Spiegazione: il piano dei talebani di adottare 'temporaneamente' parti della costituzione del 1964; cosa potrebbe significare - Gennaio 2022

Finora, i talebani non hanno rilasciato alcun documento o dichiarazione politica che indichi come intendono governare. Sebbene questo recente annuncio possa sembrare un progresso, i suoi avvertimenti sollevano più domande che risposte.

I talebani siedono davanti a un murale raffigurante una donna dietro il filo spinato a Kabul, in Afghanistan, martedì 21 settembre 2021. (Foto AP)

I talebani hanno annunciato martedì che intendono emanare temporaneamente disposizioni della costituzione dell'Afghanistan del 1964 che non sono in conflitto con la legge islamica o la sharia per governare il paese. Un portavoce dei talebani ha anche annunciato che il gruppo era in procinto di redigere una nuova costituzione che sarebbe stata completata entro il 2022.

Finora, i talebani non hanno rilasciato alcun documento o dichiarazione politica che indichi come intendono governare. Sebbene questo recente annuncio possa sembrare un progresso, i suoi avvertimenti sollevano più domande che risposte. Consentendo al gruppo di colpire le disposizioni della costituzione con il pretesto di mantenere la legge della sharia (che è altamente soggettiva), i talebani stanno essenzialmente dicendo che sceglieranno a quali parti della costituzione aderiranno.



Opinione|La sfida davanti alla comunità internazionale è quella di prendere una decisione sul riconoscimento del nuovo regime talebano

Inoltre, la costituzione consente che la giustizia e il governo siano condotti secondo le linee della legge, che è redatta da vari organi dello stato. Se la legge stessa è proibitiva o escludente, la costituzione prevede pochi meccanismi per consentire ai cittadini di esprimere le proprie lamentele. Infine, da quando i talebani hanno preso Kabul all'inizio di quest'anno, c'è stata una significativa disconnessione tra ciò che hanno detto di fare e ciò che hanno effettivamente fatto.



Qual è la costituzione del 1964?

L'Afghanistan ha avuto quattro costituzioni da quando è diventato una nazione sovrana in 1747. La prima fu scritta negli 1890, che istituì un sistema di monarchia centralizzata in tutto il paese. Nel 1923 fu redatta una seconda costituzione che stabiliva il re come principale autorità sovrana, l'Islam come religione di stato e la sharia come base del sistema giudiziario. Nel 1963, sotto il governo del re Zahir Shah, l'Afghanistan ha scritto la sua costituzione più ambiziosa, che è diventata legge nel 1964.



La costituzione del 1964 mirava a trasformare l'Afghanistan in una democrazia e a catalizzare la modernizzazione socioeconomica. Alcuni degli elementi più notevoli della costituzione è stata la creazione di due camere del parlamento, di cui la camera bassa sarebbe stata eletta a suffragio universale. Ha inoltre stabilito che le leggi emanate dal parlamento sostituiranno la sharia, disposizione che i talebani hanno successivamente annullato. La costituzione durò otto anni fino a quando Zahir Shah fu rovesciato e, nonostante le sue alte ambizioni, fu in gran parte vista come un fallimento politico. Il governo e il legislatore erano costantemente in una situazione di stallo e non erano in grado di approvare alcuna legislazione significativa.

spiegato| Tutto quello che c'è da sapere sui leader del nuovo governo talebano

Nel 2004, dopo l'invasione dell'Afghanistan da parte della NATO, è stata adottata una nuova costituzione che prevedeva una presidenza e sanciva la parità di diritti per le donne. Tuttavia, nel creare un sistema di governo eccessivamente centralizzato, la costituzione del 2004 è stata vista come un documento intellettuale, dominato dai valori dell'Occidente e dall'élite istruita di Kabul. I talebani hanno rifiutato in modo schiacciante quella costituzione come un'entità illegale e un prodotto dell'imperialismo statunitense.



Il governo dei talebani

Disposizioni della costituzione del 1964

sullo stato

I cittadini non musulmani saranno liberi di compiere i loro rituali entro i limiti stabiliti dalle leggi per la pubblica decenza e la pubblica pace.



A prima vista, questa disposizione consente la libertà di religione, tuttavia, poiché specifica che la religione può essere praticata entro i limiti determinati dalle leggi, è suscettibile di interpretazione da parte dei talebani. Secondo la legge della sharia, i talebani possono concepibilmente vietare qualsiasi espressione pubblica di religione che non sia in linea con i valori islamici. Il gruppo ha recentemente indicato che rispetterà i diritti dei sikh e di altre minoranze religiose residenti in Afghanistan, ma durante il loro governo tra il 1996 e il 2001, le minoranze religiose sono state regolarmente perseguitate e i simboli di altre religioni come i Buddha di Bamiyan sono stati distrutti.


patrimonio netto di chuck lorre

sul re



Presumibilmente, i talebani sostituiranno i poteri del re con i poteri del primo ministro in carica, Mohammad Akhund o del Leader Supremo, Haibatullah Akhundzada . È più probabile che quest'ultimo sia conferito con i poteri conferiti al re nella costituzione del 1964 in quanto specifica il Primo Ministro come entità separata.

Il Re non è responsabile e deve essere rispettato da tutti

All'abdicazione o alla morte del Re, il Trono passerà al figlio maggiore. Se il figlio maggiore del Re non ha le qualifiche stabilite in questa Costituzione, il Trono passerà al suo secondo figlio e così via.

Come previsto, il 're' è privo di responsabilità e protetto dal controllo. Sebbene non sia in linea con gli ideali di una democrazia progressista, ciò non è raro nelle autocrazie o nelle democrazie illiberali.

