Spiegazione: perché Scarlett Johansson ha fatto causa alla Disney e cosa significa per il futuro di Hollywood - Giugno 2022

Scarlett Johansson e la Disney sono coinvolte in una battaglia legale. Ecco uno sfondo del caso e cosa potrebbe significare per il futuro di Hollywood.

Scarlett Johansson vs Disney, Scarlett Johansson vedova nera, recensione vedova nera, Scarlett Johansson fa causa a Disney, Indian ExpressScarlett Johansson in una scena di Black Widow (Photo Credit: Marvel Studios)

Scarlett Johansson e Disney sonocoinvolto in una battaglia legaleche potrebbe benissimo decidere il futuro del modo in cui i film vengono rilasciati in un mondo post-pandemia e di come gli attori interagiscono con i grandi studi.

Disney è il proprietario dei Marvel Studios, la società dietro il Marvel Cinematic Universe (MCU), di gran lunga il franchise cinematografico più redditizio della storia. La società ha assunto Johansson dal 2008, interpretando il ruolo della spia russa trasformata in Vendicatrice Natasha Romanoff oVedova Neranei film MCU.



Recensione del film|Black Widow, protagonista di Scarlett Johansson, è un film incoerente

Lo sfondo



Quando la pandemia di Covid-19 ha colpito alla fine del 2019 e all'inizio del 2020, i governi di tutto il mondo hanno chiuso i cinema per frenare la diffusione del virus. Il business teatrale globale è andato kaput quando sono stati messi in atto i blocchi. Molti film di Hollywood destinati al cinema invece sono andati ai servizi di streaming.

A dicembre, la Warner Bros ha trasferito tutti i suoi film del 2021 nel modello di rilascio ibrido, rilasciando i film nelle sale e sul suo servizio di streaming HBO Max lo stesso giorno. I film includono The Suicide Squad, Judas and the Black Messiah, The Matrix Resurrections, Dune e così via.



La mossa non sorprende sorprendentemente ha causato clamore nella comunità cinematografica e tra creativi, attori ed esercenti. Christopher Nolan, che ha lavorato con la Warner da Insomnia del 2002, è stato feroce. Alcuni dei più grandi registi del nostro settore e delle più importanti star del cinema sono andati a letto la sera prima pensando di lavorare per il più grande studio cinematografico e si sono svegliati per scoprire che stavano lavorando per il peggior servizio di streaming, ha detto a The Hollywood Reporter.

Ma la Warner ha tenuto duro, segnalando un cambiamento epocale nella strategia di distribuzione di Hollywood.

Scarlett Johansson vs Disney, Scarlett Johansson vedova nera, recensione vedova nera, Scarlett Johansson fa causa a Disney, Indian ExpressBlack Widow è in streaming su Disney Plus Hotstar.

La Disney aveva provato il modello dello stesso giorno con il remake live-action di Mulan nel settembre 2020 e non aveva esattamente fatto miracoli per loro. Successivamente, ha implementato la stessa strategia per Raya e l'ultimo drago, Crudelia e Jungle Cruise a parte Black Widow.



I contratti di attori famosi come Scarlett Johansson dipendono dalle prestazioni al botteghino dei loro film. Prima della pandemia, c'era un certo intervallo di tempo (di solito 30 giorni su 45 giorni) tra le uscite nelle sale e quelle in streaming. Poiché i teatri, almeno i pochi che aprivano, funzionavano a metà della capacità, il modello non funzionava esattamente.

Scarlett Johansson contro Disney|Quanto ha perso a causa del rilascio OTT di Black Widow?

Perché Scarlett Johansson ha fatto causa alla Disney?

Black Widow è stato rilasciato il 9 luglio nella maggior parte dei mercati. Negli Stati Uniti e in alcuni altri paesi selezionati, il film è stato distribuito anche sul servizio PVOD di Disney+ chiamato Premier Access. Il 29 luglio, Johansson aveva citato in giudizio la Disney affermando che la sua strategia di rilascio ibrida per Black Widow, il primo film indipendente sul supereroe e probabilmente l'ultimo con protagonista, aveva violato i termini del suo contratto. La causa ha inoltre affermato che la mossa ha permesso allo studio di aumentare gli abbonamenti Disney+ risparmiando anche sui bonus al botteghino a cui Johansson è giustamente dovuto.

La Disney ha intenzionalmente indotto la violazione dell'accordo da parte della Marvel, senza giustificazione, al fine di impedire alla signora Johansson di realizzare il pieno beneficio del suo accordo con la Marvel, si legge nella causa.



