Compensazione Per Il Segno Zodiacale
Personale C Celebrità

Scopri La Compatibilità Con Il Segno Zodiacale

Spiegato: mentre Boko Haram completa un decennio, la storia di questo gruppo terroristico nigeriano

Il gruppo, ufficialmente chiamato Jama'a Ahl as-Sunna Li-da'wa wa-al Jihad, è più comunemente noto come Boko Haram, un soprannome dato dalla popolazione locale di lingua Hausa del paese, a causa del suo rifiuto dell'istruzione occidentale e cultura.

Boko Haram, abito terroristico, abito terroristico, gruppo terroristico, terrorismo nigeriano, espresso spiegato, espresso indianoNegli anni 2000, Boko Haram è emersa in Nigeria come una piccola setta islamica sunnita che sosteneva una rigorosa interpretazione e attuazione della legge islamica.

La Nigeria ha assistito a diverse insurrezioni delle milizie tribali nei suoi 59 anni di storia moderna. Ma è stata l'emergere di Boko Haram come un violento gruppo di ribelli islamisti che ha alterato la natura della violenza a cui la nazione era stata testimone.





Nel corso del decennio, Boko Haram si è diffuso dal nord-est della Nigeria alle vicine nazioni dell'Africa occidentale di Niger, Ciad e Camerun nel bacino del lago Ciad. Il gruppo terroristico ha acquisito notorietà internazionale quando nel 2014 ha rapito circa 300 studentesse nella città di Chibok, nello stato di Borno, nel nord-est della Nigeria.

Cos'è Boko Haram?

Negli anni 2000, Boko Haram è emersa in Nigeria come una piccola setta islamica sunnita che sosteneva una rigorosa interpretazione e attuazione della legge islamica. Il gruppo, ufficialmente chiamato Jama'a Ahl as-Sunna Li-da'wa wa-al Jihad, è più comunemente noto come Boko Haram, un soprannome dato dalla popolazione locale di lingua Hausa del paese, a causa della richiesta del gruppo di rifiutare L'educazione e la cultura occidentale che considerava non islamiche - haram o proibite - guidate dal salafismo, un'interpretazione conservatrice dell'Islam.



Intorno al 2002, un leader di una setta musulmana nigeriana, Mohammed Yusuf, ha fondato una scuola islamica e una moschea a Maiduguri, capitale dello stato di Borno in Nigeria, un'istituzione che ha attirato alcune delle persone più povere della zona. Ma non erano solo i poveri ad essere attratti da Yusuf. Anche i nigeriani benestanti e istruiti all'università erano attratti da Yusuf che era istruito, con un master equivalente in educazione islamica, ed era un leader carismatico. Gli studiosi che hanno studiato Boko Haram credono che sia stato il modo in cui Yusuf ha venduto questa ideologia che gli ha fatto guadagnare seguaci. Ha parlato apertamente contro la corruzione e la violenza della polizia in Nigeria che ha reso le persone simpatizzanti della sua causa contro l'establishment.

Boko Haram, abito terroristico, abito terroristico, gruppo terroristico, terrorismo nigeriano, espresso spiegato, espresso indianoFondatore di Boko Haram, Mohammed Yusuf, Mohammed Yusuf. (Foto: Wikimedia)

Nel 2009, Boko Haram ha lanciato una ribellione contro il governo nigeriano che è stata repressa e Yusuf è stato arrestato. Durante la custodia della polizia, Mohammed Yusuf è stato ucciso e il governo nigeriano credeva di aver controllato la rivolta prima che potesse manifestarsi e crescere. Anche i membri di (Boko Haram), tra cui donne e bambini, sono stati sottoposti a tortura e molti sono stati uccisi dalla polizia durante la detenzione. Di conseguenza, hanno dichiarato guerra alle autorità nigeriane, ha affermato Mojúbàolú Olufúnké Okome, professore di Scienze Politiche, African & Women's Studies al Brooklyn College, City University of New York, in un'intervista a questo sito web .



Boko Haram si è radicalizzato dopo la morte di Yusuf e circa un anno dopo, uno dei suoi luogotenenti, Abubakar Shekau ha annunciato di essere il nuovo leader di Boko Haram. Nel corso del decennio, le violenze sono continuate a causa del fallimento del governo nigeriano nel controllare Boko Haram, fino a quando il gruppo ha guadagnato l'attenzione internazionale rapendo 300 studentesse a Chibok.

