Nuova ricerca: la 'forbice molecolare' del coronavirus come bersaglio dei farmaci Covid-19 - Ottobre 2022

In un nuovo studio pubblicato su Science Advances, scienziati americani e polacchi suggeriscono che i farmaci per combattere il Covid-19 siano progettati per bloccare questa proteina, la forbice molecolare di SARS-CoV-2.

Pipetta contagocce multicanale durante la ricerca per un vaccino contro il Covid-19 in Austria. Fotografo: Akos Stiller/Bloomberg

Nel nuovo coronavirus, un enzima chiamato SARS-CoV-2-PLpro facilita l'infezione elaborando proteine ​​sia virali che umane. Stimola il rilascio di proteine ​​di cui il virus ha bisogno per replicarsi. Nel corpo umano, inibisce le molecole che segnalano al sistema immunitario di attaccare l'infezione.



In un nuovo studio pubblicato su Science Advances, scienziati americani e polacchi suggeriscono che i farmaci per combattere il Covid-19 siano progettati per bloccare questa proteina, la forbice molecolare di SARS-CoV-2.

Scienziati statunitensi hanno risolto le strutture tridimensionali di SARS-CoV-2-PLpro. Utilizzando questa conoscenza, i chimici polacchi hanno sviluppato due molecole che inibiscono l'enzima.





Queste molecole, chiamate VIR250 e VIR251, sono molto efficienti nel bloccare l'attività di SARS-CoV-2-PLpro, ma non cross-reagiscono con enzimi umani con una funzione simile, ricercatore Shaun Olsen, dell'Università del Texas a San Antonio , ha detto in una nota.

Il team statunitense ha anche confrontato SARS-CoV-2-PLpro con enzimi simili dei coronavirus degli ultimi decenni, SARS-CoV-1 e MERS.



Comprendendo le somiglianze e le differenze di questi enzimi in vari coronavirus, potrebbe essere possibile sviluppare inibitori efficaci contro più virus, hanno affermato i ricercatori.

Fonte: Università del Texas a San Antonio