Spiegato: significato della società della sezione 25 - Luglio 2022

Cos'è questa categoria di società, che è al centro della controversia del National Herald?

Una società della Sezione 25 è registrata ai sensi della Sezione 25 del Companies Act, 1956. Questa sezione fornisce un'alternativa a coloro che vogliono promuovere la carità senza creare un Trust o una Società allo scopo. Consente la costituzione di una società, che esisterà come persona giuridica a sé stante, separata dalla persona che la promuove. La parte cruciale, tuttavia, è che qualsiasi azienda in questa sezione deve necessariamente reinvestire qualsiasi reddito nella promozione di detto oggetto o beneficenza. In sostanza, a differenza di una società normale, in cui proprietari e azionisti possono realizzare profitti o ricevere dividendi, da una società della Sezione 25 non esce denaro.


patrimonio netto di justin timberlake

Una società della Sezione 25 è spesso preferita perché è più facile da avviare, essendo esentata dai requisiti legali di capitale minimo versato. Sono molto più facili da gestire rispetto a Trust e Società, poiché le riunioni del consiglio richiedono un quorum più ridotto e i requisiti per la convocazione di tali riunioni sono meno rigidi. È più facile aumentare il numero degli amministratori, è più facile per le persone che donano entrare o lasciare o trasferire azioni ad altri, e una società del genere è obbligata a soddisfare requisiti di contabilità e revisione contabile molto meno rigorosi rispetto a una società normale. Infine, una società della Sezione 25 gode di notevoli vantaggi fiscali. A seconda di come è registrato ai sensi della legge sull'imposta sul reddito, le società potrebbero beneficiare di esenzioni dall'imposta sul reddito o dalla disposizione in base alla quale le persone che donano denaro a queste società ricevono detrazioni sul reddito nella loro responsabilità sull'imposta sul reddito. Tali società sono inoltre esenti dal pagamento dell'imposta di bollo. La sezione 25 è preferita da diversi uomini d'affari perché hanno dimestichezza con la struttura aziendale, mentre i benefici di diverse esenzioni facilitano la filantropia.