Perché il governo nigeriano e le forze di pace internazionali hanno lottato per controllare Boko Haram?

Secondo il professor Okome del Brooklyn College, City University di New York, il governo di Jonathan Goodluck, ex presidente della Nigeria (2010-2015), non è riuscito a contenere Boko Haram perché il gruppo (operava) in modo vigoroso e organizzato e il governo nigeriano le forze armate erano scarsamente armate rispetto a Boko Haram. Okome ritiene che anche Boko Haram abbia ricevuto finanziamenti durante questo periodo da influenti politici per promuovere le sue operazioni nel paese.



Boko Haram aveva una conoscenza approfondita dell'area ed è stato in grado di infiltrarsi nelle comunità, influenzare e intimidire i locali e occupare il territorio nel nord-est della Nigeria in un modo che il governo nigeriano non è stato in grado di contrastare. Quando il governo ha combattuto seriamente, Boko Haram era già ben radicato, ha detto Okome.

In che modo Boko Haram ha cambiato le sue tattiche operative dopo la morte del leader Yusuf?

Nel 2011, due anni dopo la morte di Mohammed Yusuf, sotto la guida di Abubakar Shekau, Boko Haram ha usato un'auto in un attentato suicida contro il complesso delle Nazioni Unite ad Abuja, capitale della Nigeria. L'attacco ha provocato la morte di 23 persone e molte altre sono rimaste ferite.




patrimonio netto di johnny bananas

Nei quattro anni successivi, Boko Haram ha continuato a condurre una guerra in Nigeria che il governo ha trovato difficile contenere. Il governo inizialmente rifiutò l'assistenza delle nazioni vicine e nel giro di anni il gruppo divenne più forte. Il gruppo ha sviluppato le sue tattiche operative per includere l'uso di attentati suicidi e la sua violenza è aumentata nella sua ferocia, brutalità e anche il suo feroce fanatismo si è rivelato difficile da contrastare, ha affermato Okome.

Secondo Okome, Boko Haram aveva iniziato come un'organizzazione che si occupava di beneficenza e proselitismo in un'area afflitta da estrema povertà, rafforzando al contempo il salafismo. È dubbio che una strategia puramente militare possa sconfiggere il gruppo, data la combinazione di un'ideologia religiosa militarista e critica sociale delle élite politiche ed economiche corrotte, (e) la sua convinzione che lo stato laico (era) immorale e debba essere sostituito con un califfato islamico. Data l'assistenza fornita da Boko Haram all'inizio della sua fondazione, i nigeriani poveri erano più vulnerabili a credere nelle filosofie dell'organizzazione e nel suo indottrinamento.



Nel 2015, Boko Haram aveva conquistato gran parte dello stato del Borno e i suoi attacchi hanno iniziato a diffondersi oltre i confini della Nigeria nelle nazioni vicine di Niger, Ciad e Camerun. Quando il fondatore di Boko Haram, Yusuf Mohammed si era ribellato al governo nigeriano nel 2009, queste nazioni vicine non si erano mobilitate collettivamente contro l'organizzazione. Sei anni dopo, stavano affrontando la ricaduta della violenza perpetrata dal gruppo. Secondo i dati delle Nazioni Unite, durante questo periodo circa 2,2 milioni di persone nella regione sono state sfollate.

Perché il rapimento delle studentesse nigeriane da parte di Boko Haram ha lanciato la campagna internazionale #BringBackOurGirls?

Nell'aprile 2014, circa 276 ragazze della scuola secondaria femminile nella città di Chibok, nello stato di Borno, stavano dormendo nei dormitori del loro collegio quando uomini armati di Boko Haram le hanno rapite. Gli studenti della scuola femminile provenivano da una comunità povera e la percezione era che non ci sarebbero state ricadute per il governo nigeriano, ha spiegato Okome. Che il loro rapimento avrebbe ottenuto la massiccia attenzione internazionale che ha avuto, non era qualcosa che né Boko Haram né il governo nigeriano avrebbero mai previsto.