I talebani hanno assistito a diverse lotte di potere interne, la più famosa quando il mullah Yaqoob, l'attuale ministro della Difesa, ha combattuto senza successo per il ruolo di comandante supremo nel 2016. Se i talebani stabilissero un sistema di leadership ereditaria, Yaqoob, come figlio del fondatore dei talebani , il Mullah Omar, avrà un diritto ancora più forte al potere. Questo a sua volta metterebbe da parte altri aspiranti alla leadership come Sirajuddin Haqqani e il Mullah Baradar in nome della continuità.

spiegato| Ecco 7 cose da notare nel nuovo governo afghano

Poiché non si sa molto del Leader Supremo Akhunzada, non è chiaro se abbia figli che saranno in linea per il trono. In passato, persone con forti legami con il mullah Omar hanno assunto posizioni di leadership di alto livello, ma il gruppo non ha seguito un sistema tradizionale di primogenitura.

Sui diritti e doveri fondamentali delle persone

Il popolo afghano, senza alcuna discriminazione o preferenza, ha pari diritti e doveri davanti alla legge.

Sebbene i talebani abbiano dichiarato che sarebbero stati aperti alle donne al governo, il loro governo non include donne. Allo stesso modo, mentre il gruppo ha affermato di rispettare il diritto delle donne all'istruzione, recenti rapporti indicano che le donne sono state bandite dall'Università di Kabul perché, secondo i talebani, le condizioni non sono ancora adatte per loro per studiare lì. Durante la loro ultima volta al potere, le donne, i tagiki e altri gruppi non pashtun sono stati apertamente discriminati, e ci sono poche prove che le cose saranno diverse questa volta.

Nessuno può essere punito se non per ordine del tribunale competente emesso dopo un processo aperto tenuto in presenza dell'imputato.

Nessun afghano accusato di un crimine può essere estradato in uno Stato straniero.


barbara bermudo house

Combattenti talebani siedono sul retro di un camioncino mentre si fermano su una collina a Kabul, in Afghanistan. (Foto AP)

Mentre la costituzione originale prevedeva che le leggi legislative sostituissero la legge della sharia, i talebani hanno chiarito abbondantemente che la loro interpretazione della legge della sharia avrà la precedenza su tutto il resto.

È più probabile che la seconda disposizione venga adottata poiché diversi membri dei talebani, compresi i loro alti dirigenti, sono ricercati per vari crimini, comprese accuse di terrorismo dall'Occidente. Questa disposizione potrebbe causare problemi diplomatici al gruppo, ma considerando che la maggior parte dei paesi è stata disposta a dialogare con loro nonostante i loro legami con il terrorismo, è improbabile che rappresenti un grosso ostacolo per loro.

La libertà di pensiero e di espressione è inviolabile. Ogni afghano ha il diritto di esprimere il proprio pensiero con parole, per iscritto, con immagini e con altri mezzi, in conformità con le disposizioni di legge. Ogni afghano ha il diritto di stampare e pubblicare idee in conformità con le disposizioni di legge, senza previa presentazione alle autorità dello stato.


quanto vale Leif Garrett

L'istruzione è un diritto di ogni afghano e deve essere fornita gratuitamente dallo Stato e dai cittadini dell'Afghanistan.

Come accennato in precedenza, la libertà di parola e il diritto all'istruzione sono due questioni su cui i talebani hanno dichiarato di voler assumere una posizione più moderata. Tuttavia, sostengono che la parola non dovrebbe minacciare la sicurezza dello stato e che l'istruzione è consentita solo a determinate condizioni.

Sulla Shura e sul governo:

La costituzione del 1964 prevede la formazione di due camere del legislatore. Una è la Casa del Popolo che viene eletta direttamente, simile al Lok Sabha, e l'altra è la Casa degli Anziani, i cui membri sono nominati indirettamente, simile al Rajya Sabha. La costituzione menziona anche come le Camere devono interagire con il Primo Ministro e il suo Gabinetto e come dovrebbero essere responsabili nei confronti del popolo.

La Shura (Parlamento) in Afghanistan manifesta la volontà del popolo e rappresenta l'intera nazione.

I membri della Wolesi Jirgah (Casa del Popolo) saranno eletti dal popolo afghano con elezioni libere, universali, segrete e dirette, in conformità con le disposizioni di legge.

Il Primo Ministro ei ministri sono collettivamente responsabili nei confronti della Wolesi Jirgah (Camera del popolo) per la politica generale del governo e individualmente per i loro compiti prescritti.

Su questo punto i talebani hanno indicato che sarebbero aperti a libere elezioni. In un'intervista con VOA, Suhail Shaheen, un portavoce dei talebani, ha affermato che la questione sarà determinata da una futura costituzione.

ISCRIVITI ADESSO :Il canale Telegram spiegato Express

A proposito di elezioni o non elezioni, aspettiamo, ha detto Shaheen. Abbiamo una costituzione in futuro, quindi avremmo deliberazioni al riguardo in futuro, su quando stiamo redigendo la costituzione, in modo che si vedrebbe lì in quel momento, non ora.

Ancora una volta, non è chiaro se i talebani manterranno queste promesse iniziali e fino a che punto consentiranno libere elezioni. Come per il resto della costituzione, queste disposizioni dovrebbero essere prese con le pinze. I talebani hanno lasciato ampio spazio all'interpretazione sulla base della sharia e hanno sottolineato che la costituzione del 1964 è solo temporanea. Hanno anche commesso violazioni dei diritti umani nel loro breve periodo al potere, negando apertamente qualsiasi esistenza degli stessi.

Newsletter| Fai clic per ricevere le spiegazioni migliori della giornata nella tua casella di posta