Spiegato: che cos'è la Convenzione sulle specie migratorie e che importanza ha per l'India? - Giugno 2022

Il CMS è un trattato ambientale delle Nazioni Unite che fornisce una piattaforma globale per la conservazione e l'uso sostenibile degli animali migratori e dei loro habitat.

La conferenza si concluderà il 22 febbraio. (Fonte:http://www.cms.int)

L'India ospiterà lunedì a Gandhinagar la tredicesima conferenza delle parti della Convenzione sulle specie migratorie (CMS COP13), un'importante conferenza delle Nazioni Unite sulla fauna selvatica. Il tema della conferenza è Le specie migratorie collegano il pianeta e insieme le diamo il benvenuto a casa.

La conferenza si conclude il 22 febbraio.



Che cos'è la Convenzione sulle specie migratorie (CMS)?

Il CMS è un trattato ambientale delle Nazioni Unite che fornisce una piattaforma globale per la conservazione e l'uso sostenibile degli animali migratori e dei loro habitat. È l'unica convenzione mondiale specializzata nella conservazione delle specie migratorie, dei loro habitat e delle rotte migratorie.



Il patto è stato firmato nel 1979 in Germania ed è noto come Convenzione di Bonn.


etnia lele pons

Il CMS riunisce gli Stati attraverso i quali passano gli animali migratori, i Range States, e pone le basi legali per misure di conservazione coordinate a livello internazionale in tutta una fascia migratoria, afferma il sito web del CMS.




amy irving age

L'appendice I della Convenzione elenca le 'Specie migratorie minacciate'.

Le parti del CMS si impegnano a proteggere rigorosamente questi animali, conservando o ripristinando i luoghi in cui vivono, mitigando gli ostacoli alla migrazione e controllando altri fattori che potrebbero metterli in pericolo, secondo il sito web di CMS.

L'appendice II elenca 'Specie migratorie che richiedono cooperazione internazionale'.



Al vertice di quest'anno, l'Urial, una pecora selvatica dell'Asia centrale, viene proposta per l'inclusione nell'appendice II.


quanto guadagna gina rodriguez

Separatamente, l'orso del Gobi e il leopardo persiano vengono presi in considerazione per l'inclusione nell'ambito della Central Asian Mammals Initiative (CAMI), un'iniziativa regionale di 14 paesi che attualmente copre 15 specie.

Express Explained è ora su Telegram. Clicqui per unirti al nostro canale (@ieexplained)e rimani aggiornato con le ultime



L'India e il CMS

L'India è parte del CMS dal 1983. Secondo il Ministero dell'ambiente, delle foreste e dei cambiamenti climatici, l'India è una casa temporanea per numerosi animali e uccelli migratori. I più importanti tra questi includono i falchi dell'Amur, le oche dalla testa di bar, le gru dal collo nero, le tartarughe marine, i dugonghi, le megattere, ecc. Il sub-continente indiano fa anche parte della principale rete di voli per uccelli, vale a dire, il Flyway dell'Asia centrale ( CAF) che copre le aree tra l'Oceano Artico e l'Oceano Indiano e copre almeno 279 popolazioni di 182 specie di uccelli acquatici migratori, incluse 29 specie minacciate a livello globale. L'India ha anche lanciato il Piano d'azione nazionale per la conservazione delle specie migratorie nell'ambito della Central Asian Flyway.

Secondo un comunicato stampa del febbraio 2019 del Ministero, l'India aveva MoU non legalmente vincolanti con il CMS sulla conservazione e la gestione delle gru siberiane (1998), delle tartarughe marine (2007), dei dugonghi (2008) e dei rapaci (2016).



I risultati attesi al CMS COP13 includono decisioni negoziate, impegni politici e nuove iniziative, comprese proposte per aggiungere 10 nuove specie per la protezione nell'ambito del CMS. Questi includono l'elefante asiatico, il giaguaro, l'otarda indiana e lo squalo martello liscio. Le parti discuteranno anche l'adozione di azioni concertate dedicate per 12 specie diverse, tra cui la giraffa, il delfino del fiume Gange, il pesce chitarra comune e l'albatro antipode, ha affermato un comunicato stampa di CMS.