ExplainSpeaking: conclusioni dall'ultimo rapporto sulla politica monetaria della RBI - Potrebbe 2022

Questa settimana, la discussione potrebbe essere dominata dalla scelta del premio Nobel per l'economia di quest'anno.

rbi, banca di riserva indiana, rbi

Cari lettori,

La notizia più importante della scorsa settimana è stata la revisione della politica monetaria. La revisione di ottobre è stata ritardata perché il governo centrale non era stato in grado di nominare la sua quota di tre membri al Comitato di politica monetaria della Reserve Bank of India.



Nonostante il ritardo, ileventuale decisione del MPC — uno status quo sul tasso di pronti contro termine- non era sorprendente.



Dato che l'inflazione al dettaglio - l'MPC variabile della RBI è obbligato a prendere di mira per legge - è rimasta per la maggior parte al di sopra della zona di comfort dal dicembre dello scorso anno, ci si aspettava che l'MPC decidesse di aspettare prima di tagliare il tasso di pronti contro termine (il tasso al quale La banca centrale indiana presta denaro al sistema bancario) ulteriormente.

Entrando nella riunione, tuttavia, le due questioni più sostanziali erano la valutazione della RBI di quanto grave sarà il colpo al tasso di crescita del PIL quest'anno finanziario, nonché quali sono le prospettive sull'inflazione.



Sull'inflazione, la RBI prevede un calo costante.

Spiegato | Perché la RBI pensa che un 'rimbalzo più veloce e più forte' sia fattibile

L'inflazione CPI è prevista al 6,8 per cento per il secondo trimestre:2020-21, al 5,4-4,5 per cento per il secondo semestre:2020-21 e al 4,3 per cento per il primo trimestre:2021-22, afferma la dichiarazione politica.



In altre parole, con l'inflazione che dovrebbe rientrare nella fascia di comfort della RBI, ovvero il 4%, +/- 2 punti percentuali, nella seconda metà dell'anno, nei prossimi mesi potrebbe esserci un taglio del tasso sui pronti contro termine.

Sulla crescita del PIL, la RBI ha fissato l'indicatore e ha dichiarato di aspettarsi una contrazione dell'economia del 9,5% nell'esercizio in corso.

Il MPC è del parere che il rilancio dell'economia da una pandemia di COVID-19 senza precedenti assuma la massima priorità nella conduzione della politica monetaria. Sebbene l'inflazione sia rimasta al di sopra della banda di tolleranza per diversi mesi, il MPC ritiene che i fattori sottostanti siano essenzialmente shock dell'offerta che dovrebbero dissiparsi nei mesi successivi quando l'economia si sblocca, le catene di approvvigionamento vengono ripristinate e l'attività si normalizza.



Di conseguenza, possono essere esaminati in questo frangente mentre si definisce l'orientamento della politica monetaria. Tenendo conto di tutti questi fattori, il MPC decide di mantenere lo status quo sul tasso di riferimento in questa riunione e di attendere l'allentamento delle pressioni inflazionistiche per utilizzare lo spazio disponibile per sostenere ulteriormente la crescita, secondo la dichiarazione politica.

Leggi | La RBI si oppone all'estensione della moratoria dei prestiti: colpirà la disciplina del credito



La RBI ha cercato di compensare la pausa sui tagli dei tassi rendendo ulteriormente più conveniente la fornitura di nuovi prestiti. Lo ha fatto modificando i pesi del rischio e abbassando il costo della creazione di credito per le banche. Ha inoltre fornito più liquidità per aiutare la creazione di credito.

In poche parole, mentre ci sono incoraggianti segnali di ripresa, non è del tutto chiaro come andranno le cose ed è per questo che RBI continua ad essere in una modalità di attesa. Idealmente, man mano che l'economia si riprende e le linee di approvvigionamento vengono ripristinate, l'inflazione al dettaglio dovrebbe diminuire, ma tutto dipende dalla diminuzione del tasso di infezioni da Covid-19. Se questo sale di nuovo, per qualsiasi motivo, tutte le scommesse vengono annullate.

