, in Nepal. Aveva con sé una valigia piena di prove, che includevano carte d'identità pakistane e video di noti gangster in Pakistan. Anche otto membri della famiglia di Memon, tra cui sua moglie Raheen e la figlia appena nata, tornarono e si arresero.



Ero molto felice e rilassato perché dopo circa 18 mesi di duro lavoro, pazienza e lotta ho raggiunto questa impresa. È stata un'avventura difficile e rischiosa, ha detto Memon nella sua lettera al CJI.

Le speranze di clemenza di Memon da parte dello stato indiano e della magistratura sono state deluse nel luglio 2007, è stato condannato a morte per associazione a delinquere da un tribunale TADA. Il suo ricorso alla Corte Suprema è stato respinto nel 2013. Successivamente, il Presidente ha rifiutato la sua richiesta di grazia.
Memon, che afferma di soffrire di depressione, ha avuto un crollo in tribunale quando è stato annunciato il verdetto.



Anche gli innocenti saranno trasformati in terroristi, si dice che abbia detto al giudice.

Sono dipendente dai farmaci antidepressivi. Ormai è diventato parte della mia vita. Più penso e più mi turbo. Dopotutto, perché sono fatto soffrire? Solo per il solo motivo che il primo imputato è in relazione con me? Yakub ha detto nella lettera del 1999.

Ha anche affermato di essere stato avvertito dal fratello di non tornare in India e di non aver trascorso un solo giorno con sua figlia da quando è nata. Lo scopo di dare questo breve su di me è di portare a casa un solo punto. Dov'era anche il tempo di odiare, scrisse.

Il giudice speciale della TADA Pramod Dattatraya Kode, che ha condannato a morte Memon, lo ha descritto come un uomo molto istruito e persistente. Il giudice ha detto che lo sfogo di Memon nella sua corte - cercare il perdono del Signore per Kode che non sapeva cosa aveva fatto - non poteva essere considerato spontaneo.

— Con gli input di Aamir Khan