I governi statali e federali di Borno avevano preavvisato che ci sarebbero stati rapimenti, ma hanno permesso agli studenti di radunarsi in un collegio poco protetto per un esame. Dopo il rapimento, il governo non è riuscito a tentare seriamente di salvare le ragazze, ha detto Okome. La Nigeria non ha avviato immediatamente i soccorsi e questo ha dato a Boko Haram abbastanza tempo per nascondere le ragazze rapite nella vicina foresta di Sambisa, nello stato di Borno.

Il direttore di Amnesty International per l'Africa, Netsanet Belay, ha rilasciato una dichiarazione subito dopo i rapimenti, affermando: 'Il fatto che le forze di sicurezza nigeriane fossero a conoscenza dell'imminente raid di Boko Haram, ma non fossero riuscite a intraprendere l'azione immediata necessaria per fermarlo, non farà altro che amplificare la situazione nazionale e internazionale'. protesta per questo orribile crimine.

Boko Haram, Nigeria, attacco di Boko haram, nigeria boko haram, boko haram nigeria, estremisti islamici, notizie di Boko Haram, notizie della Nigeria, attacchi di boko haram, Stato islamico, ISIS, notizie sullo Stato islamico, Notizie dal mondo, ultime notizie, Indian ExpressIl tenente generale dei marine Thomas Waldhauser ha affermato che il leader di Boko Haram Abubakar Shekau è stato chiesto dall'ISIS di smettere di usare i bambini come attentatori suicidi, ma non lo ha fatto portando il gruppo scissionista a staccarsi dal gruppo. (Foto: Reuters)

Tre settimane dopo il rapimento delle ragazze, l'agenzia di stampa AFP ha pubblicato un video che mostra il leader di Boko Haram Abubakar Shekau, riconoscendo che il suo gruppo aveva rapito le ragazze e dicendo: Dio mi ha ordinato di venderle, sono sue proprietà e io eseguirò il suo istruzioni, aggiungendo che le ragazze avrebbero dovuto essere già sposate alla loro età, non studiando.

Le ragazze di Chibok erano per lo più cristiane, con alcuni musulmani, e non si erano convertite all'Islam. Shekau ha detto nel video che era disposto a scambiare le ragazze con i nostri fratelli nella tua prigione.

Il rapimento ha portato all'indignazione globale e ha messo Boko Haram sotto i riflettori internazionali come mai prima d'ora. Politici e celebrità hanno iniziato a fare una campagna per il rilascio delle ragazze e l'hashtag #bringbackourgirls ha iniziato a fare tendenza in tutto il mondo.

Inizialmente, la Nigeria aveva rifiutato l'assistenza di Gran Bretagna, Francia e Stati Uniti nel recupero delle ragazze rapite, con nazioni come la Gran Bretagna che conducevano missioni di ricognizione aerea indipendenti che avevano tracciato i movimenti delle ragazze subito dopo essere state rapite. Nel frattempo, sono emerse anche segnalazioni di ragazze vittime di omicidio e stupro. Mesi di trattative da parte di vari governi e privati ​​con i leader di Boko Haram per liberare le ragazze ma senza alcun risultato.

Quando Muhammadu Buhari è diventato presidente della Nigeria nel 2015, Boko Haram si era diviso in fazioni separate e le ragazze erano state divise tra loro. A partire dal 2019, 112 ragazze rimangono in cattività.

Perché Boko Haram ha rapito le ragazze di Dapchi?

Boko Haram si è reso conto che attraverso rapimenti e metodi come quelli impiegati nel caso degli studenti di Chibok, potevano attirare l'attenzione su di sé e nel febbraio 2018 lo hanno fatto di nuovo. Questa volta hanno rapito 110 studentesse dalla città di Dapchi, nello stato di Yobe, nel nord-est della Nigeria.

Circa un mese dopo, secondo i rapporti, 106 ragazze sono state rilasciate dalla prigionia. Degli studenti rapiti, Lea Sharibu rimane in cattività, presumibilmente a causa del suo rifiuto di convertirsi all'Islam dal cristianesimo. L'accusa che Leah non è stata rilasciata perché cristiana, e che era l'unica rapita a non essere stata rilasciata su oltre 100 compagni di scuola, così come il coinvolgimento di molti cristiani in Nigeria e in altri paesi, in particolare in Occidente, l'hanno resa la continua prigionia rimane nell'attenzione globale, ha detto Okome.