La Johansson ha anche affermato che la decisione della Disney di far uscire il film nell'ambiente attuale l'ha derubata di 50 milioni di dollari in bonus al botteghino. Poiché l'uscita simultanea ha diminuito i rendimenti al botteghino del film, anche i suoi bonus che dipendevano dai profitti cinematografici del film hanno sofferto negativamente.

Qual è stata la risposta della Disney?

La risposta della Disney è arrivata lo stesso giorno ed è stata incredibilmente aggressiva. Non c'è alcun merito per questo deposito. La causa è particolarmente triste e angosciante per il suo insensibile disprezzo per gli orribili e prolungati effetti globali della pandemia di Covid-19. Disney ha pienamente rispettato il contratto della signora Johansson e, inoltre, l'uscita di Black Widow su Disney+ con Premier Access ha notevolmente migliorato la sua capacità di guadagnare un compenso aggiuntivo oltre ai 20 milioni di dollari che ha ricevuto fino ad oggi, si legge. La risposta suggerisce che Scarlett avrebbe ottenuto un compenso maggiore oltre al suo stipendio, causa o meno.



Leggi anche|Quando Chris Evans-Jeremy Renner si è scusato per le osservazioni sessiste e sprezzanti sul personaggio di Scarlett Johansson

La guerra delle parole continua

La dichiarazione della Disney ha scatenato una guerra di parole. L'agente di Johansson, Bryan Lourd della Creative Arts Agency (CAA), ha criticato la risposta della Disney il 30 luglio. Ha accusato la Disney in una dichiarazione di aver attaccato il personaggio dell'attore e di aver rivelato il suo stipendio di 20 milioni di dollari per il film di supereroi nel tentativo di armare il suo successo come un artista e una donna d'affari.

Il 21 agosto, Scarlett, tramite il suo avvocato, ha fermato la Disney per...il suo attacco misoginoe per aver combattuto cercando di nascondere la propria cattiva condotta in un arbitrato confidenziale.

Perché la Disney ha così paura di discutere questo caso in pubblico? Perché sa che le promesse della Marvel di dare a Black Widow una tipica uscita teatrale 'come gli altri suoi film' avevano tutto a che fare con la garanzia che la Disney non avrebbe cannibalizzato gli incassi al botteghino per aumentare gli abbonamenti Disney+. Eppure è esattamente quello che è successo e non vediamo l'ora di presentare le prove schiaccianti che lo dimostrano, ha aggiunto la dichiarazione.

Cosa hanno detto i co-protagonisti del MCU di Scarlett Johansson sulla causa?

Molto poco. Finora solo tre attori nell'MCU hanno commentato, e uno di loro era uno scherzo. La risposta della star di Doctor Strange, Benedict Cumberbatch, è stata la definizione stessa di diplomatico. Ha detto a The Hollywood Reporter: È triste quello che sta succedendo tra gli avvocati. Solo la verbosità e le accuse di 'Mettilo in un contesto di pandemia globale'. L'intera faccenda è solo un po' un casino. Ha aggiunto: È un nuovo paradigma, ed è molto complesso. Nessuno se lo aspettava e nessuno dovrebbe usare il senno di poi per dire: 'Beh, avrebbe dovuto essere fatto'.

Dave Bautista, che interpreta Drax il Distruttore nell'MCU, ha scherzato su Twitter: Gli hanno detto che avrebbero dovuto fare un film su #Drax ma noooooo! (sic).

Solo Elizabeth Olsen, Wanda Maximoff nell'MCU,sosteneva apertamente Johansson. Penso che sia così dura e letteralmente quando ho letto che ero tipo 'buon per te Scarlett', ha detto a Vanity Fair.

Leggi anche|Benedict Cumberbatch sulla causa della Vedova Nera di Scarlett Johansson contro la Disney: 'Un pasticcio'

Cosa riserva il futuro?

La causa non è limitata a Johansson o Disney. Colpisce l'intero business dell'intrattenimento ed è solo l'ultima fase del dibattito generale tra cinema e streaming. Molti hanno espresso il timore che il modello teatrale, non robusto prima della pandemia, stia ora morendo di una morte lenta e persistente a causa della pandemia.

La Warner ha assicurato agli investitori che non ripeterà l'esperimento lo stesso giorno per la sua lista 2022. La Disney, inoltre, finora non ha annunciato alcun progetto che seguirà il modello di rilascio ibrido.

Newsletter| Fai clic per ricevere le spiegazioni migliori della giornata nella tua casella di posta


ragazzo di famiglia chevapravatdumrong