Espresso spiegatoè ora accesoTelegramma. Clicqui per unirti al nostro canale (@ieexplained)e rimani aggiornato con le ultime

Oltre alla revisione della politica monetaria, la RBI ha anche pubblicato il suo secondo Rapporto sulla politica monetaria del 2020. Gli MPR vengono pubblicati due volte all'anno, una volta ad aprile e un'altra a ottobre, e forniscono un riepilogo completo dello stato dell'economia.

Ecco cinque classifiche dell'edizione di ottobre che si sono distinte.

rbi, banca di riserva indiana, rbiGrafico 1

Il GRAFICO 1 mostra quali previsioni professionali, intervistate nel round di settembre 2020 del sondaggio della Reserve Bank, si aspettavano che la crescita del PIL reale dell'India andasse avanti. La forte ripresa nel primo trimestre del prossimo anno finanziario è guidata dall'effetto base, grazie a una forte contrazione del PIL di quasi il 24% nel primo trimestre dell'anno finanziario in corso.

rbi, banca di riserva indiana, rbiGrafico 2

Il GRAFICO 2 mappa la fiducia dei consumatori sia attuale sia ciò che i consumatori si aspettano tra un anno. Mentre l'indice della situazione attuale è sceso al minimo storico a settembre, per l'anno a venire la fiducia dei consumatori è migliorata nel round di settembre 2020, trainata dal miglioramento dei sentimenti sulla situazione economica generale, sullo scenario occupazionale e sul reddito.

rbi, banca di riserva indiana, rbiGrafico 3

GRAFICO 3 mappa il sentiment dal lato degli affari e qui la storia è leggermente migliore. L'Industrial Outlook Survey di RBI riflette l'ottimismo poiché le aspettative (linea blu) per il prossimo trimestre sono tornate nella zona di espansione (sopra 100).

rbi, banca di riserva indiana, rbiGrafico 4

IL GRAFICO 4 sottolinea l'enorme differenza tra i prezzi del carburante nazionali e internazionali. Il governatore della RBI Shaktikanta Das ha espresso in passato la sua preoccupazione per il ruolo di prezzi del carburante interni così elevati (grazie essenzialmente all'elevata tassazione da parte del governo centrale) nel far salire l'inflazione al dettaglio. L'elevata inflazione al dettaglio è stata la ragione principale per cui la RBI non è stata in grado di tagliare ulteriormente i tassi di interesse.

rbi, banca di riserva indiana, rbiGrafico 5 e 6

I GRAFICI 5 e 6 mostrano lo stato del settore immobiliare indiano. La pandemia ha semplicemente esacerbato la tendenza a vendere meno unità e lanciare meno nuove unità. È in gran parte il riflesso di due cose: una, le sfide normative e di finanziamento nel settore immobiliare e due, un calo della domanda dei consumatori.

Opinione| Il recupero e i suoi malumori


Mark Harmon House

Di conseguenza, anche l'indice generale dei prezzi (linea rossa tratteggiata nell'ultimo grafico) è diminuito. L'unica eccezione durante la fase post-Covid è stata il mercato di Bengaluru, dove i prezzi sono aumentati nel primo trimestre.

Nella prossima settimana la discussione potrebbe essere dominata dalla scelta dell'ultimo premio Nobel per l'economia. La decisione dovrebbe essere resa pubblica lunedì. Due dei vincitori dello scorso anno, Abhijit Banerjee ed Esther Duflo, avevano un enorme legame con l'India.

In un anno in cui le economie di tutto il mondo hanno dovuto affrontare una delle sfide più difficili e i decisori hanno continuamente lottato per trovare gli strumenti politici giusti per affrontare la domanda e gli shock dell'offerta, sarebbe interessante vedere chi viene scelto per il massimo onore.

Rimani al sicuro.

Modifica