Spiegato: Perché le riforme economiche di Cuba sono significative - Dicembre 2022

Le riforme, annunciate per la prima volta nell'agosto dello scorso anno, sono state approvate dal Consiglio dei ministri di Cuba, secondo Granma, portavoce ufficiale del Partito comunista al potere.

Indossando la maschera come precauzione contro la diffusione del nuovo coronavirus, le persone camminano per tornare a casa prima dell'orario di coprifuoco vicino al Campidoglio dell'Avana, a Cuba. Considerate pionieristiche, le riforme economiche nel paese consentiranno il coinvolgimento privato nella maggior parte dei settori della complicata economia cubana, a lungo controllata dallo stato. (Foto AP / Ramon Espinosa)

Cuba, che è stata governata da un regime comunista autoritario per più di sei decenni, sabato ha annunciato che consentirà alle imprese private di operare nella maggior parte dei settori dell'economia nazionale.



Il ministro del Lavoro cubano Elena Feito ha affermato che con le nuove riforme il numero di industrie autorizzate è passato da 127 a oltre 2.000, con solo una minoranza di industrie che continua a essere dominata dallo stato.

Le riforme, annunciate per la prima volta nell'agosto dello scorso anno, sono state approvate dal Consiglio dei ministri di Cuba, secondo Granma, portavoce ufficiale del Partito comunista al potere.






cristiano ronaldo assets

Le riforme economiche di Cuba

Considerate pionieristiche, le riforme consentiranno il coinvolgimento dei privati ​​nella maggior parte dei settori della complicata economia cubana, a lungo controllata dallo Stato.

Attualmente, l'attività privata è in gran parte confinata al turismo, un settore duramente colpito dalla pandemia di coronavirus. Con il crollo dei viaggi internazionali, anche i redditi di migliaia di persone dipendenti dal turismo, come commercianti e tassisti, sono crollati.



Oltre alle piccole imprese, il settore privato comprende centinaia di migliaia di piccole aziende agricole, cooperative e lavoratori a giornata e si stima che impieghi circa 6 lakh di persone o il 13% della forza lavoro nel paese di 1,1 crore di popolazione, secondo i dati ufficiali.

L'agenzia di stampa AFP ha citato Feito dicendo che le riforme hanno lo scopo di aiutare a liberare le forze produttive del settore privato. Che il lavoro privato continui a svilupparsi, è l'obiettivo di questa riforma, ha detto Feito.



Feito, tuttavia, ha affermato che le imprese private non sarebbero state in grado di partecipare a 124 industrie, sebbene non avesse dichiarato quali fossero queste industrie. Secondo l'AFP, lo stato manterrebbe il controllo su settori che considera strategici, come i media, la difesa e la salute.

Perché apportare cambiamenti ora?

L'anno scorso, la nazione insulare di lingua spagnola è stata pesantemente colpita da due fattori: le ricadute economiche della pandemia di coronavirus e le sanzioni imposte dagli Stati Uniti sotto l'ex presidente Donald Trump.



Ciò ha causato una contrazione dell'economia del paese dell'11% nel 2020, la peggiore performance in tre decenni, portando a una carenza di beni di prima necessità.

Una volta attuate le riforme tanto attese, le piccole imprese che già operano nell'isola caraibica dovrebbero espandersi, consentendo agli attori privati ​​di andare oltre il turismo e le piccole aziende agricole.



ISCRIVITI ADESSO :Il canale Telegram spiegato Express

La crisi economica ha anche costretto lo stato ad annunciare altre riforme, come la svalutazione del peso cubano, la deregolamentazione delle attività statali e gli investimenti esteri, secondo un rapporto di Reuters. L'anno scorso, il presidente Miguel Diaz-Canel ha affermato che Cuba avrebbe avviato riforme per aumentare le esportazioni, ridurre la dipendenza dalle importazioni e stimolare la domanda interna, nel tentativo di superare le sfide economiche del paese.


berretto cameron dallas

Relazioni con gli USA

L'isolamento decennale di Cuba si è verificato in gran parte a causa della sua ostilità con gli Stati Uniti, nonostante la Florida fosse a soli 150 km dalla costa settentrionale dell'isola. Le cose sono cambiate nel 2015, quando l'ex presidente democratico Barack Obama e il leader cubano Raul Castro hanno deciso di normalizzare le relazioni, consentendo ai cittadini statunitensi di visitare Cuba e contribuire all'economia locale.



Tuttavia, molte delle politiche di Obama sono state invertite dal suo successore repubblicano Trump, esacerbando i problemi economici di Cuba. Ora che la politica estera degli Stati Uniti è di nuovo sotto il controllo dei Democratici sotto Joe Biden, gli esperti ritengono che i legami bilaterali potrebbero migliorare nel prossimo futuro.