Sagittario A*: Un buco nero al centro della Via Lattea - Luglio 2022

Perché il suo comportamento recente ha incuriosito gli scienziati?

Può essere che il Sagittarius A* sia diventato più affamato e si sia nutrito della materia vicina a un ritmo notevolmente più veloce, che un ricercatore ha descritto come una grande festa.

Un buco nero supermassiccio si trova a 26.000 anni luce dalla Terra, vicino al Centro Galattico, o il centro della Via Lattea. Chiamato Sagittarius A*, è uno dei pochi buchi neri in cui possiamo assistere al flusso di materia nelle vicinanze. Dalla scoperta di Sagittarius A* 24 anni fa, è stato abbastanza calmo. Quest'anno, tuttavia, Sagittarius A* ha mostrato un'attività insolita e l'area circostante è stata molto più luminosa del solito. In una ricerca pubblicata di recente su The Astrophysical Journal Letters, gli scienziati hanno cercato di spiegare perché questo sta accadendo.

Può essere che il Sagittarius A* sia diventato più affamato e si sia nutrito della materia vicina a un ritmo notevolmente più veloce, che un ricercatore ha descritto come una grande festa. Un buco nero non emette luce da solo, ma la materia che consuma può essere una fonte di luce. Una grande quantità di gas proveniente dalla stella S0-2, che l'anno scorso ha viaggiato vicino al buco nero, potrebbe ora aver raggiunto quest'ultimo. Altre possibilità dell'intensa attività, afferma il documento, sono che Sagittarius A* potrebbe crescere più velocemente del solito in termini di dimensioni, o che l'attuale modello che misura il suo livello di luminosità è inadeguato e necessita di un aggiornamento.



I ricercatori hanno notato tre occasioni straordinarie quest'anno che hanno segnato il comportamento insolito del buco nero. Il 13 maggio, l'area immediatamente fuori Sagittarius A* era due volte più luminosa rispetto a qualsiasi istanza registrata in precedenza. Le registrazioni rielaborate degli anni precedenti hanno confermato che la luminosità era effettivamente aumentata.