Super Tuesday 2.0: Donald Trump, Ted Cruz o contestato? Perché oggi è grande per la nomina del GOP - Gennaio 2022

Donald Trump ha vinto la maggior parte delle primarie, ma ha raccolto solo il 43% dei delegati.

Il candidato presidenziale repubblicano Donald Trump reagisce ai manifestanti contro di lui tra la folla durante un comizio elettorale a Kansas City, Mo., sabato 12 marzo 2016. (AP Photo/Nati Harnik)Il candidato repubblicano alla presidenza Donald Trump. (Foto AP/Nati Harnik)

Le primarie di martedì potrebbero fornire un momento decisivo nella corsa per la nomina repubblicana alla presidenza, o meno. Finora Donald Trump ha vinto la maggior parte delle primarie, ma ha raccolto solo il 43% dei delegati. Non è abbastanza per vincere la nomination. Ci vuole una maggioranza, che fa sorgere la possibilità di una convenzione impugnata dall'esito incerto.


patrimonio netto g-eazy

I rivali di Trump stanno andando peggio. Il più vicino è Ted Cruz, che è indietro di 90 delegati, vincendo il 34% dei delegati assegnati finora.



Quasi tutti gli stati che hanno votato finora hanno assegnato i delegati in proporzione, in modo che anche i perdenti potessero ottenere i delegati.



Ma questo cambierà martedì, quando gli stati potranno iniziare ad assegnare tutti i delegati al vincitore in tutto lo stato. Solo nove concorsi sono il vincitore prende tutto, e tre di loro sono martedì, in Florida, Ohio e Isole Marianne Settentrionali. Votano anche Illinois, Missouri e North Carolina.

Ecco come i diversi risultati nelle gare di martedì potrebbero modellare la corsa per la nomination GOP:



[articolo correlato]

TRUMP SWEEP

Lo metterà sulla strada della nomination entro la fine della stagione delle primarie il 7 giugno. Dovrebbe continuare a vincere per farcela, ma varcherebbe una soglia importante raccogliendo oltre il 50% dei delegati assegnati finora. I grandi premi sono la Florida, con 99 delegati, e l'Ohio, con 66.



VINCONO I SENATORI DELLO STATO INTERNO

Se Marco Rubio vince la Florida e John Kasich vince l'Ohio, le loro vittorie farebbero molto per assicurarsi che nessuno ottenga i 1.237 delegati necessari per bloccare la nomina prima della convention.

È troppo tardi per Rubio o Kasich per raggiungere il numero magico entro giugno. Rubio ha vinto solo il 15% dei delegati e Kasich il 6%. Ma se riuscissero entrambi a ottenere grandi vittorie martedì, potrebbero fermare Trump, preparando il terreno per una convention contestata quest'estate.




quanto vale Gary Coleman

SENATORI DELLO STATO DOMESTICO SPALATO

Se Trump vincesse la Florida ma perdesse l'Ohio, prevarrebbe lo status quo e la corsa continuerebbe su un percorso incerto. Trump avrebbe poco meno del 50% dei delegati, ma potrebbe saltare oltre la soglia vincendo il resto degli stati in cui il vincitore prende tutto. Il prossimo grande stato in cui il vincitore prende tutto è l'Arizona, con 58 delegati in gioco il 22 marzo.



TED CRUZ SPAZZATE

I sondaggi dicono che è improbabile, ma se Ted Cruz dovesse vincere tutti gli stati martedì, salterebbe in testa. Tuttavia, sarebbe ancora a corto di una maggioranza di delegati. Avrebbe bisogno di vincere il 61% dei delegati rimanenti per raggiungere 1.237, avere bisogno che Rubio e Kasich si ritirassero e battere Trump sonoramente nelle restanti gare.