Spiegazione: i banditi che operano in Nigeria, che hanno rapito 150 scolari - Ottobre 2022

Questo è il decimo di questi attacchi e rapimenti di massa di bambini dal dicembre 2020 in Nigeria.

attacco della scuola kaduna, banditi nigerain, banditi in nigeria, rapimenti di scuole nigeria, perché la nigeria ha banditi, boko karam, espresso indiano, espresso spiegatoUn ragazzo entra nei locali di un Teachers Training College a Kaduna, in Nigeria, dove di recente è stata attaccata una scuola. La foto è stata scattata ad aprile. (Foto: Reuters)

Nello stato di Kaduna, nel nord della Nigeria, mancano più di 150 studenti dopo che uomini armati hanno fatto irruzione in un collegio lì. Questo è il decimo di questi attacchi e rapimenti di massa di bambini da dicembre 2020. All'inizio di febbraio, VOA News ha riportato il rapimento di 317 studentesse da una scuola governativa nello stato di Zamfara.



Un rapporto di Reuters afferma che le autorità della zona hanno attribuito il caso più recente di rapimento di massa a un gruppo armato di banditi. Questi cosiddetti banditi, che operano nel nord-ovest della Nigeria, stanno terrorizzando i civili, destabilizzando la regione e dando potere ai jihadisti, secondo un rapporto pubblicato su Foreign Policy.

Nel maggio di quest'anno, l'esercito nigeriano ha ucciso 48 banditi e salvato 18 rapiti dallo stato di Zamfara, secondo quanto riferito dall'agenzia Anadolu. Dopo un pesante scontro a fuoco, i banditi sono fuggiti, lasciando dietro di sé fucili AK-47, un fucile G3 e una mitragliatrice.





Chi sono questi banditi in Nigeria?

I rapimenti di massa di bambini in età scolare non riguardano solo i gruppi di banditi. Nel 2014, il gruppo islamista Boko Haram, che ha lanciato una ribellione contro il governo nigeriano nel 2009, ha rapito quasi 300 ragazze da un altro collegio a Chibok. Il rapimento ha attirato l'attenzione internazionale e ha portato alla campagna #BringBackOurGirls, sostenuta da Michelle Obama.

Circa un decennio da allora, Boko Haram, o Jama'a Ahl as-Sunnah Li-da'wa wa-al Jihad, come viene ufficialmente chiamato, si è diffuso dal nord-est della Nigeria alle vicine nazioni dell'Africa occidentale di Niger, Ciad e Camerun. Il gruppo rifiuta l'educazione occidentale, che ritiene non islamica.




lazer blakely itzler

Ma il banditismo armato è un problema più recente e una sfida alla sicurezza per il governo nigeriano, che finora non è riuscito a contenere le violenze avviate da Boko Haram. L'American Security Project (ASP) rileva che le popolazioni nel nord-ovest della Nigeria stanno affrontando la minaccia sempre crescente del banditismo, che è definito come un tipo di criminalità organizzata che include rapimenti, rapine a mano armata, omicidi, stupri, furti di bestiame e lo sfruttamento di risorse ambientali.



ACAPS, un'organizzazione no-profit che fornisce analisi dei bisogni umanitari indipendenti, ha affermato nella sua nota del 2020 sulla situazione della sicurezza del paese che una nuova crisi umanitaria stava emergendo nel nord-ovest della Nigeria. Finora sembrano essere stati colpiti principalmente sei stati: Zamfara, Katsina, Sokoto, Kaduna, Niger e Kebbi.

Secondo il Consiglio per le relazioni estere di ringraziamento, 1.100 persone sono state uccise nel 2018 in questi sei stati, oltre 2.200 sono state uccise nel 2019 e sono state registrate più di 1.600 vittime tra gennaio e giugno 2020. Facendo riferimento ai dati dell'UNHCR, l'ACAPS La nota dice che più di 247.000 persone sono state sfollate internamente finora a causa degli attacchi.



Come è iniziato?


michael burry moglie

Gruppi di banditi hanno iniziato a operare nel 2011 come riflesso della violenta competizione per le scarse risorse, principalmente di agricoltori e pastori. La situazione si è ulteriormente aggravata perché la maggior parte dei pastori apparteneva a comunità diverse. Quando i cambiamenti ambientali hanno reso la terra e l'acqua più preziose di prima, c'è stata una competizione per loro tra le diverse comunità. Nell'ultimo decennio o giù di lì, questa rivalità che si limitava a essere comunitaria si è evoluta in miliziani letali.



Anche in Spiegato| La campagna bandiera bianca in Malesia, innescata dall'emergenza Covid

Ora, alcune persone vedono anche il banditismo come una fonte di reddito, considerando che l'area in cui i banditi sono maggiormente attivi soffre di diversi problemi, tra cui la disoccupazione giovanile, la povertà e la disuguaglianza. Ci sono anche altri fattori, come la proliferazione di armi leggere e di piccolo calibro, l'estrazione artigianale illecita scrive Nkasi Wodu, un avvocato ed esperto di sviluppo con sede in Nigeria. Wodu afferma che il problema è esacerbato dalle forze di sicurezza demoralizzate che sono state schierate in tutti tranne uno dei 36 stati nigeriani.

Mentre i governatori di alcuni stati hanno cercato di negoziare con i banditi, i colloqui finora non hanno avuto successo, in parte perché i banditi hanno infranto i termini degli accordi.