Boko haram, boko haram africa, Boko haram militante, boko haram sposa, atrocità di boko haram, ritorno della sposa a scuola, scuola della sposa di bokom haram, africa, terrorismo, notizie dal mondoIn questo file, l'immagine tratta da un video distribuito domenica 14 agosto 2016, mostra un presunto soldato di Boko Haram in piedi di fronte a un gruppo di ragazze che si presume siano alcune delle 276 studentesse di Chibok rapite detenute dall'aprile 2014, in un luogo sconosciuto. Nigeriano (Video militante/Site Institute, File via AP)

Perché Boko Haram ha attaccato scuole e college in Nigeria?

Mohammed Yusuf aveva un'istruzione islamica equivalente a un'istruzione di livello master. Il suo successore, Abubakar Shekau ha studiato, ma non si è laureato al Borno College of Legal and Islamic Studies (ora chiamato Mohammed Goni College of Legal and Islamic Studies), ha detto Okome. Tuttavia, il gruppo ha effettuato diversi attacchi a scuole e college in Nigeria rifiutando i modelli educativi occidentali e spingendo le proprie ideologie, specialmente nelle aree povere dove c'erano persone più vulnerabili.

Boko Haram ha legami con altri gruppi terroristici?

Dopo aver perso terreno a favore delle forze militari nigeriane nel 2015, secondo il Servizio di ricerca del Congresso degli Stati Uniti, nel marzo di quell'anno, Abubakar Shekau di Boko Haram ha promesso fedeltà ad Abu Bakr al-Baghdadi, leader dell'ISIS con sede in Siria/Iraq, in un tentativo di costruire nuove alleanze per compensare la perdita di terreno in Nigeria. Secondo i documenti del Congressional Research Service, l'impegno è stato accolto da un portavoce dell'ISIS che ha esortato i seguaci dello Stato Islamico a recarsi in Africa occidentale e fornire supporto a Boko Haram. Altri rapporti suggeriscono che l'ISIS non aveva intenzione di unire le forze con Shekau, ma stava pianificando attivamente di stabilire la sua presenza indipendente nell'Africa occidentale. Nel 2016, lo ha fatto creando la provincia dell'Africa occidentale dello Stato islamico (ISWA, nota anche come ISWAP), sotto la guida di Abu Musab Al-Barnawi, ritenuto uno dei figli del fondatore di Boko Haram, Mohammed Yusuf.

Boko Haram, abito terroristico, abito terroristico, gruppo terroristico, terrorismo nigeriano, espresso spiegato, espresso indiano

L'ISIS sta pianificando di stabilire un califfato in Africa occidentale?

Invece di essere in grado di controllare e contenere Boko Haram, la Nigeria, le nazioni vicine e il mondo in generale, ora devono fare i conti con due gruppi terroristici che operano nella stessa regione. Ma Okome crede che sia troppo presto per dire se l'ISIS sarà in grado di espandere e stabilire le sue operazioni in Nigeria e nella più ampia regione dell'Africa occidentale come ha fatto in Medio Oriente.

Non sono sicuro che l'istituzione di un Califfato sia fattibile nel prossimo futuro perché la presunta dichiarazione di fedeltà non sembra... aver avuto finora manifestazioni e ramificazioni concrete. C'è ancora molto da ignorare su questi gruppi e sui loro piani, capacità e risorse, ha detto Okome.

Non solo ISIS e Boko Haram si sono influenzati a vicenda sui meccanismi e sulle filosofie, Okome indica i nigeriani di Boko Haram che sono andati in Siria come combattenti per l'ISIS. Ciascun gruppo ha utilizzato metodi prima dispiegati dall'altro, ed è del tutto possibile che avendo perso terreno in Siria, l'ISIS potrebbe spostarsi sempre più nella regione dell'Africa occidentale, inclusa la Nigeria, causando una maggiore intrattabilità in un'insurrezione già complessa, ha affermato Okome.

Condividi Con I Tuoi Amici: